Benjamin Raich

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Benjamin Raich
Benjamin Raich Schladming 2008.jpg
Benjamin Raich a Schladming nel 2008
Dati biografici
Nazionalità Austria Austria
Altezza 182 cm
Peso 83 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Supergigante, slalom gigante, slalom speciale, combinata
Squadra SV Leins
Palmarès
Olimpiadi 2 0 2
Mondiali 3 6 1
Mondiali juniores 4 0 0
Campionati austriaci[1] 1 1 2
Coppa del Mondo 1 trofeo
Coppa del Mondo - Slalom 3 trofei
Coppa del Mondo - Gigante 2 trofei
Coppa del Mondo - Combinata 1 trofeo
Coppa Europa 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al marzo 2013

Benjamin Raich detto Benni (Innsbruck, 28 febbraio 1978) è uno sciatore alpino austriaco . Vincitore di medaglie d'oro olimpiche e iridate, Raich è uno degli sciatori più titolati di sempre.

È fratello di Carina e fidanzato di Marlies Schild[2][3], a loro volta sciatrici alpine di alto livello.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Innsbruck ma originario di Lens di Arzl im Pitztal[2], all'inizio della carriera era specialista dello slalom e del gigante; in seguito si è dedicato con buoni risultati anche alle discipline veloci (discesa libera e supergigante).

Stagioni 1996-2001[modifica | modifica sorgente]

A livello juniores è stato campione del mondo sia di slalom speciale sia di slalom gigante (in entrambi i casi per due volte). In Coppa del Mondo ha esordito nel 1998, nello slalom di Hafjell, e ha ottenuto la prima vittoria all'inizio del 1999, nello slalom di Schladming.

Nella stagione 2000-2001 ha conquistato l'argento nello slalom ai Mondiali di Sankt Anton e a fine stagione si è aggiudicato la sua prima Coppa del Mondo di slalom speciale.

Stagioni 2002-2006[modifica | modifica sorgente]

Ai XIX Giochi olimpici invernali di Salt Lake City 2002 ha vinto due medaglie di bronzo, nello slalom speciale e nella combinata, e ai successivi Mondiali del 2005 ha vinto cinque medaglie su cinque gare disputate: oro nella combinata e nello slalom speciale, argento nello slalom gigante e nella gara per nazioni, bronzo nel supergigante.

Ha concluso la stagione 2004-2005 al secondo posto nella classifica generale della Coppa del Mondo, vinta dallo statunitense Bode Miller, aggiudicandosi due Coppe di specialità, nel gigante e nello speciale.

Ai XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006 ha vinto la medaglia d'oro nello slalom gigante e nello slalom speciale. Nella stessa stagione si è aggiudicato la Coppa del Mondo, precedendo con ampio margine il norvegese Aksel Lund Svindal, e, per la seconda volta, quella di gigante.

Stagioni 2007-2010[modifica | modifica sorgente]

Ai Mondiali del 2007 ha vinto la medaglia d'oro nella gara a squadre e quella d'argento in supercombinata: al termine della stagione di Coppa del Mondo ha vinto la sua terza Coppa di slalom speciale e si è classificato al secondo posto nella graduatoria della generale, preceduto per 13 punti da Svindal.

La stagione 2008 si è chiusa con un altro secondo posto in classifica generale, anche questa volta dietro a Miller. Raich, pur rimanendo l'unico atleta a contendere la coppa di critallo allo statunitense fino alle finali di Bormio, è mancato soprattutto nella sua disciplina "storica", lo slalom[4], mentre si è difeso bene in gigante e supergigante.

Nel 2009 ha vinto un'altra medaglia ai Mondiali di Val-d'Isère, giungendo secondo nella prova di gigante vinta dallo svizzero Carlo Janka. In Coppa del Mondo, invece, era arrivato alle finali di Åre in piena corsa per la coppa di cristallo, ma ha perso il trofeo per soli due punti a favore di Svindal. Dopo la gara di gigante, vinta da Raich, i due contendenti erano infatti a 1007 contro 1009 punti in attesa dell'ultima gara, lo slalom speciale. L'austriaco, partito col pettorale numero 1, ha però inforcato durante la prima manche[5], consegnando così matematicamente la vittoria al norvegese, sulla carta sfavorito nella corsa al trofeo dalla gara tra i pali stretti.

La stessa situazione si è ripetuta nella stagione 2010: Raich ha nuovamente conteso la coppa di cristallo fino alle finali di Garmisch-Partenkirchen, e anche questa volta ha chiuso l'annata al secondo posto nella classifica generale. Neppure la sua terza partecipazione olimpica, a Vancouver 2010, ha portato risultati di rilievo: miglior risultato nelle quattro gare disputate è stato il quarto posto nello slalom, a cinque centesimi dalla medaglia di bronzo[6].

Stagioni 2011-2014[modifica | modifica sorgente]

Nel 2011 ha vinto l'argento iridato nella gara a squadre ai Mondiali di Garmisch-Partenkirchen, ma proprio nella finale della gara si è procurato la rottura dei legamenti crociati del ginocchio sinistro. Sottoposto a intervento, ha ripreso a gareggiare nella stagione successiva, durante la quale nelle discipline predilette ottiene un secondo posto nel gigante di Adelboden, oltre ad altri piazzamenti, e ha ottenuto piazzamenti di rilievo nelle discipline veloci: infatti ha conquista il suo primo successo in supergigante, sulle nevi di Crans-Montana, e ha realizzato il miglior risultato di carriera in discesa libera: 5º nella gara di Schladming che chiudeva il calendario della specialità.

Ha partecipato ai Mondiali di Schladming 2013 (9º in gigante il miglior piazzamento) e ai XXII Giochi olimpici invernali di Soči 2014 (7° nello slalom gigante, non conclude lo slalom speciale).

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Olimpiadi[modifica | modifica sorgente]

Mondiali[modifica | modifica sorgente]

Mondiali juniores[modifica | modifica sorgente]

Coppa del Mondo[modifica | modifica sorgente]

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica sorgente]

Data Luogo Paese Disciplina
7 gennaio 1999 Schladming Austria Austria SL
10 gennaio 1999 Flachau Austria Austria GS
17 gennaio 1999 Wengen Svizzera Svizzera SL
26 febbraio 2000 Yongpyong Corea del Sud Corea del Sud GS
18 marzo 2000 Bormio Italia Italia GS
14 gennaio 2001 Wengen Svizzera Svizzera SL
21 gennaio 2001 Kitzbühel Austria Austria SL
23 gennaio 2001 Schladming Austria Austria SL
11 marzo 2001 Åre Svezia Svezia SL
21 dicembre 2001 Kranjska Gora Slovenia Slovenia GS
3 gennaio 2004 Flachau Austria Austria GS
18 gennaio 2004 Wengen Svizzera Svizzera SL
27 gennaio 2004 Schladming Austria Austria SL
5 dicembre 2004 Beaver Creek Stati Uniti Stati Uniti SL
14 gennaio 2005 Wengen Svizzera Svizzera K
26 febbraio 2005 Kranjska Gora Slovenia Slovenia GS
21 dicembre 2005 Kranjska Gora Slovenia Slovenia GS
7 gennaio 2006 Adelboden Svizzera Svizzera GS
13 gennaio 2006 Wengen Svizzera Svizzera SC
22 gennaio 2006 Kitzbühel Austria Austria K
3 febbraio 2006 Chamonix Francia Francia SC
10 marzo 2006 Shigakogen Giappone Giappone SL
17 marzo 2006 Åre Svezia Svezia GS
12 novembre 2006 Levi Finlandia Finlandia SL
6 gennaio 2007 Adelboden Svizzera Svizzera GS
30 gennaio 2007 Schladming Austria Austria SL
3 marzo 2007 Kranjska Gora Slovenia Slovenia GS
9 marzo 2007 Kvitfjell Norvegia Norvegia SC
18 marzo 2007 Lenzerheide Svizzera Svizzera SL
9 dicembre 2007 Bad Kleinkirchheim Austria Austria SL
7 dicembre 2008 Beaver Creek Stati Uniti Stati Uniti GS
12 dicembre 2008 Val-d'Isère Francia Francia SC
10 gennaio 2009 Adelboden Svizzera Svizzera GS
13 marzo 2009 Åre Svezia Svezia GS
11 dicembre 2009 Val-d'Isère Francia Francia SC
25 febbraio 2012 Crans-Montana Svizzera Svizzera SG

Legenda:
GS = Slalom gigante
SL = Slalom speciale
SG = Supergigante
K = Combinata
SC = Supercombinata

Podi in Coppa del Mondo[modifica | modifica sorgente]

Stagione/Specialità Super G Gigante Slalom Combinata SuperC Podi totali
1996 0
1997 0
1998 0
1999 1 1 2 1 5
2000 2 1 3 1 7
2001 1 2 4 1 8
2002 1 2 3
2003 1 1 1 2 5
2004 1 2 1 2 6
2005 1 1 1 2 1 2 2 1 11
2006 1 3 1 1 3 1 2 12
2007 1 2 3 2 1 1 10
2008 1 2 1 1 1 1 7
2009 3 1 1 1 6
2010 1 1 1 1 1 5
2011 1 1 2
2012 1 1 1 3
2013 0
2014 1 1
Totale 1 5 2 14 10 10 14 11 13 2 3 5 1 91
8 34 38 5 6

Coppa Europa[modifica | modifica sorgente]

  • Vincitore della Coppa Europa nel 1998
  • Vincitore della classifica di slalom gigante nel 1998
  • Vincitore della classifica di slalom speciale nel 1998
  • 18 podi:
    • 9 vittorie
    • 4 secondi posti
    • 5 terzi posti

Coppa Europa - vittorie[modifica | modifica sorgente]

Data Luogo Paese Disciplina
8 dicembre 1997 Valloire Francia Francia GS
9 dicembre 1997 Valloire Francia Francia GS
13 dicembre 1997 Nova Ponente Italia Italia SL
22 dicembre 1997 Kreischberg Austria Austria GS
5 gennaio 1998 Kranjska Gora Slovenia Slovenia GS
10 febbraio 1998 St. Moritz Svizzera Svizzera GS
11 febbraio 1998 St. Moritz Svizzera Svizzera SL
11 marzo 1998 Bardonecchia Italia Italia GS
7 dicembre 1998 Valloire Francia Francia GS

Campionati austriaci[modifica | modifica sorgente]

  • Campione austriaco di slalom gigante nel 2000[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b ÖSV-Siegertafel. URL consultato il 17 novembre 2010.
  2. ^ a b (DE) "Lebenslauf" sul sito personale, raich.at. URL consultato il 21 gennaio 2013.
  3. ^ Massimo Brignolo, Sci: Slalom di Flachau, vince la Schild, Moelgg decima in Sport.it, 12 gennaio 2010. URL consultato il 12 ottobre 2010. [Nell'articolo si accenna al fidanzamento tra i due sciatori]
  4. ^ Referto della gara. URL consultato l'11 novembre 2010.
  5. ^ Referto della gara. URL consultato l'11 novembre 2010.
  6. ^ Referto della gara. URL consultato l'11 novembre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]