Ponte del Mare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ponte del Mare
Ponte del Mare di Pescara 2011.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
CittàPescara
Coordinate42°27′59.23″N 14°13′25.13″E / 42.466454°N 14.223647°E42.466454; 14.223647Coordinate: 42°27′59.23″N 14°13′25.13″E / 42.466454°N 14.223647°E42.466454; 14.223647
Dati tecnici
TipoPonte strallato
MaterialeAcciaio
Lunghezza466 m
Luce max.172 m
Altezza luce15,0 m
Larghezza4,20+3,20 m
Altezza50 circa (Il Pilone Centrale) m
Realizzazione
ProgettistiArch. Walter Pichler Ing. Mario de Miranda
Costruzione9 febbraio 2008-8 dicembre 2009
Mappa di localizzazione

Il Ponte del Mare è un ponte strallato ciclo-pedonale situato nella città di Pescara che con i suoi 466 metri di lunghezza tra le spalle ed i 172 metri di luce dell'impalcato sospeso, è il più grande ponte ciclo-pedonale italiano ed uno dei maggiori d'Europa.

Tale ponte collega la riviera sud con quella nord del fiume Aterno-Pescara permettendo di creare la necessaria continuità al Corridoio Verde Adriatico, la pista ciclabile che corre lungo tutta la costiera adriatica da Ravenna a Santa Maria di Leuca, in via di completamento.

Il ponte è stato inaugurato ed aperto al pubblico il giorno 8 dicembre 2009.[1]

Progetto[modifica | modifica wikitesto]

La rampa del ponte dal lato nord

Il ponte ciclo-pedonale denominato "Ponte del Mare" nasce da un'idea attesa e condivisa dalla città, in contrapposizione e in alternativa all'ipotesi del Sindaco di centro destra Carlo Pace di realizzare nella stessa sede un Tunnel carrabile. L'idea fu in seguito inserita nel Piano Regolatore su iniziativa degli esponenti di Rifondazione Comunista al Comune. In seguito il Sindaco di centro sinistra Luciano D'Alfonso (2003-2008) incaricò l'architetto altoatesino Walter Pichler di immaginare e disegnare il progetto preliminare che fu sviluppato a livello esecutivo dall'ingegner Mario de Miranda. Il progetto preliminare fu seguito dall'assessore all'urbanistica dell'epoca e fu curato nella direzione dei lavori dall'ingegnere Nicola Di Mascio.

Lo stesso Sindaco riuscì a coinvolgere nella realizzazione dell'opera, quali finanziatori, alcuni importanti imprenditori della città e la fondazione bancaria PescarAbruzzo con il suo presidente Nicola Mattoscio. Gli imprenditori che raccolsero l'appello del Sindaco e manifestarono il loro interesse per l'opera furono: Gilberto Ferri, Enrico Marramiero, Carlo Toto, Renzo Di Properzio e Roberto Marinucci, Direttore generale della Fater S.p.a. A questi finanziatori si aggiunse l’Arch. Walter Pichler della "Stahlbau Pichler" quando lo stesso decise di donare al Comune il progetto di notevole valore professionale.

Il ponte è stato inaugurato l'8 dicembre 2009 dal sindaco Luigi Albore Mascia. Il Ponte del Mare in breve tempo è diventato un elemento importante del territorio urbano, capace di offrire un nuovo panorama della città e di rappresentarla fuori dai suoi confini.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Vista notturna del Ponte sul Mare; notare le due diramazioni separate per pista pedonale e ciclabile

Il ponte, dotato di un pilone centrale leggermente inclinato, si articola con un tracciato curvilineo che unisce le due riviere all'altezza della rotonda della Madonnina, a nord, e in corrispondenza del Lungomare Papa Giovanni XXIII a sud. La struttura è costituita da due rami separati, una pista ciclabile larga tre metri e un percorso pedonale largo quattro, che si ricongiungono all'estremità in un'unica struttura larga cinque e che vengono retti da una serie di tiranti inclinati che si ricongiungono al pilone.

L'intervento dal punto di vista urbanistico ricade all'interno dell'ambito territoriale del Piano Particolareggiato denominato P.P.2.

Dettaglio del basamento del pilone

Le rampe di estremità procedono con una sede unica, dedicata all'uso ciclopedonale, di larghezza variabile da 5,95 m a 7,42 m, mentre il tratto centrale di scavalcamento del fiume avviene con due impalcati separati di larghezza di 4,2 m per la sede ciclabile e 3,2 m per la sede pedonale.

La lunghezza complessiva del manufatto è diversa a seconda dei percorsi ciclabili o pedonali:

  • tracciato ciclabile: 440,72 m;
  • tracciato pedonale: 465,60 m;
  • superficie complessiva degli impalcati: 3,108 m2.

La pendenza della rampa pedonale non supera il valore dell'8%, accessibile a tutti, come previsto anche dalla normativa per le rampe idonee ai portatori di handicap in carrozzina, la parte ciclabile ha una pendenza media del 7%. La pista pedonale prevede piazzole di sosta in piano ogni 10 m, attrezzate con superfici ad alto attrito che facilitano lo stazionamento delle carrozzine, studiate per agevolare il percorso agli utenti disabili.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ponte del Mare: foto e video dell'inaugurazione, su ilpescara.it. URL consultato il 25 luglio 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]