Kup Jugoslavije u nogometu 1991-1992

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kup Jugoslavije u nogometu
1991-1992
Competizione Kup Maršala Tita
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 44ª (ultima)
Organizzatore SFJ
Date dal 14 agosto 1991
al 21 maggio 1992
Luogo Jugoslavia Jugoslavia
Risultati
Vincitore Partizan
(6º titolo)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Kup Maršala Tita 1990-1991 Kup Jugoslavije 1992-1993 Right arrow.svg

La Kup Jugoslavije u nogometu 1991-1992 (Coppa Jugoslava di calcio 1991-1992) fu la 44ª ed ultima edizione della Kup Maršala Tita (ovvero la coppa nazionale calcistica della Jugoslavia) e si disputò durante la disgregazione dello stato jugoslavo.

Le repubbliche di Slovenia e Croazia si dichiararono indipendenti il 25 giugno 1991 durante il pre-campionato. In base agli accordi di Brioni rinviarono il completamento dell'indipendenza all'8 ottobre mentre le squadre delle due repubbliche si ritiravano dal sistema calcistico jugoslavo. Durante il corso della manifestazione dichiararono l'indipendenza anche Macedonia (8 settembre 1991) e Bosnia ed Erzegovina (5 marzo 1992). Dall'8 aprile 1992 la Repubblica Federale di Jugoslavia fu sostituita da Serbia e Montenegro.

Fino alla stagione precedente il torneo si era chiamato Kup Maršala Tita (Coppa del Maresciallo Tito). Tale denominazione decadde a causa dell'Hajduk Spalato, vincitore dell'edizione precedente, che si rifiutò di restituire la coppa alla Federazione calcistica della Jugoslavia dato che, essendo croato, non ricadeva più sotto la sua giurisdizione.

La coppa fu vinta dal Partizan che sconfisse in finale la Stella Rossa nel večiti derbi.

Legenda[modifica | modifica wikitesto]

Simbolo Campionato
(1) Prva Liga 1991-1992
(2) Druga Liga 1991-1992
(HR) Croazia
(SLO) Slovenia
(x) Categoria sconosciuta

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

  • Le 7 squadre croate e quella slovena si sono ritirate dalla competizione per disputare le loro rispettive coppe nazionali.
Squadra 1 Ris. Squadra 2
14.08.1991
(1) Borac Banja Luka n.d. Inker Zaprešić (HR)
(1) Budućnost 0 – 2 Stella Rossa (1)
(X) Crvena Zvezda Gnjilane n.d. Olimpia Lubiana (SLO)
(2) Bečej 4 – 0 Radnički Niš (1)
(2) Bor 1 – 3 Zemun (1)
(X) Igman Ilidža 0 – 3 Partizan (1)
(2) Napredak Kruševac n.d. Rijeka (HR)
(1) Proleter Zrenjanin n.d. Croatia Đakovo (HR)
(X) Selezione J.N.A. n.d. HAŠK Građanski (HR)
(1) Sloboda Tuzla n.d. Hajduk Spalato (HR)
(1) Sutjeska Nikšić 1 - 0 Sarajevo (1)
(X) Tomislav (Tomislavgrad) 0 – 4 Rad Belgrado (1)
(1) Vardar n.d. Osijek (HR)
(1) Vojvodina 1 – 0 Sloboda Užice (2)
(2) Vrbas 1 – 3 Velež Mostar (1)
(1) Željezničar n.d. Rovigno (HR)

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
28.08.1991 25.09.1991
(1) Stella Rossa 6 - 4 Bečej (2) 4 - 3 2 - 1
(1) Zemun 1 - 2 Željezničar (1) 1 - 1 0 - 1
(2) Napredak Kruševac 3 - 1 Borac Banja Luka (1) 3 - 0 0 - 1
(1) Partizan 7 - 1 Vardar (1) 4 - 1 3 - 0
(1) Proleter Zrenjanin 1 - 2 Sloboda Tuzla (1) 0 - 0 1 - 2
(x) Selezione J.N.A. 2 - 3 Rad Belgrado (1) 2 - 0 0 - 3
(1) Velež Mostar 10 - 2 Sutjeska Nikšić (1) 6 - 1 4 - 1
(1) Vojvodina 10 - 1 Crvena Zvezda Gnjilane (x) 6 - 0 4 - 1

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
20.11.1991 04.12.1991
(2) Napredak Kruševac 4 - 4[1] Sloboda Tuzla (1) 3 - 1 1 - 3
(1) Partizan 5 - 2 Vojvodina (1) 4 - 0 1 - 2
(1) Velež Mostar 2 - 3 Željezničar (1) 1 - 0 1 - 3
21.11.1991 19.02.1992
(1) Rad Belgrado 2 - 4 Stella Rossa (1) 2 - 1 0 - 3

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
26.02.1992 08.04.1992
(1) Stella Rossa 3 - 2 Napredak Kruševac (2) 2 - 2 1 - 0
SECONDO TURNO 18.03.1992 04.05.1992
(1) Partizan Željezničar (1) 2 - 0 n.d.[2]

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
(1) Stella Rossa 2 - 3 Partizan (1) 0 - 1 2 - 2
Belgrado
14 maggio 1992
Andata
Stella Rossa 0 – 1 Partizan Stadio Marakana (33024 spett.)
Arbitro Sava Avramović (Belgrado)

Belgrado
21 maggio 1992
Ritorno
Partizan 2 – 2 Stella Rossa Stadio JNA (39370 spett.)
Arbitro Zoran Petrović (Belgrado)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ai rigori vince il Napredak 4-1.
  2. ^ A causa della guerra in Bosnia ed Erzegovina lo Željezničar abbandona la competizione ed il Partizan passa il turno.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio