Takashi Usami

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Takashi Usami
JAP-POL (4) (cropped) 2.jpg
Usami con la nazionale giapponese ai Mondiali 2018
Nazionalità Giappone Giappone
Altezza 178[1] cm
Peso 69[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Gamba Osaka
Carriera
Giovanili
2005-2008Gamba Osaka
Squadre di club1
2009-2011Gamba Osaka43 (11)
2011-2012Bayern Monaco3 (0)
2011-2012Bayern Monaco II18 (6)
2012-2013Hoffenheim20 (2)
2013-2016Gamba Osaka95 (53)[2]
2016-2017Augusta11 (0)
2017-2019Fortuna Düsseldorf47 (9)
2019-Gamba Osaka68 (16)
Nazionale
2007Giappone Giappone U-154 (2)
2007-2008Giappone Giappone U-167 (5)
2009Giappone Giappone U-1711 (4)
2010Giappone Giappone U-1913 (5)
2011Giappone Giappone U-237 (2)
2012Giappone Giappone olimpica4 (0)
2011-2019Giappone Giappone27 (3)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 agosto 2021

Takashi Usami (宇佐美 貴史 Usami Takashi?; Nagaokakyō, 6 maggio 1992) è un calciatore giapponese, attaccante del Gamba Osaka.

Nel 2011 ha sposato sua moglie Ran.[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Può ricoprire il ruolo di punta centrale, ma anche quello di seconda punta o di ala sinistra, ha un buon senso dell'assit, inoltre è capace di segnare sotto porta e, favorito dalla sua buona potenza di tiro, è in grado di fare gol calciando dalla madia distanza o da fuori area. Pur essendo di piede destro può tirare e segnare anche con il sinistro, è capace di andare a rete tirando anche di testa, inoltre è un buon rigorista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a giocare nel Gamba Osaka nel 2005 e solo il 20 maggio 2009 fa il suo esordio nella squadra maggiore, nella AFC Champions League, e proprio in questa occasione, già all'età di 17 anni riesce a segnare il suo primo gol, anche se la squadra perde per 2-1 contro il FC Seoul.[4] Nell'edizione successiva, quella del 2010, segna due reti, prima con il gol del 2-1 battendo il Suwon Samsung, e un altro nel pareggio per 1-1 contro il Henan Songshan. Il 24 aprile 2010 segnerà la sua prima rete nella J1 League con il gol del 2-0 vincendo contro il FC Tokyo. Giocando nel campionato dell'edizione 2011, dove segna quattro reti, l'ultima delle quali battendo per 3-2 il Vissel Kobe, nello stesso anno, il 27 giugno, si trasferisce al Bayern Monaco in prestito fino al 30 giugno 2012[5]. Il Bayern Monaco versa al Gamba Osaka 300.000 per il prestito e può riscattare il giocatore per una cifra inizialmente pari a 1,5 milioni di euro[6].

Giocherà all'inizio nella seconda squadra, nella Regionalliga Südwest, segnando in tutto sei reti, invece debutta ufficialmente in prima squadra in Bundesliga il 13 agosto contro il Wolfsburg. Segnerà la sua prima rete per la squadra, il 26 ottobre nella Coppa di Germania con il gol del 6-0 battendo il Ingolstadt 04. Ha giocato una sola partita nella UEFA Champions League, nella sconfitta per 2-0 contro il Manchester City. Il 9 gennaio, durante una amichevole con l'Aspire, segna 5 goal in 20 minuti[7].

A fine gennaio il Bayern è chiamato a decidere sul futuro del giocatore. Il presidente Ulrich Hoeneß dichiara che si tratta di una decisione difficile poiché la cifra richiesta non è bassa[8]. Alla fine sceglie di non esercitare l'opzione di riscatto, per via del fatto che il cartellino è salito intorno ai 3 milioni[9] proponendo invece di allungare il prestito. Tuttavia il giocatore interrompe la trattativa dichiarando di voler trovare un nuovo club europeo a giugno[10].

Il 19 maggio 2012 l'allenatore del Bayern sceglie di convocarlo per la finale dell'UEFA Champions League 2012 e Usami si accomoda in panchina. Diventa così il primo giocatore giapponese nella storia a prendere parte alla finale di questa competizione.

Il 23 maggio viene ufficializzato il suo passaggio all'Hoffenheim in prestito dal Gamba Osaka, con opzione di riscatto.[11] Segna il suo primo goal il 16 settembre, alla terza giornata nella sconfitta per 5-3 contro il Friburgo.[12] Il 26 settembre segna nuovamente contro lo Stoccarda, dopo aver saltato 3 difensori con un dribbling cominciato da fuori area aprendo le marcature vincendo per 3-0, questa è stata la sua ultima rete che ha segnato per lo Stoccarda.[13]

Nel 2013 ritorna in Giappone, alla Gamba Osaka che militava in seconda divisione nipponica, vincendola segnando diciannove reti, tra cui quattro doppiette vincendo per 3-2 contro il Vissel Kobe e il Montedio Yamagata, per 7-1 contro il Gainare Tottori, per 5-0 contro il Mito HollyHock, oltre a segnare quattro reti vincendo per 5-1 ai danni del Tokushima Vortis. Ottenuta la vittoria tornerà a giocare nella massima serie, vincendo l'edizione 2014 della J1 League dove segnerà dieci gol nelle varie vittorie come quelle per 2-0 contro il Ventforet Kofu e l'Omiya Ardija, o quelle per 3-0 contro il Tokushima Vortis e lo Shimizu S-Pulse, inoltre segnerà una doppietta per ben due volte contro il Vissel Kobe vincendo entrambe le partite, la prima per 5-1 e la seconda per 3-1. Sempre nello stesso anno vincerà anche la Coppa del Giappone segnando una doppietta vincendo per 3-1 contro il FC Tokyo, segnerà una rete anche in semifinale nella vittoria per 3-1 contro il Kawasaki Frontale, invece nella finale contro il Sanfrecce Hiroshima, per merito di un suo assist, Patric segnerà il gol del temporaneo pareggio e la squadra alla fine vincerà per 3-2. Vincerà l'edizione 2014 della Coppa dell'Imperatore segnando una rete contro il Zweigen Kanazawa vincendo per 5-1, con un suo gol la squadra batterà di misura per 1-0 il Tokushima Vortis, inoltre farà una doppietta, prima nella semifinale battendo per 5-2 lo Shimizu S-Pulse e poi in finale prevalendo per 3-1 contro il Montedio Yamagata. Riuscirà a vincere pure l'edizione successiva, quella del 2015 segnando una doppietta ai quarti di finale battendo per 3-1 il Sagan Tosu e in semifinale sconfiggendo per 3-0 il Sanfrecce Hiroshima.

Segnerà quattro reti nell'edizione 2015 della AFC Champions League, farà un gol battendo per 5-0 il Guangzhou[14] e sconfiggendo per 2-1 il Seongnam FC,[15] inoltre segnerà una doppietta battendo il FC Seoul per 3-1.[16] Stabilirà un record personale nell'edizione 2015 del campionato con tredici reti, segnando un gol contro il Ventforet Kofu e il Shonan Bellmare vincendola entrambe per 2-0, sarà autore di una doppietta vincendo per 3-1 contro il Nagoya Grampus e per 3-2 contro lo Shimizu S-Pulse, inoltre farà una tripletta consegnando la vittoria per 3-1 contro il Montedio Yamagata.

Nel 2016 torna a giocare in Germania, con la squadra dell'Augusta dove giocherà solo 11 partite, successivamente indosserà la maglia del Fortuna Düsseldorf militando nella 2Bundesliga vincendola segnando in tutto otto gol, farà una rete contro il St. Pauli in entrambe le partite vinte per 2-1, e anche nelle vittorie contro l'Union Berlin e il 1. FC Nürnberg, entrambe concluse con una vittoria per 3-2, segnerà una rete. Ottenuta la promozione, segnerà il suo ultimo gol in Bundesliga nella vittoria contro l'Hertha Berlino per 4-1.

Tornerà poi in Giappone giocando ancora per il Gamba Osaka.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Viene convocato con la Nazionale Under-16 dove, il 5 ottobre 2008, segnerà una doppietta battendo per 4-0 la Malaysia. Ha partecipato con la Nazionale Under-17 al Mondiale in Nigeria del 2009, giocando come titolare in tutte e tre le partite. Nel 2010 verrà convocato per giocare nella Nazionale Under 19 al Coppa d'Asia giovanile segnando una tripletta vincendo per 4-0 contro il Vietnam.

Esordisce con la nazionale maggiore il 27 marzo 2015 nella vittoria per 2-0 contro la Tunisia, pochi giorni dopo, nell'amichevole successiva vinta contro l'Uzbekistan per 5-1, segnerà il suo primo gol.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Giappone
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
27-3-2015 Oita Giappone Giappone 2 – 0 Tunisia Tunisia Amichevole - Ingresso al 72’ 72’
31-3-2015 Chōfu Giappone Giappone 5 – 1 Uzbekistan Uzbekistan Amichevole 1 Ingresso al 62’ 62’
11-6-2015 Yokohama Giappone Giappone 4 – 0 Iraq Iraq Amichevole - Uscita al 67’ 67’
16-6-2015 Saitama Giappone Giappone 0 – 0 Singapore Singapore Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 78’ 78’
2-8-2015 Wuhan Corea del Nord Corea del Nord 2 – 1 Giappone Giappone Coppa dell'Asia orientale 2015 - Uscita al 56’ 56’
5-8-2015 Wuhan Giappone Giappone 1 – 1 Corea del Sud Corea del Sud Coppa dell'Asia orientale 2015 - Ingresso al 78’ 78’
9-8-2015 Wuhan Cina Cina 1 – 1 Giappone Giappone Coppa dell'Asia orientale 2015 - Ammonizione al 68’ 68’
3-9-2015 Saitama Giappone Giappone 3 – 0 Cambogia Cambogia Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 66’ 66’
8-9-2015 Teheran Afghanistan Afghanistan 0 – 6 Giappone Giappone Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 71’ 71’
08-10-2015 Mascate Siria Siria 0 – 3 Giappone Giappone Qual. Mondiali 2018 1 Ingresso al 65’ 65’
13-10-2015 Teheran Iran Iran 1 – 1 Giappone Giappone Amichevole - Uscita al 59’ 59’
12-11-2015 Singapore Singapore Singapore 0 – 3 Giappone Giappone Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 70’ 70’
17-11-2015 Phnom Penh Cambogia Cambogia 0 – 2 Giappone Giappone Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 62’ 62’
29-3-2016 Saitama Giappone Giappone 5 – 0 Siria Siria Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 85’ 85’
3-6-2016 Toyota Giappone Giappone 7 – 2 Bulgaria Bulgaria Amichevole 1 Ingresso al 43’ 43’
7-6-2016 Suita Giappone Giappone 1 – 2 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Amichevole - Uscita al 74’ 74’
1-9-2016 Saitama Giappone Giappone 1 – 2 Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 62’ 62’
6-9-2016 Bangkok Thailandia Thailandia 0 – 2 Giappone Giappone Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 90+1’ 90+1’
28-3-2017 Saitama Giappone Giappone 4 – 0 Thailandia Thailandia Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 84’ 84’
23-3-2018 Liegi Giappone Giappone 1 – 1 Mali Mali Amichevole - Uscita al 60’ 60’
27-3-2018 Liegi Giappone Giappone 1 – 2 Ucraina Ucraina Amichevole - Ingresso al 87’ 87’
30-5-2018 Yokohama Giappone Giappone 0 – 2 Ghana Ghana Amichevole - Uscita al 46’ 46’
8-6-2018 Lugano Svizzera Svizzera 2 – 0 Giappone Giappone Amichevole - Uscita al 55’ 55’
12-6-2018 Innsbruck Giappone Giappone 4 – 2 Paraguay Paraguay Amichevole - Ingresso al 79’ 79’
24-6-2018 Ekaterinburg Giappone Giappone 2 – 2 Senegal Senegal Mondiali 2018 - 1º turno - Ingresso al 87’ 87’
28-6-2018 Volgograd Giappone Giappone 0 – 1 Polonia Polonia Mondiali 2018 - 1º turno - Uscita al 65’ 65’
26-3-2019 Kobe Giappone Giappone 1 – 0 Bolivia Bolivia Amichevole - Uscita al 62’ 62’
Totale Presenze (120º posto) 27 Reti 3
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Giappone Olimpica
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
1-8-2012 Coventry Giappone Giappone 0 – 0 Honduras Honduras Olimpiadi 2012 - 1º turno -
4-8-2012 Manchester Giappone Giappone 3 – 0 Egitto Egitto Olimpiadi 2012 - Quarti di finale - Ingresso al 85’ 85’
7-8-2012 Londra Messico Messico 3 – 1 Giappone Giappone Olimpiadi 2012 - Semifinale - Ingresso al 77’ 77’
10-8-2012 Cardiff Corea del Sud Corea del Sud 2 – 0 Giappone Giappone Olimpiadi 2012 - Finale 3º posto - Ingresso al 71’ 71’
Totale Presenze 4 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Gamba Osaka: 2014
Gamba Osaka: 2013
Gamba Osaka: 2014
Gamba Osaka: 2009, 2014, 2015
Fortuna Düsseldorf: 2017-2018

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior giovane della J.League: 1
2010

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b www2.gamba-osaka.net, https://web.archive.org/web/20160405052226/http://www2.gamba-osaka.net/club/player39.html. URL consultato il 30 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2016).
  2. ^ 97 (53) se si comprendono le presenze nella poule scudetto.
  3. ^ whosdatedwho.com, https://www.whosdatedwho.com/dating/takashi-usami.
  4. ^ taiwannews.com.tw, https://www.taiwannews.com.tw/en/news/954664.
  5. ^ (JA) Fonte ufficiale: Takashi Usami al Bayern Monaco Archiviato il 1º luglio 2011 in Internet Archive.
  6. ^ (JA) Gamba Osaka: 300000 euro per il prestito di Takashi Usami Archiviato il 22 giugno 2011 in Internet Archive.
  7. ^ (EN) Bayern vs Aspire recap
  8. ^ (EN) Bayern undecided on Usami
  9. ^ (DE) FC Bayern: Was wird aus Usami?
  10. ^ (DE) Usami: "Ich denke, es ist sicher, dass ich Bayern verlasse"
  11. ^ (DE) Takashi Usami verstaerkt die tsg 1899 Hoffenheim
  12. ^ it.uefa.com, https://it.uefa.com/insideuefa/news/0201-0f88195dbb10-b7174ae14865-1000--l-eintracht-raggiunge-in-vetta-il-bayern/.
  13. ^ bundesliga.com, https://www.bundesliga.com/en/news/Bundesliga/0000224400.jsp.
  14. ^ bangkokpost.com, https://www.bangkokpost.com/sports/553043/5-goals-not-enough-to-save-buriram.
  15. ^ gamba-osaka.net, https://www.gamba-osaka.net/en/news/no/2920/.
  16. ^ eu.usatoday.com, https://eu.usatoday.com/story/sports/soccer/2015/05/20/usami-leads-gamba-osaka-to-3-1-win-over-fc-seoul/27638683/.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]