Cara Delevingne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cara Delevingne nel 2014 

Cara Jocelyn Delevingne (Londra, 12 agosto 1992) è un'attrice ed ex modella britannica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce in un piccolo quartiere di Londra, figlia di Pandora e Charles Delevingne[1]. Ha due sorelle maggiori, Poppy, anche lei modella, e Chloe.

Per via materna discende dalla famiglia di baroni Faudel-Phillips; due dei suoi antenati di questo ramo della sua famiglia furono Lord sindaco della City di Londra[2][3][4].

Si è dichiarata bisessuale.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Modella[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera nel 2009 a 17 anni. Diventa il volto della Burberry's Beauty insieme ai modelli britannici Jamie Campbell Bower e Jourdan Dunn. Successivamente è stata il volto di Burberry primavera/estate 2012 accanto all'attore Eddie Redmayne.

Cara Delevingne durante una sfilata nel 2014.

Delevingne è anche apparsa in campagne pubblicitarie per altri brands come H&M, Blumarine, Zara e Chanel; è stata considerata come il volto star da British Vogue della collezione autunno/inverno 2012-2013. Ha inoltre sfilato come modella al fashion show di Victoria's Secret nel 2012 e nel 2013.

Ha sfilato per numerose case di moda, come Versace, Fendi, Chanel, Burberry e altre ancora.

Nel 2012 e 2014 ha vinto ai British Fashion Awards il titolo di modella dell'anno.[6] È stata posizionata al quinto posto tra le 50 migliori topmodels più richieste del mondo.

Nel 2013 ha partecipato al festival di Cannes e al Met Ball Gala indossando un vestito firmato Burberry disegnato appositamente per lei. Nello stesso anno Cara era tra gli ospiti dell'Animal Ball, organizzato dall'associazione The Elephant Family, che si è tenuto a Clarence House, residenza ufficiale del principe Carlo e Camilla Parker Bowles. Nel 2013 è testimonial di Pepe Jeans[7] e della campagna “Roman Skyline” di Fendi[8] per l’autunno/inverno 2013/2014. Nello stesso anno diventa la testimonial del nuovo profumo "Tender" di Burberry.

Nel 2014 è tra le protagoniste della campagna La Perla primavera/estate.[9]

Nel marzo 2014 è stata posta alla posizione numero 5 della classifica relativa alle 50 migliori e più ricercate modelle del periodo che è stata stilata dal sito models.com. Nel settembre dello stesso anno, in collaborazione con Mulberry, rilascia una collezione di borse ispirate alla sua personalità. È inoltre il volto della campagna pubblicitaria per il profumo My Burberry di Burberry insieme a Kate Moss.[10] Nel mese di agosto viene scelta da Tom Ford come testimonial del profumo Black Orchid, dove appare nuda ed immersa a metà in una piscina di acqua oscura su cui galleggiano diverse orchidee.[11]

Cara Delevingne alla première australiana di Città di carta (2015).

In occasione della Paris Fashion Week Settembre 2014 Cara Delevingne apre la sfilata protesta[12] di Chanel ideata da Karl Lagerfeld. Nel 2015 è protagonista, accanto a Kate Moss, della campagna pubblicitaria autunno/inverno di Mango.[13]

Nell'agosto 2015 annuncia, a soli 23 anni e tramite un'intervista al Time, di ritirarsi dalle passerelle e dedicarsi alla recitazione. La motivazione principale è quella del troppo stress, che le ha scatenato una forte forma di psoriasi, oltre a quello di essere arrivata ad odiare il proprio corpo.[14]

Attrice e doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012 ha avuto un piccolo ruolo nel film Anna Karenina di Joe Wright.

Nel novembre del 2013 ha preso parte alle riprese di The Face of an Angel, per la regia di Michael Winterbottom.

Nel settembre 2013 iniziano le riprese di Kids in Love. La modella sarà protagonista ed è affiancata da attori quali Sebastian de Souza e Will Poulter.[15] Nel 2015 parteciperà alla pellicola drammatica Tulip Fever. Inoltre sarà la protagonista del film Città di carta, ispirato al libro omonimo di John Green, nei panni di Margo Roth Spiegelman.[16]

Cara Delevingne durante il Toronto Film Festival nel 2014.

Nel 2014 ha partecipato al video musicale della canzone Ugly Boy del gruppo sudafricano Die Antwoord.

Nel 2015 ha partecipato, insieme ad altre star, al video musicale della canzone Bad Blood di Taylor Swift in collaborazione con Kendrick Lamar.[17]

Nel 2016 interpreterà la parte di Enchantress nel film della DC Comics diretto da David Ayer Suicide Squad, a fianco di Will Smith (Deadshot), Jared Leto (Joker), Margot Robbie (Harley Quinn).

Ha anche prestato la voce per il videogioco GTA V.[18]

Musica[modifica | modifica wikitesto]

Batterista, nell'agosto 2013 ha realizzato una cover della canzone Sonnentanz (Sun Don't Shine) dei Klangkarussel, insieme al cantante Will Heard.[19] Nel 2014 in occasione della sfilata di Chanel a Strasburgo canta CC the World insieme a Pharrell Williams nel cortometraggio Reincarnation, realizzato da Karl Lagerfeld.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Agenzie[modifica | modifica wikitesto]

Campagne pubblicitarie[modifica | modifica wikitesto]

  • Balmain A/I (2014)
  • Burberry P/E (2011-2013) A/I (2012;2014)
  • Burberry Beauty (2011-2012)
  • Burberry Body Tender Fragrance (2013)
  • Burberry April Showers Campaign (2011)
  • H&M Authentic Collection A/I (2011)
  • Dominic Jones Jewelry P/E (2012)
  • Blumarine A/I (2012)
  • Chanel A/I (2014)
  • Chanel Resort (2013)
  • DKNY P/E (2013-2015)
  • DKNY Jeans P/E (2013) A/I (2013)
  • John Hardy Jewelry A/I (2014) P/E (2015)
  • Ochirly P/E (2013)
  • Mango A/I (2015)
  • Mulberry A/I (2013-2014) P/E (2014)
  • My Burberry Fragrance (2014-2015)
  • Fendi A/I (2013)
  • La Perla P/E (2014)
  • Pepe Jeans P/E (2013; 2015) A/I (2013)
  • Penshoppe (2015)
  • Reserved P/E (2013)
  • Saint Laurent A/I (2013)
  • Tag Heuer (2015)
  • Tom Ford Black Orchid Fragrance (2014)
  • Topshop A/I (2014) P/E (2015)
  • YSL Baby Doll Spring (2013)
  • YSL A/I (2013)
  • YSL Beauty (2014-2015)
  • Zara A/I (2012)

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Joshi Herrmann, The divine Delevingnes: Cara Delevingne's society family in London Evening Standard, 29 novembre 2012. URL consultato il 16 marzo 2014 (archiviato il 29 ottobre 2013).
  2. ^ Person Page 47557, Thepeerage.com. URL consultato il 3 marzo 2015.
  3. ^ John Sheffield, Telegraph. URL consultato il 3 marzo 2015.
  4. ^ Anglo Jewish Coats of Arms: Being a List of Armorial Bearings in Current Use ... - Alfred Rubens - Google Books, Books.google.ca. URL consultato il 3 marzo 2015.
  5. ^ Cara Delevigne: "Felice con la mia ragazza, ma ho pensato al suicidio", gay.it. URL consultato il 28 giugno 2015.
  6. ^ Fashion Britsh awards 2014. URL consultato il 3 dicembre 2014.
  7. ^ melza de Burca sul settimanale "Panorama" del 15 gennaio 2014 pagg. 84-85
  8. ^ Cara Delevingne per Fendi: le foto di Karl Lagerfeld
  9. ^ Tre top model per La Perla 28/11/2013
  10. ^ Cara Delevingne e Kate Moss insieme per My Burberry, Elle, 4 settembre 2014. URL consultato il 2 maggio 2015.
  11. ^ Cara Delevingne posa nuda per il profumo Black Orchid di Tom Ford, 22 agosto 2014. URL consultato il 2 maggio 2015.
  12. ^ Sfilata protesta Chanel primavera estate 2015: Video - Anna Marchese, Beautydea.it
  13. ^ Kate Moss-Cara Delevingne testimonial della campagna AI 2015, Grazia, 4 giugno 2015. URL consultato il 5 giugno 2015.
  14. ^ Cara Delevingne dice basta:troppo stress, addio alle passerelle, tgcom27, 20 agosto 2015. URL consultato il 20 agosto 2015.
  15. ^ Cara Delevingne attrice: sarà la protagonista del film «Kids In Love» - it news - Grazia.it
  16. ^ Comingsoon, 17 settembre 2014, [Cara Delevingne protagonista di un film dal romanzo di John Green Città di Carta Cara Delevingne protagonista di un film dal romanzo di John Green Città di Carta] . URL consultato il 20 agosto 2015.
  17. ^ TAYLOR SWIFT VIDEO BAD BLOOD: TUTTE LE STAR DA CARA DELEVINGNE A ELLIE GOULDING, teamworld, 11 maggio 2015. URL consultato il 20 agosto 2015.
  18. ^ GTA 5: Cara Delevingne becomes a real life DJ in virtual computer game - 3am & Mirror Online
  19. ^ Cara Delevingne records Klangkarussell cover with Will Heard | Metro News

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN305857352