Conservatorio Luisa D'Annunzio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Conservatorio Luisa D’Annunzio
Conservatorio pescara.jpg
Palazzo Mezzopreti
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàPescara
Dati generali
Fondazione1º ottobre 1969
TipoConservatorio di musica
RettoreM° Alfonso Patriarca
PresidenteDott. Enzo Fimiani
Mappa di localizzazione
Sito web

Il Conservatorio Luisa D'Annunzio è un Istituto Superiore di Studi Musicali con sede a Pescara.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1922 alcuni artisti abruzzesi, tra cui i compositori Camillo De Nardis, Primo Riccitelli e Francesco Paolo Tosti, ed i pittori Michele Cascella e Francesco Paolo Michetti, costituirono una corporazione musicale dedicata alla madre del poeta Gabriele D'Annunzio, Luisa[1]. Nel 1933 l'istituto divenne Ente Morale ed il 30 ottobre 1935 cominciò ufficialmente l'attività da Liceo Musicale[1].

Sede di Viale Bovio, ex municipio di Castellamare Adriatico

Dopo la seconda guerra mondiale il Liceo riprese le sue attività ed il 1º ottobre 1969 fu statalizzato e trasformato in Conservatorio anche grazie all'interessamento dell'allora sottosegretario alla Pubblica Istruzione Vincenzo Bellisario, cui successivamente fu intitolata una delle sale del Conservatorio[1]. Nel 1999 ha preso nome di Istituto di Alta Formazione Artistica e Musicale.

Sede[modifica | modifica wikitesto]

La prima sede del Liceo fu in viale D'Annunzio mentre nel dopoguerra l'istituto si stabilì in piazza 1º Maggio[1].

Il Conservatorio ha oggi sede nei locali dello splendido Palazzo Mezzopreti in viale Muzii, il cui restauro è terminato nel 2005 e nell'ex municipio di Castellammare Adriatico nell'attigua via Bovio, che dal 2007 dispone di un auditorium da 266 spettatori[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d La storia, dal sito ufficiale del Conservatorio, su conservatoriopescara.gov.it. URL consultato il luglio 2018.
  2. ^ La sede, dal sito ufficiale del Conservatorio, su conservatoriopescara.gov.it. URL consultato il luglio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN56145857816523021242 · GND (DE10349671-3