Neuchâtel Xamax Football Club Serrières

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Neuchâtel Xamax)
Jump to navigation Jump to search
Neuchâtel Xamax Football Club Serrières
(Neuchâtel Xamax)
Calcio Football pictogram.svg
Neuchatel Xamax FCS.svg
Neocastellani, Xamax
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Rosso e Nero.svg Rosso, nero
Dati societari
Città Neuchâtel
Nazione Svizzera Svizzera
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Switzerland (Pantone).svg ASF/SFV
Campionato Super League
Fondazione 1912
Rifondazione2013
Presidente Svizzera Christian Binggeli
Allenatore Svizzera Stéphane Henchoz
Stadio La Maladière
(12.000 posti)
Sito web www.xamax.ch
Palmarès
Campionato svizzeroCampionato svizzero
Campionati svizzeri 2
Trofei nazionali 3 Supercoppe di Svizzera
Si invita a seguire il modello di voce

Il Neuchâtel Xamax Football Club Serrières è una società calcistica svizzera con sede nella città di Neuchâtel. Nasce il 16 giugno 1970, dalla fusione tra il Cantonal Neuchâtel (1906) e lo Xamax (1912). La società è stata rifondata nel 2012 con il nome di Neuchâtel Xamax 1912 e successivamente nel 2013 con il nome di Neuchâtel Xamax FCS. Milita nella Super League, il massimo livello del campionato svizzero. Il club gioca le sue partite casalinghe nello Stade de la Maladière.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Neuchâtel e Cantonal Neuchâtel[modifica | modifica wikitesto]

La prima squadra fondata nella città di Neuchâtel è, nel 1893, il FC Neuchâtel-Rovers; al nome più tardi (1905) verrà rimossa la seconda parte, rimanendo FC Neuchâtel. Questa compagine partecipa a 6 campionati dell'epoca pionieristica del campionato elvetico (prima apparizione nel 1898). Nel 1906 questo club ed il FC Vignoble (fondato nel 1900), fondendosi, danno vita ad una nuova squadra, il FC Cantonal Neuchâtel, che nel campionato 1915-16 riesce ad aggiudicarsi il titolo nazionale (il primo ed unico della sua storia), sconfiggendo nel girone finale FC Winterthur-Veltheim e BSC Old Boys Basel. Il Cantonal rimarrà la principale squadra della città fino alla fine degli anni sessanta.

La nascita del Neuchâtel Xamax[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 giugno 1970, dalla fusione tra FC Cantonal Neuchâtel e FC Xamax (fondato nel 1912 ma mai arrivato ai massimi livelli nazionali), nasce l'attuale squadra, il Neuchâtel Xamax.[1] Il nome Xamax deriva da uno dei fondatori dello stesso club, Max Abegglen, soprannominato Xam. I calciatori più prestigiosi della società neocastellana sono stati il tedesco Uli Stielike, il bulgaro Trifon Ivanov, l'ungherese Lajos Détári, l'italo-svizzero Guerino Gottardi e il rumeno Viorel Moldovan.

L'era Chagaev (2011-2012)[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2011, Sylvio Bernasconi, allora presidente del club, vende le sue azioni a Bulat Chagaev, un ricco imprenditore ceceno vicino al Presidente Ramzan Kadyrov. Il 12 maggio 2011 la carica di presidente viene affidata all'ex calciatore russo Andreï Rudakov. In seguito Chagaev nomina presidente Islam Satujev, lasciando così a Rudakov la carica di direttore sportivo. Nell'organigramma societario entra Gilbert Facchinetti, presidente del club dal 1979 al 2003, il quale viene nominato presidente onorario.

Il 18 gennaio 2012 è stata revocata la licenza della Super League allo Xamax, mentre la squadra si trovava al 4º posto. Questa sanzione fu dovuta alla non consegna alla Swiss Football League di documenti finanziari ed altre informazioni sul cambio di proprietà avvenuto nel mese di maggio 2011. Per di più, il presidente Chagaev aveva contraffatto dei documenti della Bank of America per poter provare alla commissione della Swiss Football League di poter essere in grado di sopperire ai bisogni economici del club neocastellano.

Il 24 gennaio 2012 Bulat Chagaev libera i giocatori della prima squadra.[2] Due giorni dopo, la giustizia neocastellana dichiara fallito il Neuchâtel:[3] il club aveva accumulato un totale di 8 milioni di franchi svizzeri (circa 6,5 milioni di euro) di debiti.[4]

Il Neuchâtel Xamax 1912[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2012 viene inaugurata la "Fondation Gilbert Facchinetti",[5] il cui obiettivo è quello di riportare la squadra ai massimi livelli, partendo dai giovani della formazione Under 21. Nella stagione 2012-2013 la formazione neocastellana riparte così dalla Seconda Lega interregionale.

Il Neuchâtel Xamax FCS[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 aprile 2013 si svolge un'assemblea in cui si decide la fusione tra il Neuchâtel Xamax Football Club e il Football Club Serrières per dar vita al Neuchâtel Xamax Football Club Serrières.[6] La squadra militerà in Prima Lega Classic a partire dalla stagione 2013-2014. La maglia sarà rossonera per le gare interne, colori ereditati dal Neuchâtel Xamax, mentre sarà di colore biancoverde, per ricordare il FC Serrières, per quelle esterne.[7]

Nel 2018 il club torna nella Super League. Conclude il campionato al 9º posto (penultimo) con 37 punti, giocanodosi, così, lo spareggio promozione/retrocessione contro la seconda di Challenge League, l’Aarau. Nonostante il pesantissimo 4-0 casalingo subito dagli avversari all’andata, quattro giorni dopo, il 2 giugno 2019, il club ribalta la situazione eguagliando il risultato e portando la sfida ai calci di rigore, dove il Neuchatel si impone senza sbagliarne uno. Il club, di conseguenza, si mantiene nel massimo campionato anche per la stagione seguente.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

(Legenda: Super League (ex-Lega Nazionale A) = 1º livello / Challenge League (ex-Lega Nazionale B) = 2º livello / Prima Lega = 3º livello / Seconda Lega Interregionale = 4º livello / Seconda Lega = 5º livello / Terza Lega = 6º livello / Quarta Lega = 7º livello / Quinta Lega = 8º livello / Sesta Lega = 9º livello)

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Il Neuchâtel Xamax gioca le partite casalinghe allo stadio della Maladière. Completamente rifatto nel 2007 dove sorgeva il precedente vecchio ed omonimo stadio, ha 11.997 posti a sedere, tutti al coperto, e 10 logge VIP. Le dimensioni del campo, in erba sintetica, sono di 105 x 68 m. Oltre al campo da calcio, l'impianto ospita 54 negozi per un'area commerciale di circa 28 000 metri quadrati, 930 posti auto coperti, la sede centrale del corpo comunale dei pompieri e sei palestre. L'investimento totale per il rifacimento della Maladière è stato di circa 230 milioni di franchi svizzeri.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Neuchâtel Xamax 1912.png
Allenatori del Neuchâtel Xamax

Giocatori celebri[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del Neuchâtel Xamax F.C.S.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1986-1987, 1987-1988
1987, 1988, 1990
1972-1973
2006-2007, 2017-2018
2014-2015
2013-2014

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

1990, 1991

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 1985-1986, 1991-1992, 1996-1997
Terzo posto: 1902-1903, 1980-1981, 1984-1985, 1989-1990, 1990-1991, 1994-1995, 1995-1996, 2002-2003
Finalista: 1948-1949-1950[8], 1973-1974, 1984-1985, 1989-1990, 2002-2003, 2010-2011
Semifinalista: 1978-1979, 1979-1980
Finalista: 1976-1977
Secondo posto: 2015-2016, 2016-2017
Terzo posto: 1970-1971, 1971-1972
Finalista: 1982

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche nelle competizioni UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Tabella aggiornata alla fine della stagione 2018-2019.

Competizione Partecipazioni G V N P RF RS
UEFA Champions League 2 8 4 0 4 14 13
Coppa delle Coppe 1 2 0 2 0 2 2
Coppa UEFA/UEFA Europa League 10 50 21 13 16 73 52

Risultati nelle competizioni UEFA per club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Competizione Round Nazione Club Risultato
1987-88 Coppa dei Campioni Sedicesimi di finale Finlandia Kuusysi Lahti 5-0, 1-2
Ottavi di finale Germania Bayern Monaco 2-1, 0-2
1988-89 Coppa dei Campioni Sedicesimi di finale Grecia AE Larissa 1-2, 2-1, (3-0 dr)
Ottavi di finale Turchia Galatasaray 3-0, 0-5

Rosa 2018-2019[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 7 ottobre 2018.

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Federico Nicastro
3 Svizzera D Janick Kamber
4 Svizzera C Pietro Di Nardo
6 Svizzera C Charles Pickel
7 Svizzera D Thibault Corbaz
8 Serbia C Samir Ramizi
9 Costa d'Avorio C Hamed Koné
10 Svizzera A Charles André Doudin
11 Svizzera A Gaëtan Karlen
12 Svizzera C Max Veloso
14 Svizzera C Raphaël Nuzzolo
16 Francia D William Le Pogam
17 Svizzera C Geoffrey Tréand
18 Svizzera C Tunahan Çiçek
N. Ruolo Giocatore
20 Bosnia ed Erzegovina D Mustafa Sejmenović
21 Kosovo C Dilan Qela
23 Svizzera D Mike Gomes
25 Lettonia D Mārcis Ošs
27 Kosovo D Arbenit Xhemajli
28 Svizzera C Liridon Mulaj
30 Svizzera P Laurent Walthert Captain sports.svg
31 Albania D Arbnor Fejzullahu
32 Svizzera P Matthias Minder
46 Spagna D Maikel Santana
55 Svizzera D Igor Djuric
82 Belgio D Jérémy Huyghebaert
88 Rep. Centrafricana A Frédéric Nimani
99 Svizzera A Kemal Ademi

Rosa 2017-2018[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 18 gennaio 2018.

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Federico Nicastro
3 Svizzera D Janick Kamber
4 Svizzera C Pietro Di Nardo
6 Svizzera D Léo Farine
7 Svizzera D Thibault Corbaz
8 Kosovo C Samir Ramizi
10 Svizzera A Charles André Doudin
11 Svizzera A Gaëtan Karlen
12 Svizzera C Max Veloso
14 Svizzera C Raphaël Nuzzolo
15 Togo D Steve Lawson
17 Svizzera C Geoffrey Tréand
19 Svizzera C Marco Delley
N. Ruolo Giocatore
20 Bosnia ed Erzegovina D Mustafa Sejmenović
21 Svizzera C Dilan Qela
22 Bosnia ed Erzegovina C Safet Alic
23 Svizzera D Mike Gomes
27 Kosovo D Arbenit Xhemajli
28 Svizzera C Liridon Mulaj
30 Svizzera P Laurent Walthert Captain sports.svg
32 Svizzera D Linus Obexer
39 Angola C Astor Kilezi
55 Svizzera D Igor Djuric
88 Francia C Frédéric Nimani
99 Svizzera P Loïc Jacot
Svizzera D Leart Murati

Rosa 2016-2017[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Kosovo P Valmir Sallaj
4 Svizzera C Pietro Di Nardo
5 Svizzera D Kiliann Witschi
6 Svizzera D Léo Farine
7 Svizzera D Thibault Corbaz
8 Kosovo C Samir Ramizi
9 Argentina A Dante Senger
10 Svizzera A Charles André Doudin
11 Svizzera A Gaëtan Karlen
12 Svizzera C Max Veloso
14 Svizzera C Raphaël Nuzzolo
15 Svizzera D Michael Gonçalves
N. Ruolo Giocatore
16 Brasile D Matheus Leoni
18 Ghana C Kwadwo Duah
19 Svizzera D Azad Odabasi
20 Bosnia ed Erzegovina D Mustafa Sejmenović
21 Svizzera C Dilan Qela
23 Svizzera D Mike Gomes
29 Svizzera C Pedro Teixeira
30 Svizzera P Laurent Walthert
39 Svizzera C Astor Kilezi
44 Svizzera D Agonit Sallaj
55 Svizzera D Igor Djuric
99 Svizzera P Loïc Jacot-Guillarmod

Rosa 2015-2016[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Albania P Valmir Sallaj
3 Spagna D Jonathan Lara
4 Svizzera C Pietro Di Nardo
5 Svizzera D Kiliann Witschi
6 Svizzera C Valérian Boillat
7 Svizzera D Mael Erard
8 Svizzera C Freddy Mveng
9 Argentina A Dante Senger
10 Svizzera A Charles André Doudin
11 Svizzera A Loic Chatton
14 Svizzera D Julien Bize
16 Albania D Agonit Sallaj
17 Francia A Yassine El Allaoui
N. Ruolo Giocatore
18 Svizzera P Angelo Meneses-Araujo
19 Svizzera C Marco Delley
20 Svizzera D Mustafa Sejmenović
21 Svizzera A Thibaut de Coulon
22 Svizzera A Anđelko Savić
23 Svizzera D Mike Gomes
24 Svizzera C Bastien Oberli
27 Svizzera C Mehdi Challandes
30 Svizzera P Laurent Walthert
31 Svizzera D Jospin Edoh
32 Svizzera A Emmanuel Mast
33 Svizzera D Cedric Zesiger

Rose stagioni passate[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Stagioni del Neuchâtel Xamax F.C.S.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) L'après-guerre, « Galette » et la fusion, Xamax.ch.
  2. ^ (FR) Chagaev libère ses joueurs, lematin.ch, 24 gennaio 2012.
  3. ^ (FR) Surendetté, NE Xamax est mis en faillite, lematin.ch, 26 gennaio 2012.
  4. ^ Neuchâtel Xamax, è finita!, RSI.ch, 18 gennaio 2012.
  5. ^ (FR) Le renouveau de Xamax débute intelligemment, sharkfoot.fr, 3 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 10 novembre 2012).
  6. ^ (FR) Naissance du Neuchâtel Xamas FCS, 20min.ch, 29 aprile 2013.
  7. ^ (FR) La fusion entre Neuchâtel Xamax et Serrières approuvée, arcinfo.ch, 29 aprile 2013.
  8. ^ Come FC Cantonal Neuchâtel.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito della ASF, su football.ch.
  • Sito ufficiale, su xamax.ch. URL consultato il 27 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2006).
  • Dati sul campo di calcio, su swissgrounds.ch. URL consultato il 27 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 9 ottobre 2008).
Controllo di autoritàVIAF (EN135443851 · GND (DE4556944-7