AFC Champions League 2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
AFC Champions League 2011
Competizione AFC Champions League
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 30ª
Organizzatore AFC
Date 12 febbraio 2011 - 5 novembre 2011
Partecipanti 32 (36 alle qualificazioni)
Risultati
Vincitore Qatar Al-Sadd
(2º titolo)
Secondo Corea del Sud Jeonbuk Hyundai
Statistiche
Miglior marcatore Corea del Sud Lee Dong-Gook (9 gol)
Incontri disputati 121
Gol segnati 329 (2,72 per incontro)

La AFC Champions League 2011 è stata la trentesima edizione della massima competizione calcistica per club dell'Asia. Il torneo è stato vinto per la seconda volta dall'Al-Sadd, che si è anche qualificato per la Coppa del mondo per club FIFA 2011.

Squadre per nazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel novembre 2010 la AFC ha stabilito i criteri per la partecipazione alle edizioni 2011 e 2012[1].

La distribuzione di squadre per nazione resta la stessa delle due edizioni precedenti, con l'unica eccezione del Vietnam, squalificato. Il suo posto nei play-off è stato assegnato al Qatar.

Asia Occidentale
Pos. Nazione Squadre Posti
Fase a gironi Preliminari AFC Cup
Arabia Saudita Arabia Saudita 14 4 0 0
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi 12 3 1 0
Giordania Giordania 12 0 0 2
India India 14 0 1 1
Iran Iran 18 4 0 0
Iraq Iraq 36 0 0 3
Oman Oman 12 0 0 2
Pakistan Pakistan 16 0 0 0
Palestina Palestina 22 0 0 0
Qatar Qatar 12 2 1 0
Tagikistan Tagikistan 10 0 0 0
Uzbekistan Uzbekistan 14 2 0 2
Yemen Yemen 14 0 0 2
Rispetta i criteri
Non rispetta i criteri
Asia Orientale
Pos. Nazione Squadre Posti
Fase a gironi Preliminari AFC Cup
Australia Australia 9+1* 2 0 0
Cina Cina 16 4 0 0
Corea del Sud Corea del Sud 15** 4 0 0
Giappone Giappone 18 4 0 0
Indonesia Indonesia 18 1 1 1
Malaysia Malesia 14 0 0 0
Birmania Myanmar 8 0 0 0
Thailandia Thailandia 16 0 1 1
Vietnam Vietnam 14 0 0 2

* Una delle squadre dell'A-League, lo Wellington Phoenix FC, ha base in Nuova Zelanda, nazione che fa parte dell'OFC. Per questo non è eleggibile per la ACL[2].

** Una delle squadre della K-League, il Sangju Sangmu FC, non si può qualificare per la ACL perché la squadra non è un'entità commerciale e i giocatori non hanno un contratto professionistico[3]

Squadre qualificate[modifica | modifica wikitesto]

Preliminari[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Qualificazione
Asia Occidentale
India Dempo SC Vincitore I-League 2009–10
Emirati Arabi Uniti Al-Ain 3º posto UAE Pro-League 2009–2010
Siria Al-Ittihad Vincitore AFC Cup 2010
Qatar Al-Sadd 2º posto Qatar Stars League 2009–10
Asia Orientale
Indonesia Sriwijaya Vincitore Piala Indonesia 2010
Thailandia Muangthong United Vincitore Thai Premier League 2010

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Asia Occidentale (Gruppi A-D)[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Qualificazione Ultima app.
Iran Sepahan Vincitore Persian Gulf Cup 2009–10 2010
Iran Persepolis Vincitore Hazfi Cup 2009–10 2009
Iran Zob Ahan 2º posto Persian Gulf Cup 2009–10 2010
Iran Esteghlal 3º posto Persian Gulf Cup 2009–10 2010
Arabia Saudita Al-Hilal Vincitore Saudi League 2009-10
Vincitore Coppa della Corona del Principe saudita 2010
2010
Arabia Saudita Al-Ittihad 2º posto Saudi League 2009-10 2010
Arabia Saudita Al-Nassr 3º posto Saudi League 2009-10 1a app.
Arabia Saudita Al-Shabab 4º posto Saudi League 2009-10 2010
Emirati Arabi Uniti Al-Wahda Vincitore UAE Pro-League 2009-2010 2010
Emirati Arabi Uniti Emirates Club Vincitore Coppa del Presidente degli Emirati Arabi Uniti 2009-10 1a app.
Emirati Arabi Uniti Al-Jazira 2º posto UAE Pro-League 2009-2010 2010
Qatar Al-Gharafa Vincitore Qatar Stars League 2009–10 2010
Qatar Al-Rayyan Vincitore Coppa dell'Emiro del Qatar 2010 2007
Uzbekistan Bunyodkor Vincitore Oʻzbekiston Professional Futbol Ligasi 2010
Vincitore Coppa dell'Uzbekistan 2010
2010
Uzbekistan Pakhtakor 2º posto Oʻzbekiston Professional Futbol Ligasi 2010 2010

Asia Orientale (Gruppi E-H)[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Qualificazione Ultima app.
Giappone Nagoya Grampus Vincitore J. League 2010 2009
Giappone Kashima Antlers Vincitore Coppa dell'Imperatore 2010 2010
Giappone Gamba Osaka 2º posto J. League 2010 2010
Giappone Cerezo Osaka 3º posto J. League 2010 1a app.
Cina Shandong Luneng Taishan Vincitore Chinese Super League 2010 2010
Cina Tianjin Teda 2º posto Chinese Super League 2010 2009
Cina Shanghai Shenhua 3º posto Chinese Super League 2010 2009
Cina Hangzhou Greentown 4º posto Chinese Super League 2010 1a app.
Corea del Sud FC Seoul Vincitore K-League 2010 2009
Corea del Sud Suwon Samsung Bluewings Vincitore Korean FA Cup 2010 2010
Corea del Sud Jeju United 2º posto K-League 2010 1a app.
Corea del Sud Jeonbuk Hyundai Motors 3º posto K-League 2010 2010
Australia Sydney FC Vincitore A-League 2009-10 2007
Australia Melbourne Victory 2º posto A-League 2009-10 2010
Indonesia Arema FC Vincitore Indonesia Super League 2009–10 2007

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Fase Turno Sorteggio Andata Ritorno
Preliminari Semifinali 7 dicembre 2010
(Kuala Lumpur, Malaysia)[4]
12-13 febbraio 2011
Finali 19 febbraio 2011
Fase a gironi Prima giornata 1-2 marzo 2011
Seconda giornata 15-16 marzo 2011
Terza giornata 5-6 aprile 2011
Quarta giornata 19-20 aprile 2011
Quinta giornata 3-4 maggio 2011
Sesta giornata 10-11 maggio 2011
Fase a eliminazione diretta Ottavi di finale 24-25 maggio 2011
Quarti di finale 7 giugno 2011
(Kuala Lumpur, Malaysia)
14 settembre 2011 27-28 settembre 2011
Semifinali 19 ottobre 2011 26 ottobre 2011
Finale 4 o 5 novembre 2011 in casa di una delle finaliste

Preliminari[modifica | modifica wikitesto]

Asia Occidentale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Ris. Squadra 2
Semifinale
Al-Sadd Qatar 5 – 1 Siria Al-Ittihad
Finale
Al-Sadd Qatar 2 – 0 India Dempo SC

Asia Orientale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Ris. Squadra 2
Semifinale
Sriwijaya Indonesia 2 – 2 dts
(7 – 6 dcr)
Thailandia Muang Thong United
Finale
Sriwijaya Indonesia 0 – 4 Emirati Arabi Uniti Al-Ain

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Asia Occidentale[modifica | modifica wikitesto]

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

Squadra PG V N P GF GS DR Pt.
Iran Sepahan 6 4 1 1 14 5 +9 13
Arabia Saudita Al-Hilal 6 4 1 1 11 6 +5 13
Qatar Al-Gharafa 6 2 1 3 6 7 -1 7
Emirati Arabi Uniti Al-Jazira 6 0 1 5 7 20 -13 1
  HIL ALG ALJ SEP
Al-Hilal 2 – 0 3 – 1 1 – 2
Al-Gharafa 0 – 1 5 – 2 1 – 0
Al-Jazira 2 – 3 0 – 0 1 – 4
Sepahan 1 – 1 2 – 0 5 – 1

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Squadra PG V N P GF GS DR Pt.
Qatar Al-Sadd 6 2 4 0 8 6 +2 10
Arabia Saudita Al-Nassr 6 2 2 2 10 7 +3 8
Iran Esteghlal 6 2 2 2 11 10 +1 8
Uzbekistan Pakhtakor 6 1 2 3 8 14 -6 5
  EST NAS PAK SAD
Esteghlal 2 – 1 4 – 2 1 – 1
Al-Nassr 2 – 1 4 – 0 1 – 1
Pakhtakor 2 – 1 2 – 2 1 – 1
Al-Sadd 2 – 2 1 – 0 2 – 1

Girone C[modifica | modifica wikitesto]

Squadra PG V N P GF GS DR Pt.
Arabia Saudita Al-Ittihad 6 3 2 1 10 5 +5 11
Uzbekistan Bunyodkor 6 2 3 1 8 6 +2 9
Emirati Arabi Uniti Al-Wahda 6 1 3 2 6 8 -2 6
Iran Persepolis 6 1 2 3 6 11 -5 5
  WAH PER ITT BUN
Al-Wahda 2 – 0 0 – 3 1 – 1
Persepolis 1 – 1 3 – 2 1 – 3
Al-Ittihad 0 – 0 3 – 1 1 – 1
Bunyodkor 3 – 2 0 – 0 0 – 1

Girone D[modifica | modifica wikitesto]

Squadra PG V N P GF GS DR Pt.
Iran Zob Ahan 6 4 1 1 7 3 +4 13
Arabia Saudita Al-Shabab 6 3 2 1 8 4 +4 11
Emirati Arabi Uniti Emirates Club 6 2 0 4 6 10 -4 6
Qatar Al-Rayyan 6 1 1 4 4 8 -4 4
  RAY EMI ZOB SHA
Al-Rayyan 2 – 0 1 – 3 1 – 1
Emirates Club 2 – 0 0 – 1 2 – 1
Zob Ahan 1 – 0 2 – 1 0 – 1
Al-Shabab 1 – 0 4 – 1 0 – 0

Asia Orientale[modifica | modifica wikitesto]

Girone E[modifica | modifica wikitesto]

Squadra PG V N P GF GS DR Pt.
Giappone Gamba Osaka 6 3 1 2 13 7 +6 10
Cina Tianjin Teda 6 3 1 2 8 6 +2 10
Corea del Sud Jeju United 6 2 1 3 6 10 -4 7
Australia Melbourne Victory 6 1 3 2 7 11 -4 6
  JEJ MEL GAM TIA
Jeju United 1 – 1 2 – 1 0 – 1
Melbourne Victory 1 – 2 1 – 1 2 – 1
Gamba Osaka 3 – 1 5 – 1 2 – 0
Tianjin Teda 3 – 0 1 – 1 2 – 1

Girone F[modifica | modifica wikitesto]

Squadra PG V N P GF GS DR Pt.
Corea del Sud FC Seoul 6 3 2 1 9 4 +5 11
Giappone Nagoya Grampus 6 3 1 2 9 6 +3 10
Emirati Arabi Uniti Al-Ain 6 2 1 3 4 9 -5 7
Cina Hangzhou Greentown 6 1 2 3 3 6 -3 5
  HAN SEO AIN NAG
Hangzhou Greentown 1 – 1 0 – 0 2 – 0
FC Seoul 3 – 0 3 – 0 0 – 2
Al-Ain 1 – 0 0 – 1 3 – 1
Nagoya Grampus 1 – 0 1 – 1 4 – 0

Girone G[modifica | modifica wikitesto]

Squadra PG V N P GF GS DR Pt.
Corea del Sud Jeonbuk Hyundai 6 5 0 1 14 2 +12 15
Giappone Cerezo Osaka 6 4 0 2 11 4 +7 12
Cina Shandong Luneng 6 2 1 3 9 8 +1 7
Indonesia Arema FC 6 0 1 5 2 22 -20 1
  CER SHA JEO ARE
Cerezo Osaka 4 – 0 1 – 0 2 – 1
Shandong Luneng 2 – 0 1 – 2 5 – 0
Jeonbuk Hyundai 1 – 0 1 – 0 6 – 0
Arema FC 0 – 4 1 – 1 0 – 4

Girone H[modifica | modifica wikitesto]

Squadra PG V N P GF GS DR Pt.
Corea del Sud Suwon Samsung 6 3 3 0 12 3 +9 12
Giappone Kashima Antlers 6 3 3 0 9 3 +6 12
Australia Sydney FC 6 1 2 3 6 11 -5 5
Cina Shanghai Shenhua 6 0 2 4 3 13 -10 2
  SYD KAS SHA SUW
Sydney FC 0 – 3 1 – 1 0 – 0
Kashima Antlers 2 – 1 2 – 0 1 – 1
Shanghai Shenhua 2 – 3 0 – 0 0 – 3
Suwon Samsung 3 – 1 1 – 1 4 – 0

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Ris. Squadra 2
Sepahan Iran 3 – 1 Uzbekistan Bunyodkor
Al-Ittihad Arabia Saudita 3 – 1 Arabia Saudita Al-Hilal
Al-Sadd Qatar 1 – 0 Arabia Saudita Al-Shabab
Zob Ahan Iran 4 – 1 Arabia Saudita Al-Nassr
Gamba Osaka Giappone 0 – 1 Giappone Cerezo Osaka
Jeonbuk Hyundai Corea del Sud 3 – 0 Cina Tianjin Teda
FC Seoul Corea del Sud 3 – 0 Giappone Kashima Antlers
Suwon Samsung Corea del Sud 2 – 0 Giappone Nagoya Grampus

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Cerezo Osaka Giappone 5 – 9 Corea del Sud Jeonbuk Hyundai 4 – 3 1 – 6
Al-Ittihad Arabia Saudita 3 – 2 Corea del Sud FC Seoul 3 – 1 0 – 1
Sepahan Iran 2 – 4 Qatar Al-Sadd 0 – 3[5] 2 - 1
Suwon Samsung Corea del Sud 3 – 2 (dts) Iran Zob Ahan 1 – 1 2 – 1

Partite[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Osaka
14 settembre 2011, ore 19:30 UTC+9
Cerezo Osaka Flag of Japan.svg4 – 3
[http://www.the-afc.com/en/component/joomleague/?view=report&compID=410&matchId=4122[collegamento interrotto] referto]
Flag of South Korea.svg Jeonbuk HyundaiStadio Nagai (15.450 spett.)
Arbitro: Cina Tan

Suwon
14 settembre 2011, ore 19:30 UTC+9
Suwon Samsung Flag of South Korea.svg1 – 1
[http://www.the-afc.com/en/component/joomleague/?view=report&compID=410&matchId=4106[collegamento interrotto] referto]
Flag of Iran.svg Zob AhanSuwon World Cup Stadium (7.659 spett.)
Arbitro: Giappone Maasaki

Fulad Shahr
14 settembre 2011, ore 19:30 UTC+4:30
Sepahan Flag of Iran.svg0 – 3
(a tavolino)
[http://www.the-afc.com/en/component/joomleague/?view=report&compID=410&matchId=4107[collegamento interrotto] referto]
Flag of Qatar.svg Al-SaddStadio Fulad Shahr (5.621 spett.)
Arbitro: Australia Williams

  • Il risultato è stato assegnato a tavolino, perché il Sepahan ha schierato un giocatore non eleggibile[5].
Jedda
14 settembre 2011, ore 20:35 UTC+3
Al-Ittihad Flag of Saudi Arabia.svg3 – 1
[http://www.the-afc.com/en/component/joomleague/?view=report&compID=410&matchId=4121[collegamento interrotto] referto]
Flag of South Korea.svg FC SeoulStadio Principe Abdullah al-Faisal (16.790 spett.)
Arbitro: Iran Faghani

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Jeonju
27 settembre 2011, ore 19:00 UTC+9
Jeonbuk Hyundai Flag of South Korea.svg6 – 1
[http://www.the-afc.com/en/component/joomleague/?view=report&compID=410&matchId=4105[collegamento interrotto] referto]
Flag of Japan.svg Cerezo OsakaJeonju World Cup Stadium (16.423 spett.)
Arbitro: Qatar Mohammed

Seul
27 settembre 2011, ore 19:30 UTC+9
FC Seoul Flag of South Korea.svg1 – 0
[http://www.the-afc.com/en/component/joomleague/?view=report&compID=410&matchId=4104[collegamento interrotto] referto]
Flag of Saudi Arabia.svg Al-IttihadSeoul World Cup Stadium (15.000 spett.)
Arbitro: Uzbekistan Kovalenko

Fulad Shahr
28 settembre 2011, ore 17:20 UTC+4:30
Zob Ahan Flag of Iran.svg1 – 2
(d.t.s.)
[http://www.the-afc.com/en/component/joomleague/?view=report&compID=410&matchId=4102[collegamento interrotto] referto]
Flag of South Korea.svg Suwon SamsungStadio Fulad Shahr (7.250 spett.)
Arbitro: Arabia Saudita Al Ghamdi

Doha
28 settembre 2011, ore 18:20 UTC+3
Al-Sadd Flag of Qatar.svg1 – 2
[http://www.the-afc.com/en/component/joomleague/?view=report&compID=410&matchId=4103[collegamento interrotto] referto]
Flag of Iran.svg SepahanStadio Jassin Bin Hamad (6.026 spett.)
Arbitro: Giappone Nishimura

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Suwon Samsung Corea del Sud 1 – 2 Qatar Al-Sadd 0 – 2 1 – 0
Al-Ittihad Arabia Saudita 3 – 5 Corea del Sud Jeonbuk Hyundai 2 – 3 1 – 2

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Suwon
19 ottobre 2011, ore 19:30 UTC+9
Suwon Samsung Flag of South Korea.svg0 – 2
[http://www.the-afc.com/en/component/joomleague/?view=report&compID=410&matchId=4126[collegamento interrotto] referto]
Flag of Qatar.svg Al-SaddSuwon World Cup Stadium (9.864 spett.)
Arbitro: Singapore Bashir

Jedda
19 ottobre 2011, ore 20:05 UTC+3
Al-Ittihad Flag of Saudi Arabia.svg2 – 3
[http://www.the-afc.com/en/component/joomleague/?view=report&compID=410&matchId=4124[collegamento interrotto] referto]
Flag of South Korea.svg Jeonbuk HyundaiStadio Principe Abdullah al-Faisal (16.942 spett.)
Arbitro: Bahrein Shukralla

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Doha
26 ottobre 2011, ore 18:00 UTC+3
Al-Sadd Flag of Qatar.svg0 – 1
[http://www.the-afc.com/en/component/joomleague/?view=report&compID=410&matchId=4127[collegamento interrotto] referto]
Flag of South Korea.svg Suwon SamsungStadio Jassin Bin Hamad (10.800 spett.)
Arbitro: Emirati Arabi Uniti Al Badwawi

Jeonju
26 ottobre 2011, ore 19:00 UTC+9
Jeonbuk Hyundai Flag of South Korea.svg2 – 1
[http://www.the-afc.com/en/component/joomleague/?view=report&compID=410&matchId=4125[collegamento interrotto] referto]
Flag of Saudi Arabia.svg Al-IttihadJeonju World Cup Stadium (17.069 spett.)
Arbitro: Libano El Haddad

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Jeonju
5 novembre , ore 19:00 UTC+9
Jeonbuk Hyundai Flag of South Korea.svg2 – 2
(d.t.s.)
referto
Flag of Qatar.svg Al-SaddJeonju World Cup Stadium (41.805 spett.)
Arbitro: Uzbekistan Irmatov

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
9 Corea del Sud Lee Dong-Gook Corea del Sud Jeonbuk Hyundai Motors
7 Brasile Eninho Corea del Sud Jeonbuk Hyundai Motors
6 Corea del Sud Ha Tae-Goon Corea del Sud Suwon Bluewings
5 Kuwait Bader Al-Mutwa Arabia Saudita Al-Nassr
5 Montenegro Dejan Damjanović Corea del Sud FC Seoul
5 Iran Farhad Majidi Iran Esteghlal
5 Senegal Ibrahima Touré Iran Sepahan
4 Arabia Saudita Yasser Al-Qahtani Arabia Saudita Al-Hilal
4 Brasile Igor Castro Iran Zob Ahan
4 Giappone Takashi Inui Giappone Cerezo Osaka
4 Brasile Rodrigo Pimpão Giappone Cerezo Osaka
4 Corea del Sud Yeom Ki-Hun Corea del Sud Suwon Bluewings
4 Algeria Abdelmalek Ziaya Arabia Saudita Al-Ittihad

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Criteria for Participation in AFC Club Competition (PDF), su the-afc.com.
  2. ^ Ad-hoc Committee for Professional Clubs, su the-afc.com. URL consultato il 13 febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 20 gennaio 2018).
  3. ^ ACL slots maintained, su the-afc.com.
  4. ^ ACL, AFCC 2011 draws, AFC, 11 ottobre 2010. URL consultato l'11 ottobre 2010.
  5. ^ a b (EN) AFC Disciplinary Committee sanctions Sepahan, the-afc.com. URL consultato il 26 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2018).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio