Francisco Fernández Ochoa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francisco Fernández Ochoa
Francisco Fernández Ochoa in a crowd, talking on a cellphone.jpg
Dati biografici
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 171 cm
Peso 65 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Slalom speciale, combinata
Squadra Club de Esquí Arroyomolinos
Ritirato 1980
Palmarès
Olimpiadi 1 0 0
Mondiali 1 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Francisco Fernández Ochoa detto Paquito[1] (Madrid, 25 febbraio 1950Cercedilla, 6 novembre 2006) è stato uno sciatore alpino spagnolo.

La sua specialità era lo slalom speciale, in cui vinse la medaglia d'oro agli XI Giochi olimpici invernali di Sapporo 1972, conquistando la prima vittoria spagnola nella storia dei Giochi olimpici invernali. Gareggiava comunque in tutte le discipline dell'epoca, quindi anche in discesa libera, slalom gigante e combinata.

Era fratello di Juan Manuel, Blanca, Luis e Dolores, tutti sciatori alpini di alto livello[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Madrid nel 1950 e figlio di un uomo d'affari[2], passò gran parte della sua vita nella vicina Cercedilla, sulla Sierra del Guadarrama, dove iniziò a sciare[senza fonte].

Carriera sciistica[modifica | modifica sorgente]

Attivo negli anni sessanta e settanta, partecipò alla prima competizione internazionale, il Gran premio di Andorra, nel 1963[senza fonte]. Prese parte a quattro edizioni dei Giochi olimpici invernali, tutte valide anche come Mondiali: Grenoble 1968 (23° in slalom, 38° in gigante, 38° in discesa), Sapporo 1972 (oro in slalom, non classificato in gigante), Innsbruck 1976 (9° in slalom, 24° in gigante, 35° in discesa, 6° in combinata - valida solo per i Mondiali 1976) e Lake Placid 1980 (22° in slalom, 22° in gigante, 27° in discesa, 5° in combinata - valida solo per i Mondiali 1980). Partecipò anche ai Mondiali della Val Gardena 1970 (9° in slalom, 9° in combinata) e a quelli di Sankt Moritz 1974 (bronzo in slalom).

L'oro olimpico fu il primo della Spagna nelle Olimpiadi invernali; nella gara di slalom del 13 febbraio 1972 Fernández Ochoa precedette a sorpresa gli italiani Gustav e Roland Thöni.

In Coppa del Mondo ottenne quattro podi, con una vittoria, a Zakopane il 6 marzo 1974, precedendo Gustav Thöni e Hansi Hinterseer. Il suo miglior piazzamento in classifica generale fu il 9º posto conquistato nel 1975; negli altri anni si classificò 38° nel 1969, 55° nel 1970, 39° nel 1971, 34° nel 1973, 15° nel 1974, 63° nel 1976, 91° nel 1979 e 33° nel 1980.

Altre attività[modifica | modifica sorgente]

La statua che celebra Francisco Fernández Ochoa a Cercedilla

È stato per quattro volte nominato quale portabandiera per la propria nazione ai giochi olimpici ed è l'unico atleta ad aver sfilato alla cerimonia di apertura delle olimpiadi per due volte nello stesso anno, nel 1972, quando fu l'alfiere della Spagna sia ai giochi di Sapporo che a quelli di Monaco di Baviera[1].

Nel 1980 si trasferì negli Stati Uniti d'America, gareggiandovi come professionista per tre anni. Tornato in Spagna, si dedicò al commercio di articoli sportivi. Nel 1988[senza fonte] divenne membro del comitato organizzatore dei Mondiali della Sierra Nevada, che si sono disputati nel 1996[2].

Fernández Ochoa è morto a Cercedilla, a causa di un tumore linfatico[1], all'età di 56 anni.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Olimpiadi[modifica | modifica sorgente]

Mondiali[modifica | modifica sorgente]

  • 1 medaglia, oltre a quella conquistata in sede olimpica:

Coppa del Mondo[modifica | modifica sorgente]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 9º nel 1975
  • 4 podi:
    • 1 vittoria
    • 2 secondi posti
    • 1 terzo posto

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica sorgente]

Data Luogo Paese Disciplina
6 marzo 1974 Zakopane Polonia Polonia SL

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale del Merito Sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale del Merito Sportivo
— 30 novembre 2001[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Scheda Sports-reference. URL consultato l'8 marzo 2009.
  2. ^ a b Paolo De Chiesa, I miei campioni: Francisco Fernández Ochoa in Sito ufficiale dei XX Giochi olimpici invernali, 14 ottobre 2005. URL consultato l'11 dicembre 2010.
  3. ^ Real Orden del Mérito Deportivo

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Alfiere della Spagna ai Giochi olimpici estivi Successore
Gonzalo Fernández Monaco di Baviera 1972 Enrique Rodríguez
Predecessore Alfiere della Spagna ai Giochi olimpici invernali Successore
Aurelio García Sapporo 1972 Francisco Fernández Ochoa I
Francisco Fernández Ochoa Innsbruck 1976 Francisco Fernández Ochoa II
Francisco Fernández Ochoa Lake Placid 1980 Blanca Fernández Ochoa III

Controllo di autorità VIAF: 87564601