Aristaeomorpha foliacea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Gambero rosso" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Gambero rosso (disambigua).
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gambero rosso
Fish4525 - Flickr - NOAA Photo Library.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Arthropoda
Subphylum Crustacea
Classe Malacostraca
Sottoclasse Eumalacostraca
Superordine Eucarida
Ordine Decapoda
Sottordine Dendrobranchiata
Superfamiglia Penaeoidea
Famiglia Aristeidae
Genere Aristaeomorpha
Specie A. foliacea
Nomenclatura binomiale
Aristaeomorpha foliacea
(Risso, 1827)
Sinonimi

Aristaeomorpha giglioliana
Wood-Mason, 1892
Aristaeomorpha mediterranea
Adensamer, 1898
Aristaeomorpha rostridentata
(Spence Bate, 1888)
Aristeus japonicus
Yokoya, 1933
Aristeus rostridentatus
Spence Bate, 1881
Penaeus foliacea
Risso, 1827
Penaeus meridionalis
Hope, 1851

Il gambero rosso (Aristaeomorpha foliacea, (Risso 1827)) è un crostaceo decapode marino della famiglia Aristeidae[1].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È una specie tipica dei fondali fangosi[2], diffusa in tutti gli oceani[3]. È comune nel Mediterraneo, nel sud-est dell'Africa, nel golfo del Messico, in Australia e Nuova Zelanda. Si trova anche in Giappone e dalle Canarie[1]. Vive tra 250 e 1300 m di profondità[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È un gambero di dimensioni medie, che può misurare fino a 22,5 cm[2]. I maschi sono più piccoli delle femmine e non raggiungono i 20; il loro rostro è più corto[4]. Il rostro, come in tutti i crostacei appartenenti al genere Aristaeomorpha, presenta più di 4 denti nella parte dorsale[5]: negli esemplari femminili il numero è di 5-6[4].

Il carapace è robusto e munito di spine, di un colore rosso scuro vellutato. Presenta cinque appendici natatorie con l'ultimo segmento addominale che termina con una coda a forma di ventaglio.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Ha una dieta composta principalmente da invertebrati marini, in particolare krill[6].

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Si riproduce in estate.

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie viene pescata frequentemente nel Mediterraneo, in particolare da Italia e Spagna[4]; sui mercati ittici si trova sia congelata che fresca[7]. Viene catturato anche in Nuova Zelanda, Israele e Algeria[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Fransen, C.; De Grave, S. (2014), Aristaeomorpha foliacea in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species).
  2. ^ a b c d L. B. Holthuis, op. cit., p. 8
  3. ^ (EN) Aristaeomorpha foliacea in OBIS. URL consultato l'8 luglio 2014.
  4. ^ a b c W. Luther, K. Fiedler, op. cit., p. 112
  5. ^ Fischer, W. & G. Bianchi, op. cit., p. 3
  6. ^ (EN) Aristaeomorpha foliacea, giant red shrimp in SeaLifeBase. URL consultato l'8 luglio 2014.
  7. ^ M. Tavares, op. cit., p. 261

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]