Brachyura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Granchio" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Granchio (disambigua).
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Granchio
Liocarcinus marmoreus 2.jpg
Liocarcinus marmoreus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Arthropoda
Subphylum Crustacea
Classe Malacostraca
Sottoclasse Eumalacostraca
Superordine Eucarida
Ordine Decapoda
Sottordine Pleocyemata
Infraordine Brachyura
Linnaeus, 1758
Superfamiglie

vedi testo

I granchi (Brachyura Linnaeus, 1758) sono un infraordine di crostacei decapodi acquatici.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

I granchi sono in particolare dotati di un robusto carapace e di due potenti chele, pertanto utilizzano quattro paia di arti per il movimento e le chele per prendere, difendersi e cibarsi. L'addome è ripiegato verticalmente ed è quindi nascosto.

Molte specie sono notturne, quando la presenza di potenziali predatori è minore; l'alimentazione varia da specie a specie e comprende animali, piante, carcasse.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

L'infraordine Brachyura comprende le seguenti superfamiglie[1]:

Alcune specie[modifica | modifica sorgente]

Usi[modifica | modifica sorgente]

I granchi sono in generale commestibili; alcune specie sono anzi pregiate, come ad esempio la granceola (Maja squinado).

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Türkay, Michael, Brachyura in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species).

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]