Console Nintendo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Nintendo.

Le console casalinghe in confronto di dimensioni
La serie Game Boy

Dal 1980 l'azienda giapponese Nintendo ha prodotto console casalinghe e console portatili, vendendo oltre 700 milioni di unità in tutto il mondo.[1]

Console casalinghe[modifica | modifica wikitesto]

Color TV Game[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Color TV Game.
Nintendo-Color-TV-Game-Blockbreaker-FL.jpg

Il Color TV Game (カラー テレビゲーム Karā Terebi Gēmu?) è la prima console sviluppata da Nintendo e distribuita in Giappone a partire dal 1977. La console appartiene alla prima generazione e ha venduto oltre 3 milioni di unità.

Nintendo Entertainment System[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Nintendo Entertainment System.
NES-Console-Set.jpg

Il Nintendo Entertainment System, conosciuto in Giappone con il nome di Family Computer (ファミリーコンピュータ Famirī Konpyūta?), è una console sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 1983. La console appartiene alla terza generazione, ha venduto 61,91 milioni di unità[2] ed è considerata una delle console più importanti della storia.[3] Nel 2009 il sito IGN l'ha definita la migliore console videoludica di tutti i tempi.[4]

Super Nintendo Entertainment System[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Super Nintendo Entertainment System.
Nintendo-Super-Famicom-Set-FL.jpg

Il Super Nintendo Entertainment System, conosciuto in Giappone con il nome Super Famicom (スーパーファミコン Sūpā Famikon?), è una console sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 1990. La console appartiene alla quarta generazione e ha venduto 49,10 milioni di unità.[2]

Nintendo 64[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Nintendo 64.
Nintendo-64-wController-L.jpg

Il Nintendo 64 è una console sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 1996. La console appartiene alla quinta generazione e ha venduto 32,93 milioni di unità.[2]

Nintendo GameCube[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Nintendo GameCube.
GameCube-Set.jpg

Il Nintendo GameCube (ニンテンドー ゲームキューブ Nintendō Gēmukyūbu?) è una console sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 2001. La console appartiene alla sesta generazione e ha venduto 21,74 milioni di unità.[2]

Wii[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Wii.
Wii-console.jpg

Il Wii (ウィー ?) è una console sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 2006. La console appartiene alla settima generazione e ha venduto 101,63 milioni di unità diventando così la più venduta dell'azienda.[2]

Wii U[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Wii U.
Wii U and GamePad.jpg

La Wii U (ウィー・ユー Wī Yū?) è una console sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 2012. La console appartiene all'ottava generazione e ha venduto 13,56 milioni di unità.[2]

Nintendo Switch[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Nintendo Switch.
La console in modalità casalinga

Il Nintendo Switch (ニンテンドースイッチ Nintendō Suitchi?), inizialmente conosciuto con il nome in codice di NX, è la prima console ibrida sviluppata da Nintendo e distribuita in tutto il mondo a partire dal 2017. La console, pur essendo ancora dell’ottava generazione, introduce una grande novità nel mondo videoludico, ovvero quella di poter essere allo stesso tempo una console casalinga e una console portatile. Ha venduto 34,74 milioni di unità (aggiornato al 3 marzo 2019).[2]

Console portatili[modifica | modifica wikitesto]

Game & Watch[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Game & Watch e Lista di Game & Watch.
Game & Watch nella versione di Donkey Kong II

I Game & Watch (ゲーム&ウオッチ Gēmu & Uotchi?) sono una serie di giochi elettronici portatili, ideati da Gunpei Yokoi e prodotti da Nintendo tra il 1980 e il 1991. Appartengono alla seconda generazione e hanno venduto 43,4 milioni di unità.

Game Boy[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Game Boy.
Game-Boy-FL.jpg

Il Game Boy (ゲームボーイ Gēmu Bōi?) è la prima console portatile sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 1989. La console appartiene alla quarta generazione e ha venduto 118,69 milioni di unità.[2]

Game Boy Pocket[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Game Boy Pocket.
Game-Boy-Pocket-FL.jpg

Il Game Boy Pocket (ゲームボーイポケット Gēmu Bōi Poketto?) è una console portatile sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 1996. La console è la versione rimodellata e leggermente migliorata dell'originale Game Boy, proprio per questo ne condivide la generazione.

Game Boy Color[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Game Boy Color.
Nintendo-Game-Boy-Color-FL.jpg

Il Game Boy Color (ゲームボーイカラー Gēmu Bōi Karā?) è una console portatile sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 1998. La console appartiene alla quinta generazione e ha venduto 49 milioni di unità.

Game Boy Advance[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Game Boy Advance.
Nintendo-Game-Boy-Advance-Purple-FL.jpg

Il Game Boy Advance (ゲームボーイアドバンス Gēmu Bōi Adobansu?) è una console portatile sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 2001. La console appartiene alla sesta generazione e ha venduto 81,51 milioni di unità (Advance SP e Micro compresi).[2][5]

Game Boy Advance SP[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Game Boy Advance SP.
Game-Boy-Advance-SP-Mk1-Blue.jpg

Il Game Boy Advance SP (ゲームボーイアドバンスSP Gēmu Bōi Adobansu SP?), dove "SP" sta per "Special Project", è una console portatile sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 2003. La console è il primo restyling del Game Boy Advance e proprio per questo ne condivide la generazione. Ha venduto 21,42 milioni di unità.[5]

Game Boy Micro[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Game Boy Micro.
Game-Boy-Micro.jpg

Il Game Boy Micro (ゲームボーイミクロ Gēmu Bōi Mikuro?) è una console portatile sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 2005. La console è il secondo restyling del Game Boy Advance e proprio per questo ne condivide la generazione. Ha venduto 2,42 milioni di unità.[5]

Nintendo DS[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Nintendo DS.
Nintendo-DS-Fat-Blue.png

Il Nintendo DS (ニンテンドーDS Nintendō DS?) è una console sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 2004. La console appartiene alla settima generazione e ha venduto 154,88 milioni di unità (Lite e DSi compresi).[2]

Nintendo DS Lite[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Nintendo DS Lite.
Nintendo-DS-Lite-Black-Open.png

Il Nintendo DS Lite (ニンテンドーDS Lite Nintendō DS Lite?) è una console sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 2006. La console è il primo restyling del Nintendo DS e proprio per questo ne condivide la generazione. Ha venduto singoralmente 93,85 milioni di unità.

Nintendo DSi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Nintendo DSi.
Nintendo-DSi-Bl-Open.png

Il Nintendo DSi (ニンテンドーDSi Nintendō Dīesài?) è una console sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 2008. La console è il secondo restyling del Nintendo DS e proprio per questo ne condivide la generazione. Ha venduto singoralmente 41 milioni di unità.

Nintendo 3DS[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Nintendo 3DS.
Nintendo-3DS-AquaOpen.png

Il Nintendo 3DS (ニンテンドー3DS Nintendō 3DS?) è una console sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 2010. La console è la prima ad utilizzare il 3D e appartiene all'ottava generazione. Ha venduto 74,84 milioni di unità (2DS, New 3DS e New 2DS inclusi).[2]

Nintendo 2DS[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Nintendo 2DS.
Nintendo-2DS-angle.png

Il Nintendo 2DS (ニンテンドー2DS Nintendō 2DS?) è una console sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 2013. La console è il primo restyling del Nintendo 3DS e proprio per questo ne condivide la generazione. Ha venduto singolarmente 5,17 unità.

New Nintendo 3DS[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: New Nintendo 3DS.
New Nintendo 3DS.png

Il New Nintendo 3DS (Newニンテンドー3DS New Nintendō 3DS?) è una console sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 2014. La console appartiene all'ottava generazione e ha venduto singolarmente 15 milioni di unità.

New Nintendo 2DS XL[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: New Nintendo 2DS XL.
New Nintendo 2DS XL.png

Il New Nintendo 2DS XL (Newニンテンドー2DS LL New Nintendō 2DS LL?) è una console sviluppata da Nintendo e distribuita a partire dal 2017. La console appartiene all'ottava generazione.

Nintendo Switch[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Nintendo Switch.
La console in modalità portatile con i due Joy-Con agganciati

Il Nintendo Switch (ニンテンドースイッチ Nintendō Suitchi?) è la prima console ibrida sviluppata da Nintendo e distribuita in tutto il mondo a partire dal 2017. La console appartiene all'ottava generazione e ha venduto 32,27 milioni di unità.[2]

Altre console[modifica | modifica wikitesto]

Virtual Boy[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Virtual Boy.
Virtual Boy system.png

Il Virtual Boy (バーチャルボーイ Bācharu Bōi?) è una console stereoscopica sviluppata da Nintendo e distribuita nel 1995. Il sistema, per diversi motivi, ha avuto uno scarso successo di pubblico e di critica, tanto che la produzione è terminata l'anno seguente alla commercializzazione.[6]

Pokémon Pikachu[modifica | modifica wikitesto]

Pokémon Pikachu digital pet.JPG

Il Pokémon Pikachu, conosciuto anche come Pocket Pikachu (ポケットピカチュウ?) è una sorta di tamagotchi distribuito da Nintendo nel 1998.

Pokémon mini[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pokémon mini.
Pokémon mini system.jpg

Il Pokémon mini (ポケモンミニ?) è una console portatile a giochi intercambiabili prodotta da Nintendo e distribuita nel 2001. Si tratta della più piccola console a cartucce prodotta dall'azienda.[7]

Panasonic Q[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Panasonic Q.
Panasonic-Q-Console-Set.jpg

Il Panasonic Q è una console prodotta da Panasonic in collaborazione con Nintendo distribuita solo in Giappone nel 2001. Consiste in un Nintendo GameCube dotato di lettore DVD.

iQue Player[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: iQue Player.
Nintendo-N64-iQue-Player-FL.jpg

L'iQue Player ([ˌaɪ ˈkʰjuː]) è una console prodotta da Nintendo e lo scienziato Wei Yen distribuita in Cina il 17 novembre 2003.

Wii Mini[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Wii Mini.
Nintendo-Wii-Mini-Console-FL.jpg

Il Wii Mini è una console sviluppata da Nintendo e distribuita nel 2012 come restyling del Wii.

Nintendo Classic Mini[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Nintendo Classic Mini: Nintendo Entertainment System.
NCM Konsole mit Controller.jpg

Il Nintendo Classic Mini è una console sviluppata da Nintendo e distribuita nel 2016 come restyling del NES.

Super Nintendo Classic Mini[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Nintendo Classic Mini: Super Nintendo Entertainment System.
Nintendo Classic Mini Super Nintendo Entertainment System.jpg

Il Super Nintendo Classic Mini è una console sviluppata da Nintendo e distribuita nel 2017 come restyling dello SNES.

Controller[modifica | modifica wikitesto]

Gamepad per NES[modifica | modifica wikitesto]

Nintendo-Entertainment-System-NES-Controller-FL.jpg

Il gamepad per NES, distribuito insieme alla console nel 1983, è il primo controller prodotto da Nintendo.

Gamepad per SNES[modifica | modifica wikitesto]

Snes control.jpg

Il gamepad per SNES è stato distribuito insieme alla console nel 1990. Questo controller, oltre alla tradizionale freccia direzionale e ai tasti A e B, presenta due nuovi tasti nel lato destro.

Gamepad per N64[modifica | modifica wikitesto]

Nintendo-64-Controller-Gray-Flat.jpg

Il gamepad per Nintendo 64, denominato dai fan come Tricorno, è stato distribuito insieme alla console nel 1996. Il controller, oltre alla classica freccia direzionale, presenta sei tasti frontali: due chiamati A e B (rispettivamente di colore blu e verde), e quattro gialli (su ognuno di essi vi è una freccia direzionale) con al centro la lettera C.

GameCube Controller[modifica | modifica wikitesto]

GameCube controller.png

Il GameCube Controller è stato distribuito insieme alla console nel 2001. Il gamepad ha riscosso molto successo grazie a Super Smash Bros. Melee, videogioco più diffuso per Nintendo GameCube[8], facendolo produrre per tutti gli appasionati della serie Smash in delle edizioni speciali per Wii U[9] e Nintendo Switch.[10]

Wii Remote[modifica | modifica wikitesto]

Wiimote.png

Il Wii Remote è stato distribuito insieme alla console nel 2006. Il telecomando utilizza un approccio differente dai controller tradizionali, nel tentativo di risultare interessante per un pubblico più vasto.

Joy-Con[modifica | modifica wikitesto]

Nintendo Switch Joy-Con Controllers.png

I Joy-Con sono stati distribuiti insieme alla console, perché parte integrante di essa, nel 2017. I due controller vengono distribuiti insieme al Joy-Con Grip, un'impugnatura che permette l'unione dei due Joy-Con in modo da farli diventare un Gamepad.[11]

Periferiche[modifica | modifica wikitesto]

NES Zapper[modifica | modifica wikitesto]

Nintendo-Entertainment-System-NES-Zapper-Gray-R.jpg

La NES Zapper (光線銃シリーズ Kōsen jū shirīzu?) è una pistola ottica progettata da Nintendo per il Nintendo Entertainment System nel 1985. La pistola permette ai giocatori di mirare allo schermo del televisore.

SNES Mouse[modifica | modifica wikitesto]

SNES-Mouse-and-Pad.jpg

Lo SNES Mouse (スーパーファミコンマウス Sūpā Famikon Mausu?) è una periferica prodotta da Nintendo e pubblicata nel 1992 in Giappone e l'anno successivo nel resto del mondo. Il mouse, inizialmente progettato per il videogioco Mario Paint, è compatibile con vari giochi per SNES.

Super Game Boy[modifica | modifica wikitesto]

Nintendo-Super-Game-Boy.jpg

Il Super Game Boy (スーパーゲームボーイ Sūpā Gēmu Bōi?) è una cartuccia prodotta nel 1994 da Nintendo per lo SNES che permette l'esecuzione dei videogiochi per Game Boy e Game Boy Color sulla console.

Satellaview[modifica | modifica wikitesto]

Il Satellaview connesso allo SNES

Il Satellaview (サテラビュー Saterabyū?) è una periferica creata da Nintendo e St.GIGA per lo SNES e distribuita in Giappone nel 1995.[12] La periferica permetteva l'ottenimento di contenuti scaricabili tramite rete satellitare da memorizzare in un'apposita cartuccia.

Game Boy Camera[modifica | modifica wikitesto]

Nintendo PocketCamera.JPG

La Game Boy Camera (ポケットカメラ Pocket Camera?) è un accessorio Nintendo per Game Boy distribuito in Giappone il 21 febbraio 1998 e poi in America il 1º giugno dello stesso anno.[13] L'accessorio è compatibile con tutta la serie Game Boy ad eccezione del Game Boy Micro.

Game Boy Printer[modifica | modifica wikitesto]

Game Boy Printer.jpg

La Game Boy Printer (ポケットプリンタ Poketto Purinta?) è una stampante termica progettata da Nintendo per il Game Boy e distribuita nel 1998. Anch'essa, come la Game Boy Camera, è compatibile con tutta la serie Game Boy ad eccezione del Game Boy Micro.

Game Boy Player[modifica | modifica wikitesto]

GameCube-Game-Boy-Player.jpg

Il Game Boy Player (ゲームボーイプレーヤー Gēmu Bōi Purēyā?) è un dispositivo creato da Nintendo per Nintendo GameCube distribuito nel 2003. Il dispositivo consente di riprodurre su un televisore le cartucce del Game Boy, Game Boy Color e Game Boy Advance.

Wii Balance Board[modifica | modifica wikitesto]

Wii Balance Board transparent.png

La Wii Balance Board (バランスWiiボード Baransu Wī Bōdo?) è una periferica progettata da Nintendo per il videogioco Wii Fit distribuita nel 2007. Simile a una bilancia, questa periferica misura l'indice di massa corporea oltre ad analizzare il baricentro e il peso della persona.

Wii Wheel[modifica | modifica wikitesto]

Wii-Wheel.jpg

Il Wii Wheel è una periferica a forma di volante prodotta da Nintendo per il videogioco Mario Kart Wii. Lo stesso prodotto viene riproposto per Nintendo Switch con Mario Kart 8 Deluxe.[14]

PokéWalker[modifica | modifica wikitesto]

Poke-Walker.jpg

Il Pokéwalker (ポケウォーカー Pokewōkā?) è uno speciale contapassi per Nintendo DS creato da Nintendo e distribuito nel 2009 insieme ai videogiochi Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver.[15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nintendo: oltre 700 milioni di console vendute in totale e altre statistiche, su multiplayer.it. URL consultato l'11 aprile 2019.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l (EN) Dedicated Video Game Sales Units, su nintendo.co.jp. URL consultato l'11 aprile 2019.
  3. ^ (EN) The Famicom Legacy, su usgamer.net. URL consultato l'11 aprile 2019.
  4. ^ (EN) Nintendo Entertainment System (NES) is Number 1, su ign.com. URL consultato l'11 aprile 2019.
  5. ^ a b c (EN) Consolidated Financial Statements (PDF), su nintendo.co.jp. URL consultato l'11 aprile 2019.
  6. ^ IGN Retro: Virtual Boy Revisited, su retro.ign.com. URL consultato l'11 aprile 2019.
  7. ^ Pokémon Mini, su nintendo.it. URL consultato l'11 aprile 2019.
  8. ^ (EN) The top-selling GameCube games (all figures in millions of units sold-through since launch), su vgchartz.com. URL consultato l'11 aprile 2019.
  9. ^ Wii U: Controller per Gamecube - Edizione Super Smash Bros, su amazon.it. URL consultato l'11 aprile 2019.
  10. ^ Super Smash Bros. Ultimate: Nintendo presenta il controller GameCube a tema, su everyeye.it. URL consultato l'11 aprile 2019.
  11. ^ Nintendo Switch, su nintendo.it. URL consultato l'11 aprile 2019.
  12. ^ (EN) Satellaview (BS-X), su myweb.tiscali.co.uk. URL consultato l'11 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 14 gennaio 2007).
  13. ^ (EN) Game Boy Camera, su nintendo.com. URL consultato l'11 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 30 maggio 1998).
  14. ^ Joy-Con - Coppia di Volanti, su gamestop.it. URL consultato l'11 aprile 2019.
  15. ^ Pokémon Versione Oro HeartGold e Versione Argento SoulSilver, su pokemon.com. URL consultato l'11 aprile 2019.
Nintendo Portale Nintendo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Nintendo