Halsey (cantante)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Halsey
Halsey 2019 by Glenn Francis (cropped).jpg
Halsey ai iHeartRadio Music Awards 2019
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereIndie pop[1]
Elettropop[1]
Synth pop[2]
Periodo di attività musicale2012 – in attività
EtichettaAstralwerks, Capitol Records, Virgin EMI
Album pubblicati2
Studio2
Logo ufficiale
Sito ufficiale

Halsey, pseudonimo di Ashley Nicolette Frangipane (Edison, 29 settembre 1994), è una cantautrice statunitense.

È salita alla ribalta dopo la pubblicazione del suo album di debutto, Badlands, nell'agosto 2015, nonostante fosse già conosciuta online grazie al suo blog sulla piattaforma Tumblr. Ottiene una notevole attenzione dopo la pubblicazione di Closer, una collaborazione con i Chainsmokers capace di raggiungere la vetta delle principali classifiche globali nel corso del 2016. Nel 2017 è la volta del secondo album Hopeless Fountain Kingdom, trainato dai singoli di successo Now Or Never e Bad at Love. Nell'ottobre 2018 viene pubblicato il singolo Without Me che, piazzandosi alla vetta della Billboard Hot 100, ha regalato alla cantante la sua prima numero uno come artista principale nel Paese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ashley Nicolette Frangipane nasce a Edison nel New Jersey, nel 1994. La sua famiglia è composta da padre afro-americano con origini irlandesi[3], Chris, madre italo-americana con origini ungheresi[3], Nicole, e due fratelli minori, Sevian (nato nel 1999) e Dante (nato nel 2006).[4][5][6] Il padre gestisce un concessionario auto, la madre lavora per la sicurezza in un ospedale.[7] Crescendo, impara a suonare violino, viola e violoncello; a 14 anni inizia a suonare la chitarra acustica.[8] Ha detto che la prima canzone che ha imparato a suonare con la chitarra è stata Fifteen di Taylor Swift. Halsey soffre di endometriosi[9] e intorno all'età di 16/17 anni le è diagnosticato un disturbo bipolare.[10][11] Viene in seguito ricoverata in una clinica psichiatrica per aver tentato il suicidio.[12][13]

La cantante ha ammesso di aver fatto uso di droghe a scopo ricreativo intorno all'età di 17 anni, dicendo che era una "ragazzina poco convenzionale".[14] Durante questo periodo, inizia a frequentare un uomo dipendente dall'eroina.[12] Si iscrive alla Rhode Island School of Design, per specializzarsi in belle arti, ma dopo aver capito che non può permetterselo, lascia il college e viene cacciata di casa dai suoi genitori.[12]

Halsey inizia quindi a vivere in un seminterrato con numerosi amici, che ha conosciuto con il suo fidanzato all'epoca.[12] Nel descrivere questo periodo della sua vita, Halsey ha dichiarato: "Mi ricordo una volta che avevo 9 dollari sul mio conto bancario e ho comprato un pacco di Red Bull e l'ho usato per stare sveglia durante la notte nel corso di due o tre giorni, perché non dormire era meno pericoloso che dormire da qualche parte casuale ed essere violentata o rapita."[12] Halsey ha vissuto anche con sua nonna per un periodo di tempo.[12]

Inizia a suonare in diverse città con diversi nomi d'arte.[8] Sceglie definitivamente "Halsey" come nome d'arte perché è l'anagramma del suo nome reale, nonché quello di una strada di Brooklyn dove ha trascorso molto tempo da adolescente.[15]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Esordi e l'American Youth Tour[modifica | modifica wikitesto]

Halsey inizia la propria carriera pubblicando cover su YouTube con il proprio nome. Nel 2013 pubblica sul canale YouTube una cover di I Knew You Were Trouble della cantante americana Taylor Swift, chiamata The Haylor Song, che riguarda la relazione della Swift con il membro degli One Direction Harry Styles, e la pubblica sul suo blog di Tumblr.[16]

Avendo scritto poesie per anni, inizia a scrivere canzoni come mezzo per portare vita alle poesie.[12] Andando a una festa incontra un produttore che le chiede di collaborare con una canzone con lui[12]. Il risultato, una canzone sul suo ex fidanzato intitolata Ghost, è pubblicato da Halsey su SoundCloud diverse settimane dopo la registrazione.[12] Dopo qualche ora, la canzone guadagna popolarità online, e Halsey viene successivamente contattata da numerose etichette discografiche.[12] Firma con Astralwerks, perché sente che le darà più libertà creativa rispetto ad altre etichette.[12]

Mentre lavora sull'album che pubblicherà di lì a poco, Halsey va in tour con i The Kooks[17], aprendo le date del loro tour nel 2014. Il 27 ottobre 2014 pubblica il suo EP di debutto intitolato Room 93. Quattro dei cinque brani contenuti nell'EP sono accompagnati da un video. L'album si piazza in fondo alla classifica Billboard Top 200 e al terzo posto della classifica Top Heatseekers[18]. Canta le canzoni dell'EP al festival South by Southwest, dove è l'artista più twittata della serata[19].

Dall'11 marzo al 3 aprile 2015 viaggia attraverso gli Stati Uniti per il suo American Youth Tour, insieme ai Young Rising Sons e OLIVVER[20]. In questo tour canta canzoni dell'EP e nuove canzoni, tra cui Colors, Control, Castle, Haunting e Roman Holiday. Inoltre sostiene gli Imagine Dragons nello Smoke and Mirrors Tour nelle tappe nordamericane tra il 3 giugno e il 1º agosto 2015 e The Weeknd nelle date autunnali del The Madness Tour[21]. Durante il tour con gli Imagine Dragons, rimane incinta, ma subisce un aborto spontaneo dovuto, secondo lei, al troppo lavoro e allo stress.[22][23] La cantante non parla dell'aborto fino al 2016, in un'intervista per la rivista Rolling Stone.[12]

Badlands[modifica | modifica wikitesto]

Prima della pubblicazione di Badlands, la cantante estrae New Americana come secondo singolo accompagnato da un video musicale pubblicato a settembre su YouTube; il brano ha un impatto globale maggiore rispetto al precedente album. Il 28 agosto 2015 è pubblicato il suo album di debutto, Badlands[24]. La cantante co-scrive tutte le canzoni dell'album, mentre la produzione è affidata ad alcuni produttori, tra cui spicca il suo fidanzato di allora, un Dj e produttore norvegese di nome d'arte Lido.[25] Per promuovere la nuova musica, la cantante appare in diversi show televisivi (quali Jimmy Kimmel Live! e The Late Show with Stephen Colbert) facendosi intervistare ed esibendosi; inoltre avvia un tour proprio, il Badlands Tour, che comprende date non solo in Nord America ma anche nel resto del mondo: a inizio 2016 infatti la cantante si esibisce sia in Oceania che in Asia ed Europa prima di tornare in estate in America con una seconda leg culminante in un concerto sold out a New York presso il Madison Square Garden[21][26].

Halsey durante un'esibizione nel 2016

In un'intervista, Halsey descrive Badlands come un «disco ricco di arrabbiata femminilità». L'album è un concept su una società distopica che rifletteva il suo stato d'animo dell'epoca.[27]

Negli Stati Uniti, l'album debutta al secondo posto della Billboard 200[28], che segna il secondo miglior debutto per una donna nel 2015 e il debutto migliore in assoluto per un'artista della Astralwerks. Il 1º febbraio 2016, l'album viene premiato con il disco d'oro, avendo distribuito nel Paese oltre 500.000 copie[29].

Nel resto del mondo, il disco riscuote un più moderato successo commerciale, debuttando al secondo posto delle graduatorie in Australia, al terzo in Canada, Irlanda e Nuova Zelanda, al quinto nei Paesi Bassi, al nono sia nel Regno Unito che in Belgio, mentre in Italia esordisce al 34º posto.

Progetti paralleli[modifica | modifica wikitesto]

Halsey collabora con Justin Bieber per la canzone The Feeling, che è poi inserita nell'album Purpose[30][31]. La canzone entra direttamente in Top 40 nella classifica Billboard Hot 100, e vince alcune certificazioni negli Stati Uniti e nel Regno Unito[32].

Collabora con MAC Cosmetics per la linea Future Forward e crea il suo personale rossetto limited-edition, chiamato, appunto, "Halsey"[33].

Nel maggio 2016, Halsey pubblica una canzone che non è in alcun modo collegata a Badlands né all'album che arriverà l'anno successivo. La canzone si chiama Tokyo Narita (Freestyle)[34], in collaborazione a Lido[34], e serve come una traccia promozionale per la cantante.

Nel luglio 2016, il duo statunitense The Chainsmokers pubblica un nuovo brano, Closer, in collaborazione con la cantante. Il singolo si rivela un immediato successo, riscuotendo una forte acclamazione in tutto il mondo: dopo solo due settimane dalla sua pubblicazione fruttua ad entrambi i musicisti la loro prima hit numero uno in Australia, paese in cui la canzone ha ricevuto sin da subito il disco di platino. Il 23 agosto 2016, Closer passa dal sesto posto al vertice della Billboard Hot 100 statunitense;[35] anche in questo caso, sia i Chainsmokers che Halsey hanno riscosso la loro prima numero uno nel Paese. Il duo e la cantante hanno immediato successo con Closer e si guadagnano anche una nomination alla Cinquantanovesima edizione dei Grammy Award.

L'11 dicembre 2016, come già annunciato in precedenza, Halsey si esibisce al concerto organizzato per il Premio Nobel per la pace con le canzoni Castle e Colors.[36]

Circa un mese dopo, il 13 gennaio 2017, viene estratto per il download digitale il suo brano, Not Afraid Anymore, dalla colonna sonora del film Cinquanta sfumature di nero.[37]

Hopeless Fountain Kingdom[modifica | modifica wikitesto]

Halsey durante una tappa del Hopeless Fountain Kingdom World Tour

La promozione del nuovo disco ha inizio il 28 febbraio 2017, quando la cantante invita cento fan a un ascolto esclusivo di quattro brani che saranno presenti all'interno dell'album[38]. Halsey inizia poi a lasciare sui suoi account social indizi sul concept e sull'artwork del nuovo album, fino a quando, il 31 marzo 2017, pubblica la copertina dell'album per mezzo di una caccia al tesoro per dei fan in tutto il pianeta. «Oggi ho inviato fan in 9 territori del mondo in una caccia. Sono state date loro coordinate, dove era nascosta una piccola pistola giocattolo. La pistola giocattolo smontata diventava una chiavetta USB che conteneva un piccolo pezzo della copertina dell'album. In tutto il mondo i fan hanno lavorato insieme per raccogliere i pezzi e rivelare la copertina.»[39] I fan «hanno anche scoperto una seconda immagine con una data e un'ora. Qualcosa sta arrivando...» La data in questione era il 4 aprile 2017, data in cui pubblicò il video musicale di Now or Never[40]. Halsey, inoltre, ha creato quattro differenti profili Twitter per i corrispondenti protagonisti e per le case a cui appartengono.[41][42][43][44]

L'album, come il precedente, è un concept basato su una storia d'amore simile a quella di Romeo e Giulietta; il progetto fu ispirato dalla sua rottura con Lido[45]. Esso è stato pubblicato il 2 giugno 2017[45], preceduto dal singolo apri-pista Now Or Never e dai singoli promozionali Eyes Closed[46] e Strangers, quest'ultimo in collaborazione con Lauren Jauregui delle Fifth Harmony. Due mesi dopo la pubblicazione di Hopeless Fountain Kingdom, viene estratto come secondo singolo ufficiale Bad at Love: quest'ultimo supera il successo commerciale del predecessore, tanto da collocarsi al quinto posto della Billboard Hot 100 nordamericana.[47]

Per promuovere il disco, da settembre 2017 a settembre 2018 la cantante è impegnata con l'Hopeless Fountain Kingdom World Tour,[48] con concerti in Nord America, Oceania, Asia ed Europa.

Il 1º dicembre 2017 viene pubblicato il singolo Him & I, in cui la cantante collabora con il rapper e allora fidanzato G-Eazy.[49] Successivamente, nell'estate 2018, collabora con il produttore Benny Blanco e il cantante Khalid nel singolo Eastside, capace di raggiungere la prima posizione delle classifica dei singoli britannica.

Manic[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 ottobre 2018, Halsey pubblica un nuovo singolo solista, intitolato Without Me, accompagnato dal relativo videoclip musicale pubblicato il 29 ottobre dello stesso anno. La canzone diventa il suo più grande successo come artista principale, trascorrendo due settimane non consecutive nella vetta della classifica dei singoli statunitense, oltre a rimenare per più di 20 settimane in top 5.[50] Il 9 gennaio, viene pubblicato uno remix del singolo in collaborazione con il rapper Juice WRLD.[51]

Il 13 febbraio, viene rilasicata la sua collaborazione con Yungblud, 11 Minutes, mentre il 22 dello stesso mese viene pubblicato il video musicale della canzone.[52][53] Il 12 aprile viene pubblicata un'altra sua collaborazione, questa volta con i BTS, intitolata Boy with Luv. Il suo video musicale riesce a totalizzare 78 milioni di visualizzazioni nelle prime 24 ore su YouTube, divenendo il più visualizzato in quel lasso di tempo.[54] Il 19 aprile esce invece Earth di Lil Dicky, un singolo di beneficenza sul cambiamento climatico, in cui partecipa insieme ad altri 29 artisti.[55]

Il 17 maggio Halsey ha pubblicato il singolo Nightmare, che ha debuttato al 15º posto nella classifica statunitense. Il successivo 13 settembre è uscito Graveyard, che anticipa il terzo album della cantante, Manic, andato in preordine lo stesso giorno e confermato per il 17 gennaio 2020.[56]

Stile musicale e influenze[modifica | modifica wikitesto]

Halsey è un'artista elettropop e synth-pop.[14][57][58][59]

Il padre di Halsey ascoltava molto The Notorious B.I.G., Slick Rick, i Bone Thugs-n-Harmony e 2Pac; mentre la madre ascoltava i The Cure, i The Cranberries, i Nirvana, e Alanis Morissette. Halsey dice che essi l'hanno influenzata molto nel suo stile musicale.[15] Nella canzone New Americana si riferisce a The Notorious B.I.G. e ai Nirvana con il verso: «raised on Biggie and Nirvana, we are the new americana»[60] Ha detto che i Panic! at the Disco sono «la band che hanno cambiato la [sua] fottuta vita»[61] e cita Lady Gaga come l'artista che le ha dato forza per essere se stessa[62]. L'influenza maggiore per le performance live è Adam Lazzara, il frontman dei Taking Back Sunday.[63][64] Altre influenze di Halsey includono i One Direction, Kanye West[65] (citato nella canzone Tokyo Narita-Freestyle in collaborazione con Lido[34]), The Weeknd, Brand New, Amy Winehouse[66] e Bright Eyes[64] e i registi Quentin Tarantino, Harmony Korine e Larry Clark. Ha detto: «Quando sei una musicista le persone ti chiedono un sacco quali musicisti ti ispirano, e ci sono parecchi musicisti che amo e rispetto, ma penso di essere più ispirata dal cinema.»[67]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Relazioni[modifica | modifica wikitesto]

Halsey ha dichiarato di essere bisessuale.[68]

Dal 2015 al 2016, Halsey ha frequentato il produttore norvegese Lido, che ha contribuito a produrre Badlands e ha ispirato Hopeless Fountain Kingdom.[69]

Nel 2017, Halsey ha iniziato a frequentare il rapper americano G-Eazy. Si sono incontrati a una festa nel 2017 e sebbene abbiano seguito musica diversa, hanno trovato un terreno comune per la loro collaborazione "Him & I", che ha discusso del loro amore e stile di vita.[70] La coppia si sciolse a luglio 2018; la loro relazione fu interrotta e riaccesa fino a settembre, quando la relazione fu ufficialmente conclusa.[71] Halsey ha confermato in un'intervista del 2019 con Glamour che il suo singolo "Without Me" riguarda in parte la loro relazione.[72]

Ha iniziato a frequentare il musicista rock alternativo inglese Yungblud nel novembre 2018.[73] Si sono incontrati in un bar di Los Angeles che rimane un segreto, hanno discusso di diversi argomenti tra cui la musica e hanno finito per collaborare per "11 Minutes", e si diceva che avessero una relazione romantica.[74] La loro relazione non fu mai confermata fino a quando la stessa Halsey non lo confermò in un'intervista con Capital FM a marzo.[75]

Salute personale[modifica | modifica wikitesto]

Halsey ha un disturbo bipolare. Le è stato diagnosticato questo disturbo mentale all'età di 17 anni e ha detto che anche sua madre ce l'ha.[76] A quell'età, Halsey tentò di suicidarsi, il che è ciò che ha portato alla sua diagnosi e ad un ricovero di 17 giorni in un ospedale psichiatrico.[77] Non molto tempo dopo il suo tentativo di suicidio, Halsey iniziò ad avere successo nell'industria musicale. Ha detto che cantare ed esibirsi l'hanno aiutata a gestire i sintomi che prova a causa del disturbo bipolare.[78] Nonostante le lotte che Halsey ha dovuto affrontare a causa di questo disturbo dell'umore, ha detto che abbraccia il fatto di essere bipolare perché la rende "davvero empatica".[76]

A Halsey è stata diagnosticata l'endometriosi nel 2016 e l'ha resa pubblica sul suo account Twitter.[79] Halsey accredita un aborto spontaneo che ha avuto nel 2015 per la sua endometriosi, affermando originariamente nel 2016 che era dovuto al suo frenetico programma di tournée.[80] Solo poche ore dopo che Halsey si rese conto di avere un aborto spontaneo, salì sul palco per esibirsi durante un tour perché non voleva ferire la sua carriera mancando una performance. Halsey ha raccontato le sue lotte con l'endometriosi nel talk show The Doctors nell'aprile 2018, dove ha rivelato che avrebbe congelato i suoi ovuli.[80]

Sempre nel 2018, Halsey ha parlato della sua endometriosi e del dolore che provoca al Blossom Ball, che è gestito dalla Endometriosis Foundation of America.[79] Al Blossom Ball, disse: "A volte sono gonfia, sono malata, e sono nel backstage, terrorizzata dal fatto che sto per sanguinare attraverso i miei vestiti nel mezzo del mio spettacolo". Ha detto alle persone che hanno partecipato a questo evento che voleva parlare perché i media la ritraggono come se avesse una perfetta salute fisica nonostante la sua lotta con l'endometriosi. Nel gennaio 2017, Halsey è stata sottoposta a un intervento chirurgico nel tentativo di ridurre il dolore causato dal disturbo.[81] Halsey non ha rivelato quale tipo di intervento chirurgico ha subito.[82]

Il 29 luglio 2019, Halsey ha twittato: "il miglior regalo che abbia mai ricevuto in vita è stato il fatto che i Cheerios fossero senza glutine", il che ha spinto un fan a chiederle se era celiaca, ha risposto dicendo che lo era, e che se avesse mangiato del glutine in meno di due minuti il suo stomaco si sarebbe gonfiato fino a sembrare incinta di 6 mesi.[83]

Halsey nel 2015

Tatuaggi[modifica | modifica wikitesto]

Halsey ha 29 tatuaggi, con il suo più importante è un ferro di cavallo a testa in giù sulla spalla destra.[84] Aveva un tatuaggio con i testi di "Him & I" per G-Eazy che da allora è stato coperto.[85] Ha un tatuaggio sul viso. Ha anche un tatuaggio del viso di Marilyn Manson sul lato del suo busto e un tatuaggio di testi della canzone "Loser" sul suo collo.[86]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Halsey.

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Tournée[modifica | modifica wikitesto]

Artista principale[modifica | modifica wikitesto]

Co-artista principale[modifica | modifica wikitesto]

  • 2015 – The American Youth Tour (con i Young Rising Sons)

Apriconcerto[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Roadies – serie TV, episodi 1x07-1x10 (2016)

Doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Anno Cerimonia Nomina Categoria Risultato
2015 MTV Europe Music Awards Se stessa Artista emergente Candidato/a
2016 People's Choice Awards Miglior artista emergente
NME Awards Miglior nuovo artista
MTV Europe Music Awards Miglior artista MTV Push
NME Awards Miglior artista emergente
2017 Grammy Award Closer Miglior performance in duo o in gruppo
iHeartRadio Music Awards Canzone dell'anno
Canzone dance dell'anno Vincitore/trice
Miglior testo Candidato/a
Miglior collaborazione
Billboard Music Awards[87] Top Hot 100 Song Vincitore/trice
Top Selling Song Candidato/a
Top Radio Song
Top Streaming Song (Audio)
Top Streaming Song (Video)
Top Collaboration Vincitore/trice
Top Dance/Electronic Song
MTV Italia Awards Best Video
MTV Video Music Awards Miglior video collaborativo Candidato/a
Miglior montaggio
Now Or Never Miglior fotografia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Halsey, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 6 novembre 2018.
  2. ^ Halsey, un’icona di arrabbiata femminilità, su millennialsofficial.com. URL consultato il 6 aprile 2018.
  3. ^ a b h, @wishuponaLAUR my dad is black and a little Irish and my mom is Italian and Hungarian!, su @halsey, 20 aprile 2014. URL consultato il 29 agosto 2017.
  4. ^ (EN) Twitter, su mobile.twitter.com. URL consultato il 13 aprile 2016.
  5. ^ (EN) Halsey-A biography, Paradigm Talent Agency. URL consultato il 13 aprile 2016 (archiviato dall'url originale l'8 febbraio 2015).
  6. ^ Billboard Cover: How Halsey Became the Voice of Her Generation Through Tweets, Tumblr and Truth-Telling, in Billboard. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 16 agosto 2017).
  7. ^ KidsInterviewBands, Kids Interview Bands - Halsey, 13 ottobre 2014. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 15 novembre 2016).
  8. ^ a b (EN) Exclusive Premiere: Watch Singer-Songwriter's Halsey's Gritty 'Hurricane' Video From Her Visual 'Room 69' EP, Billboard. URL consultato il 13 aprile 2016 (archiviato il 18 aprile 2016).
  9. ^ Halsey, il discorso della cantante affetta da endometriosi, su FoxLife, 22 marzo 2018. URL consultato il 18 maggio 2018.
  10. ^ (EN) Halsey Opens Up About Being a Reluctant Role Model, su elle.com. URL consultato il 13 aprile 2016 (archiviato il 5 aprile 2016).
  11. ^ Exclusive Premiere: Watch Singer-Songwriter's Halsey's Gritty 'Hurricane' Video From Her Visual 'Room 93' EP, in Billboard. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato l'11 maggio 2017).
  12. ^ a b c d e f g h i j k l Inside Halsey's Troubled Past, Chaotic Present, in Rolling Stone. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 29 agosto 2017).
  13. ^ (EN) Halsey Opens Up About Being a Reluctant Role Model, in ELLE, 27 maggio 2015. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato l'11 settembre 2017).
  14. ^ a b Art-Pop Singer Halsey on Being Bipolar, Bisexual and an 'Inconvenient Woman', in Billboard. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 3 settembre 2017).
  15. ^ a b (EN) Halsey - dscvr Interview, Vevo. URL consultato il 13 aprile 2016 (archiviato il 12 marzo 2016).
  16. ^ (EN) Halsey Used to Write Songs About Taylor Swift + Harry Styles, su PopCrush. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato l'8 agosto 2017).
  17. ^ (EN) Interview: Halsey | All Things Go, su www.allthingsgomusic.com. URL consultato il 29 agosto 2017.
  18. ^ (EN) Halsey - Chart history | Billboard, su www.billboard.com. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 7 novembre 2016).
  19. ^ Halsey, Run The Jewels & Miley Top Twitter's Most-Shared During SXSW, in Billboard. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 6 luglio 2017).
  20. ^ (EN) HALSEY ANNOUNCES “AMERICAN YOUTH” TOUR DATES, su musicwithoutacause.com. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 29 agosto 2017).
  21. ^ a b Halsey Announces Madison Square Garden Show For The 2016 Time Warner Cable Concert Series | mxdwn.com, su music.mxdwn.com. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 19 maggio 2017).
  22. ^ (EN) Halsey Opens Up About Her Miscarriage In Her Most Honest Interview Yet, in MTV News. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 3 agosto 2017).
  23. ^ (EN) Singer Halsey reveals she had a miscarriage on tour last year, in NY Daily News. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 3 agosto 2017).
  24. ^ Badlands - Halsey | Songs, Reviews, Credits | AllMusic, su AllMusic. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 3 agosto 2017).
  25. ^ (EN) Halsey Talks Pissing Off Her Label, Her New Album, and Her Decision to Open Up About Being Bipolar, su Complex. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato l'11 luglio 2017).
  26. ^ Halsey Sells Out Madison Square Garden: Exclusive, in Billboard. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 9 luglio 2017).
  27. ^ (EN) Stream Halsey Discusses New Music With Shelley Rome Free | Z100. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 12 dicembre 2017).
  28. ^ The Weeknd's 'Beauty Behind the Madness' Debuts at No. 1 on Billboard 200 Chart, in Billboard. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 28 aprile 2017).
  29. ^ (EN) Gold & Platinum - RIAA, in RIAA. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 31 ottobre 2016).
  30. ^ (EN) Justin Bieber Announces 'Purpose' Has A Halsey Collab, Confirms Kanye West's Involvement, in idolator, 28 ottobre 2015. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 12 giugno 2017).
  31. ^ Halsey & Justin Bieber Duet on Skrillex-Produced Track 'The Feeling' on 'Purpose', in Billboard. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 9 novembre 2016).
  32. ^ https://www.bpi.co.uk/brit-certified/, su www.bpi.co.uk. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 6 febbraio 2013).
  33. ^ (EN) Sue Williamson, This Might Be the Most Epic MAC Collaboration Ever, in Teen Vogue. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato l'11 settembre 2017).
  34. ^ a b c Halsey Returns With The “Tokyo Narita Freestyle”, su The FADER. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 3 agosto 2017).
  35. ^ (EN) The Chainsmokers & Halsey's 'Closer' Climbs to No. 1 on Hot 100, su Billboard, 22 agosto 2016 (archiviato il 23 agosto 2016).
  36. ^ (EN) Exclusive: Halsey to Perform at 2016 Nobel Peace Prize Concert, su Billboard, 28 settembre 2016 (archiviato il 14 febbraio 2017).
  37. ^ (EN) Listen to Halsey's Mercurial 'Not Afraid Anymore' Off Upcoming 'Fifty Shades Darker' Soundtrack, su Billboard, 13 gennaio 2017 (archiviato il 17 febbraio 2017).
  38. ^ h, I sent sneaky invites to 100 fans in London yesterday to hear 4 new songs off of my next record. We cried.pic.twitter.com/SRYtaWXyLV, su @halsey, 28 febbraio 2017. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 2 marzo 2017).
  39. ^ Post di Instagram di halsey • 31 Mar 2017 alle ore 21:36 UTC, su Instagram. URL consultato il 29 agosto 2017.
  40. ^ Post di Instagram di halsey • 31 Mar 2017 alle ore 21:37 UTC, su Instagram. URL consultato il 29 agosto 2017.
  41. ^ 🌙luna (@lunaaureum) | Twitter, su twitter.com. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato l'11 marzo 2017).
  42. ^ AUREUM (@houseofaureum) | Twitter, su twitter.com. URL consultato il 29 agosto 2017.
  43. ^ white nite (@solisangelus) | Twitter, su twitter.com. URL consultato il 29 agosto 2017.
  44. ^ ANGELUS (@houseofangelus) | Twitter, su twitter.com. URL consultato il 29 agosto 2017.
  45. ^ a b Halsey Announces New Album Title, Release Month, in Billboard. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 6 giugno 2017).
  46. ^ (EN) Jem Aswad, Review: Halsey Changes Gears With Weeknd Collaboration ‘Eyes Closed’, in Variety, 4 maggio 2017. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 3 agosto 2017).
  47. ^ (EN) Halsey - Chart History, Billboard.
  48. ^ (EN) Halsey announces ‘hopeless fountain kingdom’ tour dates - News - Alternative Press, su Alternative Press. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 2 settembre 2017).
  49. ^ Halsey, è uscito il nuovo singolo con il fidanzato G-Eazy dal titolo "Him & I", in News Mtv Italia, 1º dicembre 2017. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  50. ^ Midwest Communications Inc, Ariana Grande & Halsey are first two women to score the top two chart spots in more than a year, su 101 WIXX. URL consultato il 25 aprile 2019.
  51. ^ (EN) Jon Blistein, Jon Blistein, Hear Halsey Tap Juice WRLD for Stirring ‘Without Me’ Remix, su Rolling Stone, 9 gennaio 2019. URL consultato il 25 aprile 2019.
  52. ^ Yungblud & Halsey Release New Song '11 Minutes' With Travis Barker, su Billboard. URL consultato il 25 aprile 2019.
  53. ^ (EN) Sam Moore, Watch Yungblud and Halsey team up with Travis Barker in '11 Minutes' video, su NME, 22 febbraio 2019. URL consultato il 25 aprile 2019.
  54. ^ (EN) Todd Spangler, Todd Spangler, Korea’s BTS Shatters YouTube Record for Views in 24 Hours With ‘Boy With Luv’ Featuring Halsey, su Variety, 13 aprile 2019. URL consultato il 25 aprile 2019.
  55. ^ (EN) Lil Dicky reveals epic “Earth” video featuring Justin Bieber, Ariana Grande, Leonardo DiCaprio, more: Watch, su Consequence of Sound, 19 aprile 2019. URL consultato il 25 aprile 2019.
  56. ^ (EN) Mike Nied, Halsey Introduces New Album 'Manic' With "Graveyard", Idolator. URL consultato il 13 settembre 2019.
  57. ^ (EN) Halsey Talks Social Media and Selling Out a Tour - FLARE, su Flare. URL consultato l'11 marzo 2016 (archiviato il 23 febbraio 2016).
  58. ^ Art-Pop Singer Halsey on Being Bipolar, Bisexual and an ‘Inconvenient Woman’ | Billboard, su Billboard. URL consultato il 15 dicembre 2015 (archiviato il 15 dicembre 2015).
  59. ^ Watch Halsey's Graphic New Video for 'Now or Never', in Billboard. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 6 giugno 2017).
  60. ^ Last.fm, The Last Word: Halsey on her debut full length 'Badlands', 28 maggio 2015. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 5 maggio 2017).
  61. ^ Lisa Butterworth, Halsey Is Our June/July Cover Star, su Nylon. URL consultato il 23 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 17 giugno 2016).
  62. ^ Watch Halsey Geek Out to Lady Gaga Tweeting Her, in Billboard. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 22 ottobre 2016).
  63. ^ Maria Sherman, 10 WAYS TO ADOPT HALSEY'S STYLE: A GUIDE TO BEING A BADASS, su Fuse, 31 agosto 2015. URL consultato il 5 luglio 2016 (archiviato il 10 agosto 2016).
  64. ^ a b (EN) A First Date with Halsey, the New Queen of the Tumblr Generation, su Noisey. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 29 agosto 2017).
  65. ^ (EN) Matt Pais, Honesty is the best policy for rising star Halsey, in RedEye Chicago. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 16 luglio 2017).
  66. ^ (EN) Alexandra Thurmond, Sound Scout: Meet Halsey, Songstress Who's Making Waves With Her Feminist Pop Mystique, in Teen Vogue. URL consultato il 29 agosto 2017 (archiviato il 6 settembre 2017).
  67. ^ (EN) Halsey Reveals The Unconventional Inspiration Behind 'BADLANDS' & Could There Be A Screenplay About It To Come? | MTV UK, su www.mtv.co.uk. URL consultato il 12 settembre 2019.
  68. ^ (EN) Halsey Defends Bisexuals After Claims She's Not in LGBTQ Community, su www.advocate.com, 12 ottobre 2018. URL consultato il 12 settembre 2019.
  69. ^ capitalfm.com, https://www.capitalfm.com/artists/halsey/dating-relationship-history-boyfriends/.
  70. ^ (EN) Halsey & G-Eazy May Have Met In A Completely Normal Way, su Bustle. URL consultato il 12 settembre 2019.
  71. ^ (EN) Halsey and G-Eazy Break Up Again, su E! Online, Tue Oct 23 16:50:58 PDT 2018. URL consultato il 12 settembre 2019.
  72. ^ Halsey Opens Up About 'Without Me' & G-Eazy Split in 'Glamour', su Billboard. URL consultato il 12 settembre 2019.
  73. ^ halsey su Instagram: "darling dom. everyone who has met you in this life, for any amount of time at all, will be changed forever because of it. for some, in…", su Instagram. URL consultato il 12 settembre 2019.
  74. ^ YungBlud Speaks With Us About His New Single '11 Minutes'. URL consultato il 12 settembre 2019.
  75. ^ (EN) h, happy birthday squish @yungblud pic.twitter.com/0mluZ5pdUk, su @halsey, 2019T12:07. URL consultato il 12 settembre 2019.
  76. ^ a b elle.com, https://www.elle.com/culture/celebrities/q-and-a/a28577/halsey-music-bipolar/.
  77. ^ (EN) Condé Nast, Halsey Opened Up About Undergoing Multiple Surgeries and Her Endometriosis, su Teen Vogue. URL consultato il 12 settembre 2019.
  78. ^ (EN) Meagan Fredette, Halsey Opens Up About Juggling Her Career & Bipolar Disorder, su www.refinery29.com. URL consultato il 12 settembre 2019.
  79. ^ a b (EN) Halsey Is Done with Hiding Her Endometriosis Pain: 'I Can't Pretend Anymore', su PEOPLE.com. URL consultato il 12 settembre 2019.
  80. ^ a b bbc.com, https://www.bbc.com/news/entertainment-arts-43407531.
  81. ^ Halsey Undergoes Surgery to Treat Endometriosis, su Billboard. URL consultato il 12 settembre 2019.
  82. ^ teenvogue.com, https://www.teenvogue.com/story/halsey-opens-up-about-her-endometriosis-surgery.
  83. ^ twitter.com, https://twitter.com/halsey/status/1155844674600390656.
  84. ^ pagesix.com, https://pagesix.com/2019/02/12/the-meanings-behind-these-celebrity-tattoos/#13.
  85. ^ teenvogue.com, https://www.teenvogue.com/story/halsey-face-tattoo.
  86. ^ refinery29.com, https://www.refinery29.com/en-us/2019/02/224373/halsey-tattoo-marilyn-manson.
  87. ^ Drake, The Chainsmokers Lead Nominees for the 2017 Billboard Music Awards, su Billboard, 10 aprile 2017. URL consultato il 10 aprile 2017 (archiviato l'11 aprile 2017).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316801676 · ISNI (EN0000 0004 5116 0151 · LCCN (ENno2015100318 · GND (DE1133513166 · WorldCat Identities (ENno2015-100318