J1 League 2015

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
J1 League 2015
2015 Meiji Yasuda J1 League
Competizione J1 League
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 23ª
Organizzatore J. League
Date dal 7 marzo 2015
al 5 dicembre 2015
Luogo Giappone Giappone
Partecipanti 18
Formula campionato in due fasi
Risultati
Vincitore Sanfrecce
(3º titolo)
Secondo Gamba Osaka
Retrocessioni Matsumoto Yamaga
Shimizu S-Pulse
Montedio Yamagata
Statistiche
Miglior marcatore Giappone Yoshito Ōkubo (23)
Incontri disputati 309
Gol segnati 831 (2,69 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2014 2016 Right arrow.svg

La J1 League 2015, nota come Meiji Yasuda J1 League 2015 per ragioni di sponsorizzazione, è stata la ventitreesima edizione del massimo livello del campionato giapponese di calcio. Il campionato è iniziato il 7 marzo 2015 ed è terminato il 5 dicembre 2015 con la finale per il titolo. Il Gamba Osaka era la squadra campione in carica, avendo vinto il titolo per la seconda volta nella passata stagione.

Il Sanfrecce Hiroshima ha vinto il titolo per la terza volta nella sua storia, vincendo la doppia finale per il titolo sul Gamba Osaka. La classifica marcatori è stata vinta da Yoshito Ōkubo, calciatore del Kawasaki Frontale, autore di 23 reti. Il Matsumoto Yamaga, lo Shimizu S-Pulse, e il Montedio Yamagata sono stati retrocessi in J2 League.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Al termine della J. League Division 1 2014 l'Omiya Ardija, il Cerezo Osaka e il Tokushima Vortis sono stati retrocessi in J. League Division 2. Al loro posto sono stati promossi lo Shonan Bellmare, vincitore della J. League Division 2 2014, il Matsumoto Yamaga, secondo classificato, e il Montedio Yamagata, vincitore dei playoff promozione.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

A partire dalla stagione 2015 la formula del campionato è stata modificata, recuperando la formula del campionato in due fasi usata fino alla stagione 2004[1].
Il campionato si articola in due fasi ("stage"), durante le quali le 18 squadre si affrontano una volta sola per un totale di 17 partite per fase. La prima classificata in ciascuna fase si qualifica ai playoff per l'assegnazione del titolo.
Al termine delle due fasi le due classifiche vengono accorpate in un'unica classifica comprensiva delle 34 partite giocate. La prima classificata si qualifica direttamente alla finale per l'assegnazione del titolo. Le ultime 3 classificate retrocedono in J. League Division 2.
Ai playoff per l'assegnazione del titolo partecipano da 3 a 5 squadre[2]. La prima classificata nella classifica comprensiva delle 34 giornate (che accede direttamente alla finale), le due vincitrici delle due fasi e ogni altra squadra che sia tra le prime tre della classifica accorpata delle due fasi. In caso di cinque squadre, nel primo turno in partita unica la squadra vincente la singola fase con il punteggio più alto affronta la terza della classifica stagionale, mentre la squadra vincente la singola fase con il punteggio più basso affronta la seconda della classifica stagionale[2]. Le due squadre vincenti si affrontano in partita unica per decidere chi affronterà la prima della classifica stagionale[2]. In caso di tre squadre, la seconda e la terza della classifica complessiva delle due fasi si affrontano in partita unica per sfidare in finale la prima. La squadra vincitrice della finale è campione della J. League Division 1 2015 e si qualifica per la Coppa del mondo per club FIFA 2015, essendo il Giappone paese ospitante.
Le prime due classificate nella classifica comprensiva delle 34 giornate accedono alla fase a gironi della AFC Champions League 2016.
La terza classificata nella classifica comprensiva delle 34 giornate accede all'ultimo turno di qualificazione della AFC Champions League 2016.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Città Stadio Capienza[3] Posizione 2014
Albirex Niigata Niigata Niigata Stadium 42 279 12º posto
Gamba Osaka Suita Osaka Expo '70 Stadium 21 000 Campione del Giappone
Kashima Antlers Kashima Kashima Soccer Stadium 40 728 3º posto
Kashiwa Reysol Kashiwa Hitachi Kashiwa Soccer Stadium 15 900 4º posto
Kawasaki Frontale Kawasaki Todoroki Athletics Stadium 26 000 6º posto
Matsumoto Yamaga Matsumoto Matsumoto Stadium 20 396 2º posto in J. League Division 2
Montedio Yamagata Prefettura di Yamagata ND Soft Stadium Yamagata 20 315 6º posto in J. League Division 2
Nagoya Grampus Nagoya Toyota Stadium 27 000 10º posto
Sagan Tosu Tosu Best Amenity Stadium 24 490 5º posto
Sanfrecce Hiroshima Hiroshima Hiroshima Big Arch 50 000 8º posto
Shimizu S-Pulse Shizuoka IAI Stadium Nihondaira 20 339 15º posto
Shonan Bellmare Hiratsuka Shonan BMW Stadium Hiratsuka 18 500 1º posto in J. League Division 2
Tokyo Tokyo Tokyo Stadium 50 100 9º posto
Urawa Red Diamonds Saitama Saitama Stadium 2002 64 525 2º posto
Vegalta Sendai Sendai Yurtec Stadium Sendai 16 694 14º posto
Ventforet Kofu Kofu Yamanashi Chuo Bank Stadium 17 000 13º posto
Vissel Kobe Kobe Kobe Wing Stadium 30 132 11º posto
Yokohama F·Marinos Yokohama Nissan Stadium 72 327 7º posto

Prima fase[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Fonte: sito ufficiale [4]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Noatunloopsong.png 1. Urawa Reds 41 17 12 5 0 39 17 +22
2. FC Tokyo 35 17 11 2 4 24 18 +6
3. Sanfrecce 34 17 10 4 3 29 16 +13
4. Gamba Osaka 32 17 9 5 3 24 13 +11
5. Kawasaki Frontale 30 17 9 3 5 32 26 +6
6. F·Marinos 26 17 7 5 5 21 17 +4
7. Vegalta Sendai 23 17 6 5 6 27 20 +7
8. Kashima Antlers 22 17 6 4 7 27 25 +2
9. Nagoya Grampus 22 17 6 4 7 18 18 0
10. Bellmare 22 17 6 4 7 20 24 −4
11. Sagan Tosu 20 17 5 5 7 22 32 -10
12. Ventforet Kofu 20 17 6 2 9 12 22 −10
13. Vissel Kobe 19 17 4 7 6 17 19 -2
14. Kashiwa Reysol 18 17 4 6 7 22 25 −3
15. Matsumoto Yamaga 15 17 4 3 10 17 26 -9
16. Montedio Yamagata 14 17 3 5 9 14 24 −10
17. Albirex Niigata 14 17 3 5 9 20 33 −13
18. Shimizu S-Pulse 13 17 3 4 10 22 32 −10

Legenda:
      Ammesse ai playoff per il titolo

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
La classifica viene stilata secondo i seguenti criteri:
  • Punti conquistati
  • Differenza reti generale
  • Reti totali realizzate
  • Punti negli scontri diretti
  • Differenza reti negli scontri diretti
  • Reti realizzate negli scontri diretti
  • Classifica fair-play
  • Sorteggio

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

  Alb Gam KaA KaR Kaw Mat Mon Nag Sag San Shi Sho Tok Ura Veg Ven Vis Yok
Albirex –––– 3-2 1-1 1-1 0-0 0-1 0-3 0-2 2-2
Gamba 2-1 –––– 2-0 1-1 1-0 3-1 2-2 1-1 0-0
Kashima 1-1 –––– 2-3 3-1 3-1 2-2 1-2 0-1 1-2
Kashiwa 1-0 1-3 –––– 2-3 0-0 0-0 3-3 1-1 1-2
Kawasaki 4-1 1-4 –––– 2-0 3-2 0-1 2-1 1-1 3-0 2-2
Matsumoto 1-2 1-3 –––– 1-2 2-3 1-2 1-0 2-0 2-0 0-3
Montedio 1-3 2-2 3-0 1-0 0-0 –––– 1-2 0-1 0-1 1-0
Nagoya 1-1 1-0 0-1 3-3 0-0 –––– 0-1 2-0 3-1 3-0
Sagan 2-1 1-0 1-1 1-1 1-0 –––– 2-2 1-2 1-6 1-1
Sanfrecce 4-2 0-1 5-1 –––– 2-0 0-0 2-0 2-0 0-1
Shimizu 2-3 3-1 5-2 0-1 3-3 2-2 –––– 0-2 1-2
Shonan 1-3 4-2 0-0 4-0 –––– 0-1 1-3 0-0 1-1
Tokyo 0-1 2-1 2-1 0-1 1-2 3-2 –––– 1-0 0-0
Urawa 5-2 1-0 2-1 1-0 1-0 2-1 1-0 4-1 –––– 2-1
Vegalta 1-2 2-3 2-0 2-0 5-0 2-1 4-4 –––– 0-1
Ventforet 0-2 1-1 2-0 1-0 0-3 0-1 0-2 –––– 1-1
Vissel 0-1 0-1 1-2 0-2 1-1 0-1 4-1 –––– 1-1
Yokohama 1-0 1-1 0-3 1-3 2-0 1-0 1-2 3-0 1-1 ––––

Seconda fase[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Fonte: sito ufficiale [5]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Noatunloopsong.png 1. Sanfrecce 40 17 13 1 3 44 14 +30
2. Kashima Antlers 37 17 12 1 4 30 16 +14
3. Gamba Osaka 31 17 9 4 4 32 24 +8
4. Urawa Reds 31 17 9 4 4 30 23 +7
5. F·Marinos 29 17 8 5 4 24 15 +9
6. FC Tokyo 28 17 8 4 5 21 15 +6
7. Kawasaki Frontale 27 17 8 3 6 30 22 +8
8. Kashiwa Reysol 27 17 8 3 6 24 18 +6
9. Bellmare 26 17 7 5 5 20 20 0
10. Nagoya Grampus 24 17 7 3 7 26 30 -4
11. Albirex Niigata 20 17 5 5 7 21 25 -4
12. Sagan Tosu 20 17 4 8 5 15 22 -7
13. Vissel Kobe 19 17 6 1 10 27 30 -3
14. Ventforet Kofu 17 17 4 5 8 14 21 -7
15. Matsumoto Yamaga 13 17 3 4 10 13 28 -15
16. Vegalta Sendai 12 17 3 3 11 17 28 -11
17. Shimizu S-Pulse 12 17 2 6 9 15 33 -18
18. Montedio Yamagata 10 17 1 7 9 10 29 -19

Legenda:
      Ammesse ai playoff per il titolo

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
La classifica viene stilata secondo i seguenti criteri:
  • Punti conquistati
  • Differenza reti generale
  • Reti totali realizzate
  • Punti negli scontri diretti
  • Differenza reti negli scontri diretti
  • Reti realizzate negli scontri diretti
  • Classifica fair-play
  • Sorteggio

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

  Alb Gam KaA KaR Kaw Mat Mon Nag Sag San Shi Sho Tok Ura Veg Ven Vis Yok
Albirex –––– 2-2 2-3 1-2 2-0 1-0 0-2 0-2 1-2 1-1
Gamba –––– 3-1 4-0 1-1 0-2 1-0 1-0 2-1 2-1 2-2
Kashima 1-2 –––– 3-2 3-0 1-0 0-0 2-1 1-2 3-2 2-0
Kashiwa 1-1 –––– 1-0 2-0 0-0 3-1 2-3 0-1 2-2 2-0
Kawasaki 5-3 1-3 –––– 0-0 6-1 3-2 2-0 1-0 0-1
Matsumoto 1-1 2-0 1-3 –––– 2-2 0-1 1-2 1-0 1-2
Montedio 1-3 –––– 0-3 1-3 1-3 1-2 0-0 1-1 0-1
Nagoya 4-2 3-2 –––– 0-0 2-1 0-1 4-2 2-0 0-3
Sagan 0-3 1-1 0-0 –––– 0-0 1-1 1-0 0-1 1-2
Sanfrecce 0-1 0-3 2-1 6-0 5-2 0-0 –––– 5-0 0-1 2-0
Shimizu 1-1 0-2 2-2 1-5 –––– 1-2 1-1 1-4 0-1 0-5
Shonan 2-1 3-0 2-1 1-1 0-1 2-1 –––– 0-2 1-1
Tokyo 3-1 2-1 1-0 0-0 0-0 1-2 –––– 3-4 3-1 3-0
Urawa 1-0 1-1 1-1 1-2 1-0 –––– 3-1 1-1 5-2
Vegalta 0-1 1-3 0-1 3-1 3-4 1-1 –––– 1-2 1-3
Ventforet 0-0 0-1 1-3 0-1 0-2 2-2 0-1 0-0 –––– 1-0
Vissel 1-2 1-2 0-2 2-0 2-1 3-1 7-1 0-4 1-1 ––––
Yokohama 0-1 0-0 1-1 1-2 1-0 4-0 2-0 2-1 ––––

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Fonte: Sito ufficiale [6]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Sanfrecce 74 34 23 5 6 73 30 +43
2. Urawa Reds 72 34 21 9 4 69 40 +29
3. Gamba Osaka 63 34 18 9 7 56 37 +19
4. FC Tokyo 63 34 19 6 9 45 33 +12
5. Kashima Antlers 59 34 18 5 11 57 41 +16
6. Kawasaki Frontale 57 34 17 6 11 62 48 +14
7. F·Marinos 55 34 15 10 9 45 32 +13
8. Bellmare 48 34 13 9 12 40 44 -4
9. Nagoya Grampus 46 34 13 7 14 44 48 -4
10. Kashiwa Reysol 45 34 12 9 13 46 43 +3
11. Sagan Tosu 40 34 9 13 12 37 54 -17
12. Vissel Kobe 38 34 10 8 16 44 49 -5
13. Ventforet Kofu 37 34 10 7 17 26 43 -17
14. Vegalta Sendai 35 34 9 8 17 44 48 -4
15. Albirex Niigata 34 34 8 10 16 41 58 -17
1downarrow red.svg 16. Matsumoto Yamaga 28 34 7 7 20 30 54 -24
1downarrow red.svg 17. Shimizu S-Pulse 25 34 5 10 19 37 65 -28
1downarrow red.svg 18. Montedio Yamagata 24 34 4 12 18 24 53 -29

Legenda:

      ammessa alla finale dei playoff per il titolo e alla AFC Champions League 2016
      ammessa alla fase a gironi della AFC Champions League 2016
      ammessa alle qualificazioni della AFC Champions League 2016
      Retrocessa in J. League Division 2 2016
Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
La classifica viene stilata secondo i seguenti criteri:
  • Punti conquistati
  • Differenza reti generale
  • Reti totali realizzate
  • Punti negli scontri diretti
  • Differenza reti negli scontri diretti
  • Reti realizzate negli scontri diretti
  • Classifica fair-play
  • Sorteggio

Spareggi per il titolo[modifica | modifica wikitesto]

Agli spareggi per il titolo accedono 3 squadre[2]. Il Sanfrecce Hiroshima, primo classificato nella classifica stagionale, accede direttamente alla finale. Poiché le squadre vincitrici la prima e la seconda fase si sono classificate ai primi due posti della classifica stagionale, agli spareggi accedono tre squadre e il primo turno viene saltato[2].

Semifinale[modifica | modifica wikitesto]

Saitama
28 novembre 2015, ore 14:00 UTC+8
Semifinale
Urawa Reds 1 – 3
(d.t.s.)
referto
Gamba Osaka Saitama Stadium 2002 (40.696 spett.)
Arbitro Giappone Hajime Matsuo

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Suita
2 dicembre 2015, ore 20:30 UTC+9
Finale - Andata
Gamba Osaka 2 – 3
referto
Sanfrecce Osaka Expo '70 Stadium (17.844 spett.)
Arbitro Giappone Kenji Ogiya

Hiroshima
5 dicembre 2015, ore 20:30 UTC+9
Finale - Ritorno
Sanfrecce 1 – 1
referto
Gamba Osaka Hiroshima Big Arch (36.609 spett.)
Arbitro Giappone Yūichi Nishimura

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Fonte: Sito ufficiale [7]

Gol Giocatore Squadra
23 Giappone Yoshito Ōkubo Kawasaki Frontale
21 Brasile Douglas Sanfrecce Hiroshima
19 Giappone Takashi Usami Gamba Osaka
16 Giappone Yohei Toyoda Sagan Tosu
14 Brasile Cristiano Kashiwa Reysol
13 Giappone Yuki Muto Urawa Red Diamonds
12 Giappone Shinzo Koroki Urawa Red Diamonds
12 Brasile Patric Gamba Osaka
12 Giappone Hisato Satō Sanfrecce Hiroshima
11 Giappone Genki Omae Shimizu S-Pulse
10 Brasile Caio Kashima Antlers
10 Brasile Diego Souza Montedio Yamagata
10 Giappone Masato Kudo Kashiwa Reysol
10 Giappone Yoshinori Muto Tokyo
10 Giappone Kensuke Nagai Nagoya Grampus
10 Giappone Kazuma Watanabe Vissel Kobe
9 Giappone Mu Kanazaki Kashima Antlers
9 Giappone Kengo Kawamata Nagoya Grampus
9 Brasile Leandro Kashiwa Reysol
9 Giappone Ryoichi Maeda Tokyo
9 Brasile Renato Kawasaki Frontale
9 Nigeria Peter Utaka Shimizu S-Pulse

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

  • Sanfrecce Hiroshima campione del Giappone 2015.
  • Sanfrecce Hiroshima (1ª classificata) e Urawa Reds (2ª) ammesse alla fase a gironi della AFC Champions League 2016.
  • Gamba Osaka (3ª classificata) ammessa alle qualificazioni della AFC Champions League 2016.
  • Matsumoto Yamaga (16ª classificata), Shimizu S-Pulse (17ª) e Montedio Yamagata (18ª) retrocesse in J. League Division 2.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]