Tom Stiansen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tom Stiansen (Asker, 3 settembre 1970) è un conduttore televisivo ed ex sciatore alpino norvegese, campione del mondo nello slalom speciale a Sestriere 1997.

È figlio di Svein-Erik, pattinatore di velocità di alto livello[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera sciistica[modifica | modifica wikitesto]

Tom Stiansen
Dati biografici
Nazionalità Norvegia Norvegia
Altezza 181 cm
Peso 90 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Slalom gigante, slalom speciale
Squadra Asker SK
Ritirato 2005
Palmarès
Mondiali 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Nato a Borgen di Asker e inizialmente specialista delle prove veloci, in seguito Stiansen si dedicò prevalentemente a quelle tecniche e, in particolare, allo slalom speciale.

Stagioni 1992-1996[modifica | modifica wikitesto]

Ottenne il primo risultato di rilievo in Coppa del Mondo il 12 gennaio 1992 nel supergigante di Garmisch-Partenkirchen, conquistando l'8º posto. Un mese più tardi partecipò ai XVI Giochi olimpici invernali di Albertville 1992, piazzandosi 32º nella discesa libera, 8º nel supergigante e non concludendo la combinata.

Il 16 gennaio 1996 arrivò per la prima volta sul podio in Coppa del Mondo, giungendo terzo nello slalom gigante di Adelboden sulla Chuenisbärgli. Quello stesso anno partecipò alla prima delle sue quattro edizioni dei Campionati mondiali, Sierra Nevada 1996, classificandosi 13º nello slalom speciale e non completando lo slalom gigante.

Stagioni 1997-2005[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1996-1997 Stiansen raggiunse l'apice della carriera agonistica. In Coppa del Mondo il 1º dicembre vinse la sua unica gara, lo slalom speciale di Breckenridge, mentre ai Mondiali di Sestriere raccolse il successo più significativo della sua carriera: infatti si aggiudicò la prova di slalom speciale davanti a Sébastien Amiez e ad Alberto Tomba - grande favorito[1] -, vincendo la medaglia d'oro. Non completò invece lo slalom gigante.

L'anno dopo partecipò ai XVIII Giochi olimpici invernali di Nagano 1998, piazzandosi 17º nello slalom gigante e 4º nello slalom speciale. Ai successivi Mondiali di Vail/Beaver Creek 1999 fu 14º nello slalom gigante e non terminò lo slalom speciale, mentre nelle sue ultime apparizioni olimpiche e iridate, Salt Lake City 2002 e Sankt Moritz 2003, gareggiò soltanto nello slalom speciale, classificandosi rispettivamente 12º e 8º. Il 29 febbraio 2004 sulla Podkoren di Kranjska Gora colse il suo ultimo podio in Coppa del Mondo, 2º in slalom speciale, e disputò la sua ultima gara in carriera il 27 febbraio 2005 nella medesima località, senza concludere lo slalom speciale di Coppa del Mondo.

Carriera televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2006 è il conduttore del reality show 71° nord in onda sulla rete televisiva norvegese TVNorge; accanto all'attività televisiva pratica intensamente il golf[1].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 26º nel 1997
  • 7 podi:
    • 1 vittoria
    • 2 secondi posti
    • 4 terzi posti

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
1º dicembre 1996 Breckenridge Stati Uniti Stati Uniti SL

Legenda:
SL = slalom speciale

Nor-Am Cup[modifica | modifica wikitesto]

  • 2 podi:
    • 1 vittoria
    • 1 secondo posto

Nor-Am Cup - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
27 novembre 1996 Beaver Creek Stati Uniti Stati Uniti GS

Legenda:
GS = slalom gigante

Campionati norvegesi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (NO) Min Drømmeball – Tom Stiansen in golfnews.no, 26 marzo 2012. URL consultato il 18 dicembre 2014.
  2. ^ (EN) Profilo FIS (dati parziali). URL consultato il 18 dicembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]