Júbilo Iwata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Júbilo Iwata
ジュビロ磐田
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Celeste con J bianca.png Azzurro, bianco
Simboli Pigliamosche
Dati societari
Città Iwata, Shizuoka
Nazione Giappone Giappone
Confederazione AFC
Federazione Flag of Japan.svg JFF
Campionato J1 League
Fondazione 1970
Presidente Giappone Masaru Ōno
Allenatore Giappone Akira Itō
Stadio Yamaha Stadium
(15.165 posti)
Sito web www.jubilo-iwata.co.jp
Palmarès
Titoli nazionali 1 Japan Soccer League
3 J. League
Trofei nazionali 1 Coppa dell'Imperatore
2 Coppe Yamazaki Nabisco
3 Supercoppe del Giappone
Trofei internazionali 1 AFC Champions League
1 Supercoppa d'Asia
Si invita a seguire il modello di voce

Il Júbilo Iwata (ジュビロ磐田 Jubiro Iwata?) è una società calcistica giapponese con sede a Iwata.

Fondata nel 1970, milita nella J1 League.

Lo stadio di casa del Júbilo è lo Yamaha Stadium, ma per le partite di cartello utilizza il più capiente Ecopa Stadium di Fukuroi, costruito per i mondiali di calcio del 2002.

Il nome della squadra (Júbilo) deriva dall'omonima parola portoghese, che significa esultanza.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini[modifica | modifica wikitesto]

Fondato nel 1970 dall'azienda motociclistica Yamaha, il Júbilo venne iscritto fin dall'inizio alla Japan Soccer League.

Nel 1982 ottenne i suoi primi successi, vincendo la Coppa dell'Imperatore e la seconda divisione della JSL, quest'ultimo risultato consentì al team della Yamaha di partecipare l'anno successivo alla prima divisione, campionato che vinse nella stagione 1987-1988.

La nascita della J. League nel 1992 portò con sé tutta una serie di problemi legati alla professionalizzazione del calcio nipponico, e la Yamaha preferì allora retrocedere il suo club nella categoria immediatamente inferiore. Tuttavia, nel 1993 il Júbilo giunse secondo in classifica nella prima divisione della JFL, ottenendo la promozione in J. League per il 1994. Come allenatore venne ingaggiato Hans Ooft, che poteva contare su una rosa piena di calciatori stranieri, tra cui spiccava il brasiliano Dunga e, poco tempo dopo, l'italiano Salvatore Schillaci (primo italiano a trasferirsi nel campionato nipponico).

Gli anni di gloria[modifica | modifica wikitesto]

In sette anni di permanenza nella massima serie (dal 1997 al 2003), il Júbilo vinse il campionato per tre volte, e si aggiudicò tutte le coppe nazionali. Nel 1999 venne anche incoronato campione d'Asia dopo essersi imposto per 2-1 sull'Esteghlal di Teheran nella finale del Campionato d'Asia per club. Il Júbilo giunse in finale anche nel 2000 e nel 2001, perdendo però in entrambi i casi.

In questo periodo, il club stabilì alcuni record: il maggior numero di gol segnati in una stagione (107 nel 1998), il minor numero di gol subiti in una stagione (26 nel 2001), la più alta differenza reti (+ 68 nel 1998), la vittoria più ampia nella storia della J League (9-1 contro il Cerezo Osaka, nel 1998). Questi primati, a tutto ottobre 2014, restano imbattuti.

Oggi[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il trionfo nella Coppa dell'Imperatore del 2003, la squadra cominciò a perdere colpi, soprattutto a causa dell'invecchiamento della rosa. La società non fu in grado di rimpiazzare adeguatamente i vecchi campioni che man mano si ritiravano e, nel 2007, il Júbilo ottenne il suo peggior risultato di sempre nella J. League, chiusa al nono posto.

La Yamaha Motor non è più lo sponsor principale del club, anche se esistono ancora dei legami fra il Júbilo e l'importante azienda motociclistica.

Nel 2010 il club è tornato al successo conquistando la seconda Coppa Yamazaki Nabisco della sua storia.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1987-1988
1997, 1999, 2002
1982, 2003
1998, 2010
2000, 2003, 2004
2021

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

1998-1999
1999
2011

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 2001, 2003
Finalista: 1994, 1997, 2001
Semifinalista: 2003
Finalista: 1998
Finalista: 1990
Finalista: 1999-2000, 2000-2001

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2022[modifica | modifica wikitesto]

Rosa e numerazione aggiornate al 19 maggio 2022.[1]

N. Ruolo Giocatore
1 Giappone P Naoki Hatta
2 Giappone D Norimichi Yamamoto
3 Giappone D Kentarō Ōi (capitano)
5 Giappone D Daiki Ogawa
6 Giappone D Makito Itō
7 Giappone C Rikiya Uehara
8 Giappone C Kōtarō Ōmori
9 Giappone A Ken'yū Sugimoto
10 Giappone C Hiroki Yamada
11 Giappone A Yūki Ōtsu
14 Giappone C Masaya Matsumoto
17 Giappone C Yūto Suzuki
18 Giappone A Ryō Germain
21 Giappone P Ryūki Miura
23 Giappone C Kōsuke Yamamoto
24 Giappone P Yūji Kajikawa
N. Ruolo Giocatore
25 Giappone D Riku Morioka
26 Giappone D Yūtarō Hakamata
27 Giappone A Mahiro Yoshinaga
28 Giappone C Naoki Kanuma
29 Colombia A Fabián González
30 Giappone C Naoya Seita
31 Giappone C Yōsuke Furukawa
32 Giappone C Atsushi Kurokawa
33 Brasile C Dudu Pacheco
36 Brasile D Ricardo Graça
37 Moldavia P Alexei Koșelev
38 Giappone C Kensuke Fujiwara
39 Giappone D Ryō Takano
40 Giappone A Shōta Kaneko
50 Giappone C Yasuhito Endō

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Staff tecnico aggiornato al 10 gennaio 2022.[2]

Staff dell'area tecnica
Area tecnica
  • Giappone Akira Itō - Allenatore
  • Giappone Hiroki Shibuya - Viceallenatore
  • Giappone Masashi Nakayama - Assistente tecnico
  • Giappone Yasumasa Nishino - Assistente tecnico
  • Giappone Noriyuki Yamagishi - Preparatore portieri
  • Paraguay Juan Nuñez - Preparatore fisico
  • Giappone Kentarō Chuman - Preparatore fisico
  • Giappone Daiki Tajiri - Analista

Altri membri
  • Giappone Takahiro Abe - Personal trainer responsabile
  • Giappone Toyohiro Ōshiro - Personal trainer
  • Giappone Yūsuke Ōtsuka - Preparatore atletico
  • Giappone Kazumasa Terui - Preparatore atletico
  • Giappone Yūichi Kiya - Team manager
  • Giappone Hideki Masaki - Assistente team manager
  • Giappone Satoru Tanigawa - Assistente team manager
  • Giappone Hiroaki Akasaka - Interprete
  • Giappone Kenta Hamabe - Interprete e prep. fisico
  • Brasile Gabriel - Interprete

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori dello Júbilo Iwata
Nome Nazionalità Periodo
Kazuaki Nagasawa Giappone Giappone 1993
Hans Ooft Paesi Bassi Paesi Bassi 1994-1996
Luiz Felipe Scolari Brasile Brasile 1997
Takashi Kuwahara Giappone Giappone 1997
Valmir Brasile Brasile 1998
Takashi Kuwahara Giappone Giappone 1999
Gjoko Hadžievski Macedonia del Nord Macedonia del Nord 2000
Masakazu Suzuki Giappone Giappone 2000-2002
Masaaki Yanagishita Giappone Giappone 2003
Takashi Kuwahara Giappone Giappone 2004
Masakazu Suzuki Giappone Giappone 2004
Masakuni Yamamoto Giappone Giappone 2004-2006
Adílson Dias Batista Brasile Brasile 2006-2007
Atsushi Uchiyama Giappone Giappone 2007-2008
Hans Ooft Paesi Bassi Paesi Bassi 2008
Masaaki Yanagishita Giappone Giappone 2009-2011
Hiroshi Morishita Giappone Giappone 2012-2013
Tetsu Nagasawa Giappone Giappone 2013
Takashi Sekizuka Giappone Giappone 2013
Péricles Chamusca Brasile Brasile 2014
Hiroshi Nanami Giappone Giappone 2014-2019
Hideto Suzuki Giappone Giappone 2019-

Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori dello Júbilo Iwata

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (JA) Prima Squadra, su jubilo-iwata.co.jp. URL consultato il 10 gennaio 2022.
  2. ^ (JA) Staff tecnico, su jubilo-iwata.co.jp. URL consultato il 10 gennaio 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0004 0621 5336
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio