Fabienne Serrat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fabienne Serrat
Dati biografici
Nazionalità Francia Francia
Altezza 170 cm
Peso 63 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Slalom gigante, slalom speciale, combinata
Squadra Dauphine
L'Alpe d'Huez
Ritirata 1984
Palmarès
Mondiali 2 0 1
Coppa Europa 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Fabienne Serrat (Le Bourg-d'Oisans, 5 luglio 1956) è un'ex sciatrice alpina francese. Specialista delle gare tecniche originaria dell'Alpe d'Huez[senza fonte] e in attività negli anni settanta e ottanta, vinse due medaglie d'oro ai Mondiali prima ancora di compiere diciotto anni; in Coppa del Mondo riuscì a conquistare tre successi: due in slalom speciale e uno in slalom gigante.

È sposata con lo svizzero Peter Lüscher, a sua volta sciatore alpino di alto livello[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Stagioni 1973-1975[modifica | modifica sorgente]

Ottenne il primo risultato di rilievo in Coppa del Mondo poco più che sedicenne, il 20 dicembre 1972 a Saalbach, classificandosi 17ª in uno slalom gigante. Sul finire di quella stessa stagione colse anche il primo podio, il 22 marzo 1973 a Heavenly Valley: 2ª in slalom speciale.

L'anno dopo vinse la sua prima gara di Coppa del Mondo, lo slalom gigante del 5 gennaio 1974 a Bad Gastein, e debuttò ai Mondiali: a Sankt Moritz 1974 conquistò la medaglia d'oro sia nello slalom gigante sia nella combinata, mentre in discesa libera fu 10ª e in slalom speciale 4ª.

Stagioni 1976-1980[modifica | modifica sorgente]

Al debutto olimpico, Innsbruck 1976, fu 21ª nella discesa libera e non concluse lo slalom speciale. Ai Mondiali di Garmisch-Partenkirchen 1978 incrementò il suo palmarès vincendo la medaglia di bronzo nella combinata, mentre nello slalom gigante e nello slalom speciale fu rispettivamente 6ª e 5ª.

Due anni dopo, ai XIII Giochi olimpici invernali di Lake Placid 1980, fu alfiere della Francia durante la cerimonia di apertura e sfiorò il podio nello slalom gigante, chiudendo ad appena un centesimo di secondo di distacco dal tempo marcato dalla vincitrice della medaglia di bronzo, la sua compagna di squadra Perrine Pelen[2]. Non terminò invece la prova di slalom speciale.

Stagioni 1981-1984[modifica | modifica sorgente]

Il 13 dicembre 1980 a Piancavallo conquistò in slalom speciale la sua ultima vittoria in Coppa del Mondo. Nel 1982 ai Mondiali di Schladming, sua ultima partecipazione iridata, fu 5ª nello slalom gigante e 10ª nello slalom speciale.

Il 18 marzo 1983 a Furano ottenne il suo ultimo podio in Coppa del Mondo (2ª in slalom gigante); l'anno dopo ai XIV Giochi olimpici invernali di Sarajevo 1984 non concluse la prova di slalom gigante. Si ritirò al termine di quella stessa stagione; il suo ultimo piazzamento in Coppa fu il 15º posto nello slalom gigante di Lake Placid del 7 marzo.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Mondiali[modifica | modifica sorgente]

Coppa del Mondo[modifica | modifica sorgente]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 4ª nel 1978
  • 37 podi:
    • 3 vittorie (2 slalom speciali, 1 slalom gigante)
    • 16 secondi posti
    • 18 terzi posti

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica sorgente]

Data Località Paese Specialità
5 gennaio 1974 Bad Gastein Austria Austria GS
17 dicembre 1975 Cortina d'Ampezzo Italia Italia SL
13 dicembre 1980 Piancavallo Italia Italia SL

Legenda:
GS = slalom gigante
SL = slalom speciale

Coppa Europa[modifica | modifica sorgente]

Campionati francesi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scheda Sports-reference. URL consultato il 16 dicembre 2010.
  2. ^ Referto della gara. URL consultato l'11 agosto 2014.
  3. ^ a b (DE) ÖSV-Siegertafel. URL consultato il 16 dicembre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Alfiere della Francia ai Giochi olimpici invernali Successore
Danièle Debernard Lake Placid 1980 Yvon Mougel