Yohan Benalouane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Yohan Benalouane
Yohan Benalouane.jpg
Benalouane in allenamento con l'Atalanta nel 2014
Nazionalità Francia Francia
Tunisia Tunisia (dal 2010)
Altezza 187 cm
Peso 85 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Nottingham Forest
Carriera
Giovanili
1996-2000600px Red HEX-FF0000 H White stripe.svg Tricastin
2000-2001Nero e Azzurro (Strisce).png Racing Blondel Bollène
2001-2006Saint-Étienne
Squadre di club1
2007-2010Saint-Étienne66 (2)
2010-2012Cesena26 (0)
2012-2014Parma25 (1)
2014-2015Atalanta44 (1)
2015-2016Leicester City4 (0)
2016Fiorentina0 (0)
2016-2019Leicester City12 (0)
2019-Nottingham Forest14 (1)
Nazionale
2008Francia Francia U-211 (0)
2010-Tunisia Tunisia5 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 maggio 2018

Yohan Benalouane (in arabo: يوهان بن علوان‎; Bagnols-sur-Cèze, 28 marzo 1987) è un calciatore francese naturalizzato tunisino, difensore del Nottingham Forest.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Può giocare sia come difensore centrale che come terzino destro.[1] Forte fisicamente, aggressivo, bravo nel gioco aereo e abile coi piedi.[2] Soprannominato "L'indomito" a dimostrazione della sua spiccata caratteristica di spinta senza paura.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Saint-Étienne[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili del Saint-Étienne, dalla stagione 2007-2008 viene aggregato alla prima squadra con la quale esordisce il 12 gennaio 2008 nella sconfitta per 2 a 0 contro il Valenciennes, Yohan gioca gli interi 90 minuti della gara. Conclude la sua prima stagione da professionista con 6 presenze totali in Ligue 1.

La stagione successiva diventa titolare dei Verts, esordendo in Coppa UEFA il 2 ottobre 2008 nella vittoria per 2 a 1 contro l'Hapoel Tel Aviv. Il primo gol da professionista lo segna in Coppa UEFA contro il Werder Brema il 18 marzo 2009, solamente 4 giorni dopo si replica, questa volta in Ligue 1, contro il Lorient. Termina la stagione con 40 gare totali tra Campionato, Coppe nazionali ed europee.

L'anno seguente gioca altre 33 gare tra Ligue 1 e Coppe nazionali mettendo a segno un altro gol il 3 aprile 2010 nella vittoria per 2 a 0 contro il Le Mans.

Cesena e Parma[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 agosto 2010 si trasferisce a titolo definitivo per 1,1 milioni di euro nella Serie A italiana per giocare nelle file del Cesena. Esordisce in A il 2 ottobre seguente, giocando da titolare la partita persa per 2 a 0 contro l'Udinese. La sua prima stagione lo vede schierato in campo in 16 occasioni tra Serie A e Coppa Italia.

Il suo primo gol con la maglia bianconera lo realizza invece il 30 novembre 2011 nella gara, valida come Quarto turno della Coppa Italia 2011-2012, vinta per 3 a 0 contro il Gubbio, realizzando il gol del momentaneo 2-0.

Il 20 agosto 2012 si trasferisce al Parma con la formula del prestito con diritto di riscatto della metà del cartellino[3]. Esordisce con la maglia crociata il 22 settembre 2012 nella partita casalinga contro la Fiorentina, terminata 1-1. La sua seconda apparizione ha luogo il 7 ottobre 2012 nella partita persa per 2-0 con il Catania, partita nella quale viene anche espulso per somma di ammonizioni. Segna il suo primo gol con la maglia del Parma (il primo anche in Serie A) il 30 marzo 2013 nel match vinto 3-0 in casa contro il Pescara. Il 20 giugno 2013, dopo 22 partite e 1 gol tra Campionato e Coppa Italia, il Parma riscatta la metà del cartellino del calciatore dal Cesena per 650 mila euro.

Atalanta[modifica | modifica wikitesto]

Nelle file del Parma trova poco spazio e il 3 gennaio 2014, dopo solamente 5 presenze totali nella prima parte della stagione 2013-2014, si trasferisce all'Atalanta con la formula del prestito con diritto di riscatto della metà del cartellino in possesso del Parma. Esordisce con i bergamaschi il 6 gennaio 2014 allo Stadio Giuseppe Meazza contro il Milan, nella partita persa 3-0. Con l'Atalanta gioca con più continuità, infatti in metà stagione viene schierato in campo in 18 occasioni tra Serie A e Coppa Italia.

L'8 luglio 2014 viene acquistato l'intero cartellino del calciatore dall'Atalanta; il 7 dicembre 2014 segna il suo primo gol con la maglia della squadra bergamasca, nella partita vinta per 3-2 contro il Cesena. Termina la sua seconda stagione in Lombardia con 27 presenze e 1 gol in A e 2 gare di Coppa Italia.

Leicester City ed il prestito alla Fiorentina[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 agosto 2015 si trasferisce a titolo definitivo in Inghilterra, firmando per il Leicester City, squadra di Premier League[4]. Compie il suo debutto in Premier League il successivo 8 agosto, quando gioca gli ultimi 15 minuti della partita vinta per 4-2 contro il Sunderland[5]. In campionato nelle prime 19 giornate gioca solamente in 4 occasioni, tutte da subentrante, per un totale di 64 minuti effettivi, invece è utilizzato in tutti e 3 i match di coppa di lega per le intere durate delle gare.

Il 1º febbraio 2016 si trasferisce in prestito alla Fiorentina[6] per 300.000 euro, con diritto di riscatto fissato a 6 milioni di euro.[7] In sei mesi non scende mai in campo con la viola. Il 7 maggio è presente al King Power Stadium per la festa del Leicester, vincitore del titolo inglese, di cui però il giocatore non si può fregiare non avendo raggiunto le cinque presenze, soglia minima richiesta per l'attribuzione del titolo[8].

Rientrato al Leicester, è escluso dalla rosa per la stagione 2016-2017. Nel gennaio 2017 è reintegrato in rosa dopo le partenze di Luis Hernández e Jeffrey Schlupp. Torna in campo l'8 febbraio 2017 nel replay del quarto turno di FA Cup contro il Derby County, vinto per 3-1. Nonostante le poche presenze stagionali, debutta da titolare in UEFA Champions League in occasione dei quarti di finale contro l'Atlético Madrid, giocando sia nella gara persa in trasferta per 1-0 dell'andata (per l'infortunio di Wes Morgan)[9] che nella gara di ritorno pareggiata in casa per 1-1 (per la squalifica di Robert Huth).[10] Nel 2017-2018 scende in campo in sole 5 occasioni in tutta la stagione.

Nottingham Forest[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver cominciato l'annata 2018-2019 nelle file del Leicester senza mai scendere in campo, il 18 gennaio 2019 firma un contrarto di un anno e mezzo con il Nottingham Forest, squadra della seconda divisione inglese.[11]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 ottobre 2008 viene convocato per la prima volta dalla nazionale Under-21 francese per prendere parte alle gare valide per le qualificazioni ad Euro 2009 del 10 e 14 ottobre seguente contro la Germania; Benalouane esordisce nella seconda gara, persa per 1 a 0, subentrando al 21' minuto al posto dell'infortunato Younes Kaboul[12].

Nel settembre 2010 viene convocato dalla nazionale maggiore tunisina per prendere parte alle gare di qualificazioni alla Coppa d'Africa 2012 senza però scendere mai in campo.

Riceve un'altra convocazione nel 2013 che però non accetta.[13][14]

Nel 2018 tornerà sui propri passi accettando la chiamata della selezione africana[14][15] con cui debutta il 23 marzo contro l'Iran in amichevole. Lo stesso anno verrà convocato per il Mondiale in Russia, in cui giocherà solo la sfida persa per 5-2 contro il Belgio (rilevando al 41esimo l'infortunato Syam Ben Youssef)[16] in cui è protagonista in negativo della gara.[17][18]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 29 settembre 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2007-2008 Francia Saint-Étienne L1 6 0 CF+CdL 0+0 0 - - - - - - 6 0
2008-2009 L1 29 1 CF+CdL 1+1 0 CU 9 1 - - - 40 2
2009-2010 L1 29 1 CF+CdL 3+1 0 - - - - - - 33 1
ago. 2010 L1 1 0 CF+CdL 0+0 0 - - - - - - 1 0
Totale Saint'Étienne 65 2 6 0 9 1 - - 80 3
2010-2011 Italia Cesena A 15 0 CI 1 0 - - - - - - 16 0
2011-2012 A 11 0 CI 3 1 - - - - - - 14 1
ago. 2012 B 0 0 CI 2 0 - - - - - - 2 0
Totale Cesena 26 0 6 1 - - - - 32 1
2012-2013 Italia Parma A 21 1 CI 1 0 - - - - - - 22 1
2013-gen. 2014 A 4 0 CI 1 0 - - - - - - 5 0
Totale Parma 25 1 2 0 - - - - 27 1
gen.-giu. 2014 Italia Atalanta A 17 0 CI 1 0 - - - - - - 18 0
2014-2015 A 27 1 CI 2 0 - - - - - - 29 1
Totale Atalanta 44 1 3 0 - - - - 47 1
2015-gen.2016 Inghilterra Leicester City PL 4 0 FACup+CdL 2+3 0+0 - - - - - - 9 0
gen.-giu. 2016 Italia Fiorentina A 0 0 CI - - UEL 0 0 - - - 0 0
2016-2017 Inghilterra Leicester City PL 11 0 FACup+CdL 2+3 0 UCL 2 0 SI 0 0 18 0
2017-2018 PL 1 0 FACup+CdL 3+1 0 - - - - - - 5 0
2018-gen.2019 PL 0 0 FACup+CdL 0 0 - - - - - - 0 0
Totale Leicester City 16 0 14 0 2 0 - - 30 0
gen.-giu. 2019 Inghilterra Nottingham Forest FLC 14 1 FACup+CdL 0 0 - - - - - - 14 1
2019-2020 FLC 0 0 FACup+CdL 0 0 - - - - - - 0 0
Totale Nottingham Forest 14 1 0 0 0 0 - - 14 1
Totale carriera 190 5 31 1 11 1 - - 232 7

Cronologia delle presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Francia Under-21[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Francia Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
14-10-2008 Longeville-lès-Metz Francia Under-21 Francia 0 – 1 Germania Germania Under-21 Qual. Europeo Under-21 2009 - Ingresso al 21’ 21’ Ammonizione al 84’ 84’
Totale Presenze 1 Reti 0

Tunisia[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Tunisia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
23-3-2018 Rades Tunisia Tunisia 1 – 0 Iran Iran Amichevole -
27-3-2018 Nizza Tunisia Tunisia 1 – 0 Costa Rica Costa Rica Amichevole - Ingresso al 90’ 90’
28-5-2018 Braga Portogallo Portogallo 2 – 2 Tunisia Tunisia Amichevole -
9-6-2018 Krasnodar Spagna Spagna 1 – 0 Tunisia Tunisia Amichevole - Ingresso al 78’ 78’
23-6-2018 Mosca Belgio Belgio 5 – 2 Tunisia Tunisia Mondiali 2018 - 1º turno - Ingresso al 41’ 41’
Totale Presenze 5 Reti 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ SCHEDA VN: Kone e Benalouane, gli ultimi due arrivi in casa viola violanews.com
  2. ^ Antonioli: “Benalouane? Aggressivo e bravo coi piedi. Ma a volte perde la testa..” Archiviato il 2 febbraio 2016 in Internet Archive. fiorentina.it
  3. ^ UFFICIALE: Benalouane al Parma, tuttomercatoweb.com.
  4. ^ Benalouane saluta Bergamo[collegamento interrotto] Atalantini.com
  5. ^ Referto partita Soccerway.com
  6. ^ BENALOUANE È UN CALCIATORE DELLA FIORENTINA violachannel.tv
  7. ^ DIRETTA MERCATO – Benalouane-Fiorentina: Le cifre dell'operazione fiorentinanews.com
  8. ^ Alessandro Di Gioia, Momenti Di Gioia, ecco dov'è finito Benalouane: festeggia a Leicester!, su calciomercato.com, 9 maggio 2016. URL consultato il 2 maggio 2017.
  9. ^ Redazione VN, Sorpresa Benalouane: in campo da titolare nei quarti di Champions, su ViolaNews.com, 12 aprile 2017. URL consultato il 2 maggio 2017.
  10. ^ Marco Conterio, Verso Leicester-Atletico: Benalouane per Huth. Torres ancora titolare, su TUTTOmercatoWEB.com, 18 aprile 2017. URL consultato il 2 maggio 2017.
  11. ^ (EN) Benalouane joins The Reds (Nottingham Forest), 18 gennaio 2019.
  12. ^ (FR) Football:Eliminatoires Euro Espoirs 2009 Retour Barrages, la fiche de FRANCE-ALLEMAGNE[collegamento interrotto], lequipe.fr. URL consultato il 28 agosto 2010.
  13. ^ Tunisie : Yohan Benalouane aurait décliné la convocation de Maâloul | Revue de Sport, su www.gnet.tn. URL consultato il 29 gennaio 2019.
  14. ^ a b Benalouane, tra speranza mondiale e critiche di opportunismo, su Atalantini.com, 27 marzo 2018. URL consultato il 29 gennaio 2019.
  15. ^ (EN) Foxes Set For International Duty, su www.lcfc.com. URL consultato il 29 gennaio 2019.
  16. ^ (EN) Benjamin Strack-Zimmermann, Belgium vs. Tunisia (5:2), su www.national-football-teams.com. URL consultato il 29 gennaio 2019.
  17. ^ Redazione, Benalouane e Skhiri letteralmente travolti da un super Belgio: Lukaku e Hazard show, su Fiorentinanews.com. URL consultato il 29 gennaio 2019.
  18. ^ Stefano Niccoli, Benalouane, disastro mondiale: prestazione sconcertante contro il Belgio, su Viola News, 23 giugno 2018. URL consultato il 29 gennaio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]