Game Boy Advance SP

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Game Boy Advance SP
console
Game-Boy-Advance-SP-Mk1-Blue.jpg
Produttore Nintendo
Tipo Portatile
Generazione Sesta
Presentazione
alla stampa
2002
In vendita 2003
Unità vendute 21,42 milioni[1]
Gioco più diffuso Pokémon Rubino e Zaffiro
Predecessore Game Boy Advance
Successore Game Boy Micro (redesign)
Nintendo DS (successore)
Caratteristiche tecniche
Supporto di
memoria
cartucce GBA, cartucce GBC e GB
Dispositivi
di controllo
integrato
CPU ARM 32-bit
RAM totale 384 kB
Servizi online non presente

Il Game Boy Advance SP (dove SP sta per Special Project, Progetto Speciale) è una versione migliorata della console portatile Game Boy Advance. Lo schermo dell'SP, leggermente più grande di quello del GBA, è montato su uno sportellino richiudibile. Inoltre il monitor è dotato di illuminazione frontale, la quale può essere spenta quando non se ne ha più bisogno. Un'altra novità consiste nella presenza della batteria al litio ricaricabile che consente fino a 10 ore consecutive di gioco con l'illuminazione attiva, 18 con l'illuminazione spenta. Game Boy Advance SP è retrocompatibile e in grado di leggere i giochi di tutti i suoi predecessori.

  • Lunghezza: 84,6 mm
  • Larghezza: 82 mm
  • Altezza: 24,3 mm
  • Batteria: batteria al litio ricaricabile che permette una durata di 10 ore se si utilizza la retroilluminazione e fino a 18 ore se non si utilizza le retroilluminazione.

In un'intervista il presidente di Nintendo, Satoru Iwata, ha reso noto che nello sviluppo del Game Boy Advance SP fu provata la tecnologia del 3D stereoscopico che (seppur funzionante) venne poi abbandonata in quanto la bassa risoluzione non consentiva un effetto abbastanza d'impatto rispetto alla spesa prevista per implementare tale tecnologia.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Nintendo Portale Nintendo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Nintendo