Peter Lüscher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Peter Lüscher
Dati biografici
Nazionalità Svizzera Svizzera
Altezza 175 cm
Peso 73 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Discesa libera, slalom gigante, slalom speciale, combinata
Ritirato 1985
Palmarès
Mondiali 0 1 0
Coppa del Mondo 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Peter Lüscher (Adliswil, 14 ottobre 1956) è un ex sciatore alpino svizzero.

È sposato con la francese Fabienne Serrat, a sua volta sciatrice alpina di alto livello[1], con la quale ha avuto due figli[senza fonte].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Sciatore polivalente inizialmente slalomista e in seguito dedicatosi alla discesa libera e al gigante, Peter Lüscher nel 1979 riuscì a vincere a sorpresa la Coppa del Mondo grazie ad una novità nel calcolo dei punteggi introdotta nel regolamento durante il periodo di maggior successo di Ingemar Stenmark, per limitarne il dominio in Coppa[2]: quell'anno, a fronte delle tredici vittorie del fuoriclasse svedese, Lüscher si aggiudicò la coppa di cristallo grazie ai punti guadagnati nelle combinate (cui Stenmark non partecipava), ottenendo una sola vittoria, nello slalom di Garmisch-Partenkirchen.

In seguito, a parte alcuni buoni risultati nelle discipline veloci, ha conquistato la medaglia d'argento in combinata ai Mondiali del 1982 disputati a Schladming in Austria.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Mondiali[modifica | modifica sorgente]

  • 1 medaglia d'argento (in combinata nel 1982)

Coppa del Mondo[modifica | modifica sorgente]

  • Vincitore della Coppa del Mondo nel 1979
  • 25 podi:
    • 6 vittorie (1 in discesa, 1 in supergigante, 1 in slalom, 3 in combinata)
    • 10 secondi posti
    • 9 terzi posti

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica sorgente]

Data Luogo Paese Disciplina
10 dicembre 1978 Schladming Austria Austria K
28 gennaio 1979 Garmisch-Partenkirchen bandiera Germania Ovest SL
28 gennaio 1979 Garmisch-Partenkirchen bandiera Germania Ovest K
16 dicembre 1979 Madonna di Campiglio Italia Italia K
5 febbraio 1983 St. Anton Austria Austria DH
9 febbraio 1983 Garmisch-Partenkirchen bandiera Germania Ovest SG

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scheda Sports-reference. URL consultato il 9 ottobre 2010.
  2. ^ Paolo De Chiesa, I miei campioni. Ingemar Stenmark in Sito ufficiale dei XX Giochi olimpici invernali, 23 maggio 2003. URL consultato il 9 ottobre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]