Robert Green

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robert Green
Robert-Greenpp.jpg
Robert Green
Dati biografici
Nome Robert Paul Green
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Altezza 191 cm
Peso 93 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Portiere
Squadra QPR QPR
Carriera
Giovanili
Norwich City Norwich City
Squadre di club1
1999-2006 Norwich City Norwich City 241(-?)
2006-2012 West Ham West Ham 241(-?)
2012- QPR QPR 46 (-7)
Nazionale
2005- Inghilterra Inghilterra 11 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 settembre 2012

Robert Paul Green (Chertsey, 18 gennaio 1980) è un calciatore inglese, portiere del Queens Park Rangers e della Nazionale inglese.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Norwich City[modifica | modifica sorgente]

Green arrivò nella squadra del Norwich dalla sezione giovanile e debuttò l'11 aprile 1999, in un pareggio a reti bianche nel derby con l'Ipswich Town. Tuttavia le occasioni per mettersi in mostra arrivarono solo con la partenza del titolare Andy Marshall. Diventò una delle pedine fondamentali della stagione 2001-02, conclusasi con la finale ai play-off per la Premier League persa con il Birmingham City.

Nell'agosto del 2006 il Norwich accettò un contratto di 2 milioni di sterline dal West Ham per il trasferimento di Green; in totale il portiere ha realizzato 241 presenze.

West Ham[modifica | modifica sorgente]

Green firmò un quadriennale col West Ham, nel quale debuttò il 22 ottobre 2006 contro il Tottenham.

Nella stagione 2007-2008 Green ha salvato più volte la squadra dai calci di rigore: una prima volta parando il tiro di Kevin Doyle del Reading, una seconda contro Benjani del Portsmouth.

Il 4 giugno 2012 David Gold, presidente del West Ham, annuncia che il suo contratto, in scadenza, non sarà rinnovato.[1]

Queens Park Rangers[modifica | modifica sorgente]

Il 21 giugno 2012 firma un contratto con il Queens Park Rangers che sarà valido dal successivo 1º luglio. Il 18 agosto in seguito alla sconfitta con lo Swansea City per 5-0 e il pareggio per 1-1 contro il Norwich City verrà sostituito dal neo-acquisto Júlio César. Durante la partita con il Sunderland sul finire del primo tempo Júlio César sarà costretto ad uscire e Green entrerà in campo e nel secondo tempo sarà autore di grandi parate e di una grande performance. Dopo la partita contro il Sunderland, Green continua a giocare come titolare nei pareggi contro Aston Villa e Wigan Athletic e non ha fatto rimpiangere il portiere brasiliano al momento infortunato. La partita dopo, quella del derby contro il Fulham, partita vinta 2-1 al 94º minuto è autore di una parata incredibile che nega la rete del pareggio agli avversari e permette alla sua squadra di guadagnare la prima vittoria, l'ultima risaliva ai primi di maggio contro lo Stoke City. Anche se Júlio César si era ripreso dall'infortunio, continua a giocare nelle partite seguenti. Il 2 marzo 2013 gioca la sua 10 partita subentrando contro il Southampton al solito Júlio César infortunatosi nel verso il 60 minuto. Green riesce a difendere la porta e con le sue parate riesce a mantenere il pareggio fino a quando il Queens Park Rangers, grazie a Jay Bothroyd vince per 2-1 negli ultimi minuti centrando la terza vittoria.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Green fu convocato per la prima volta nella nazionale durante la sua esperienza al Norwich City; nel 2005 diventò il sesto giocatore del club a vestire la maglia dei Tre Leoni, quando entrò in campo contro la Colombia.

Nonostante la retrocessione del Norwich, venne regolarmente convocato alla spedizione inglese per i Mondiali 2006 venendo sostituito a causa di un infortunio rimediato poco prima dell'inizio della competizione.

Dopo la mancata qualificazione della squadra al campionato europeo 2008, nel 2010 viene chiamato dal commissario tecnico Fabio Capello per disputare il Mondiale in Sudafrica. Durante la manifestazione, degno di nota è un suo errore[2] su un tiro di Clint Dempsey nella partita contro gli Stati Uniti, la prima del girone, che terminerà 1-1. In seguito, Green è stato soggetto a numerose critiche dalla stampa inglese[3].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ West Ham: Green addio UFFICIALE. URL consultato il 04-6-2012.
  2. ^ Green, papera-regalo agli Usa. URL consultato il 12-6-2010.
  3. ^ Dall'Inghilterra sparano su Green ("portiere di m...") e Capello: il c.t. dovrà cambiare qualcosa già in vista del match con l'Algeria - Goal.com

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]