Castelvetro di Modena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castelvetro di Modena
comune
Castelvetro di Modena – Stemma Castelvetro di Modena – Bandiera
Castelvetro di Modena – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Provincia Provincia di Modena-Stemma.png Modena
Amministrazione
Sindaco Fabio Franceschini (centrosinistra) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate 44°30′24″N 10°56′50″E / 44.506667°N 10.947222°E44.506667; 10.947222 (Castelvetro di Modena)Coordinate: 44°30′24″N 10°56′50″E / 44.506667°N 10.947222°E44.506667; 10.947222 (Castelvetro di Modena)
Altitudine 152 m s.l.m.
Superficie 49,49 km²
Abitanti 11 095[1] (31-12-2012)
Densità 224,19 ab./km²
Frazioni Ca' di Sola, Levizzano Rangone, Settecani, Solignano Nuovo, Madonna di Puianello, Cà Montanari , Cà Gatti, Casa Rè, Sant'Eusebio
Comuni confinanti Castelnuovo Rangone, Formigine, Maranello, Marano sul Panaro, Spilamberto, Serramazzoni, Vignola
Altre informazioni
Cod. postale 41014
Prefisso 059
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 036008
Cod. catastale C287
Targa MO
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti castelvetresi
Patrono santi Senesio e Teopompo
Giorno festivo 21 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Castelvetro di Modena
Posizione del comune di Castelvetro di Modena all'interno della provincia di Modena
Posizione del comune di Castelvetro di Modena all'interno della provincia di Modena
Sito istituzionale

Castelvetro di Modena (Castelvêder in dialetto modenese[2]) è un comune di 11.095 abitanti in provincia di Modena, Bandiera arancione del Touring Club Italiano.

È collocato nella parte centrale della provincia, sulle colline precedenti l'appennino e vanta una notevole fama per il suo Lambrusco Grasparossa.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica sorgente]

Secondo i dati ISTAT[4] al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 1.291 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Nel Borgo Antico di Castelvetro di Modena è collocata la sede per Modena dell'Enoteca Regionale dell'Emilia-Romagna, con una selezione di oltre 200 etichette Emiliano-Romagnole e una sezione particolare dedicata al Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOP e all'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP.

La Torre Dell'Orologio in Piazza Roma.
Particolare di una via del Borgo.

Eventi[modifica | modifica sorgente]

Ogni anno si tiene, nel mese di settembre, la Sagra dell'Uva e del Lambrusco Grasparossa di Castelvetro di Modena, dove diversi viticoltori espongono i loro prodotti nella piazza principale del paese. Ha inoltre preso piede con cadenza annuale la Giornata Fai di Primavera in un percorso che va dal Palazzo Rangoni all'Acetaia comunale, passando per il castello di Levizzano Rangone. Ogni due anni, a giugno, si tiene il Mercurdo, la sagra dell'assurdo, con spettacoli e musei aperti con il tema dell'assurdità.

Industria[modifica | modifica sorgente]

Dall'Ottocento e per molti anni ha operato la Fornace Cavallini, una importante fabbrica di laterizi, tra le prime in Italia ad avere il Forno Hoffmann per la produzione a fuoco continuo di mattoni ed altri laterizi.

Agricoltura[modifica | modifica sorgente]

La vite rappresenta la coltura principale in particolare del Lambrusco Grasparossa utilizzato per l'omonimo vino DOP, discreta diffusione anche per il Trebbiano da cui si ricava anche l'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena.

La chiesa[modifica | modifica sorgente]

La chiesa di Castelvetro è stata costruita nel 1907, ed è dedicata ai santi protettori del paese Senesio e Teopompo. Ha 5 confessionali, 3 cappelle e l'altare, posto in fondo alla navata centrale.

Il passaggio di Torquato Tasso[modifica | modifica sorgente]

Nel 1564 il poeta italiano Torquato Tasso soggiornò a Castelvetro, ospite nel palazzo della famiglia nobile del paese (i Conti Rangoni), i quali lo invitavano spesso agli usuali spettacoli, tra i quali il più caratteristico era la Dama Vivente, evento che si teneva (e si tiene tuttora) nella piazza della torre dell'orologio.

Persone legate a Castelvetro di Modena[modifica | modifica sorgente]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2012.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 177.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Statistiche demografiche ISTAT

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Emilia Portale Emilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Emilia