Campogalliano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Campogalliano
comune
Campogalliano – Stemma Campogalliano – Bandiera
Campogalliano – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Provincia Provincia di Modena-Stemma.png Modena
Amministrazione
Sindaco Stefania Zanni (centrosinistra) dal 07/06/2009
Territorio
Coordinate 44°41′00″N 10°51′00″E / 44.683333°N 10.85°E44.683333; 10.85 (Campogalliano)Coordinate: 44°41′00″N 10°51′00″E / 44.683333°N 10.85°E44.683333; 10.85 (Campogalliano)
Altitudine 43 m s.l.m.
Superficie 35,19 km²
Abitanti 8 634[2] (31-12-2012)
Densità 245,35 ab./km²
Frazioni Panzano, Saliceto Buzzalino[1]
Comuni confinanti Carpi, Correggio (RE), Modena, Rubiera (RE), San Martino in Rio (RE)
Altre informazioni
Cod. postale 41011
Prefisso 059
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 036003
Cod. catastale B539
Targa MO
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti campogallianesi
Patrono sant'Orsola
Giorno festivo 21 ottobre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Campogalliano
Posizione del comune di Campogalliano all'interno della provincia di Modena
Posizione del comune di Campogalliano all'interno della provincia di Modena
Sito istituzionale

Campogalliano (Campgajàn in dialetto carpigiano) è un comune italiano di 8.634 abitanti della provincia di Modena. Campogalliano fa parte dei quattro comuni dell'Unione Terre d'Argine.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]


Storia[modifica | modifica wikitesto]

Piazza Castello con l'oratorio di San Rocco

Secondo alcuni studi, le prime tracce d'insediamento a Campogalliano risalgono all'epoca romana con la discesa dei Galli nella pianura padana, dai quali deriva il nome del paese ("Campo dei Galli"). Essendo una civiltà terramaricola si stanziarono nei pressi del fiume Secchia, importante via fluviale che scorre vicino al paese. Dopo la cacciata della popolazione gallica dalla pianura padana da parte dei Romani, la provincia modenese, compreso Campogalliano, fu annessa alla Repubblica Romana. Solo attorno al XVI secolo si avrà il primo vero insediamento cittadino, con la creazione del "Castrum", castello costruito per volontà dei signori di Campogalliano del quale, però, non è rimasto nulla. Si può ricondurre la posizione del castello al parco "Le Montagnole", dove l'aspetto morfologico del terreno presuppone l'esistenza di una sorta di fossato, ancora oggi visibile. Questo canale serviva principalmente a scopo difensivo ed esisteva un ponte che collegava il palazzo con il primo vero nucleo abitativo, Piazza Castello, nel quale venne creato l'oratorio di San Rocco, ancora oggi esistenti. Nello stesso periodo venne costruita la chiesa di Sant'Orsola, patrona di Campogalliano, sopra l'area di un'antica cappella dedicata alla santa.

Nei decenni della Seconda guerra mondiale Campogalliano fu protagonista della lotta partigiana, essendo un'importante via di comunicazione tra le linee partigiane situate in montagna e quelle in pianura, tant'è che ancora oggi si ricordano i caduti nelle battaglie ed è anche stato creato il monumento alla Resistenza da parte di Ettore de Conciliis. Solo negli anni ottanta si ha una crescita territoriale di Campogalliano, quando il centro si estende oltre l'oratorio di Sant'Orsola.

Nel 1980 vengono realizzate le casse d'espansione del fiume Secchia in collaborazione con i comuni di Rubiera e Modena.[4]

Nel 2000 viene dato il via alla costruzione della linea ferroviaria alta velocità che attraversa il territorio comunale.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1984 esiste la "Polisportiva Campogalliano", ampliata e rinnovata negli ultimi anni anche grazie alla ristrutturazione dello stadio. Essa è impegnata su molti fronti nello sport a livello provinciale e nazionale, soprattutto nel calcio dove il Campogalliano milita in Terza Categoria. Nel 2012 nasce la "Virtus Campogalliano Calcio", impegnata nello sport del calcio e nel calcio a 7. Nata da un gruppo tutto locale, di dirigenti e giocatori, che in passato hanno militato nella polisportiva presente in paese. Promossa in Seconda Categoria, vincendo il proprio campionato alla prima stagione.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Campogalliano è stata soprannominata la "Città della Bilancia", data la tradizione di produzione di strumenti di pesatura risalente al tardo medioevo. Nella città esiste anche la più grande industria europea di produzione di Bilance e l'unico[senza fonte] museo di bilance in Italia.
  • Due volte all'anno, a Campogalliano, si svolge un convegno internazionale di Entomologia con entomologi provenienti da tutta Europa.
  • Dal 1987 a Campogalliano è presente la sede della casa automobilistica Bugatti Automobili Spa, da diversi anni chiusa per problemi finanziari.

Persone legate a Campogalliano[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Campogalliano - Statuto.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Parchi, Aree protette e Natura 2000 — E-R Ambiente

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Emilia Portale Emilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Emilia