Adriana Innocenti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Adriana Innocenti, detta Nana (Portico e San Benedetto, 16 ottobre 1926Torino, 4 marzo 2016[1]), è stata un'attrice e regista teatrale italiana, attiva in teatro, cinema e televisione. Nel 2013 è stata insignita Cavaliere del Lavoro per meriti artistici.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Diplomatasi negli anni quaranta all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica, debutta in teatro con La cena delle beffe nella compagnia di Annibale Ninchi.

Nel 1965 è stata insignita con il Premio San Genesio per l'interpretazione teatrale de La Venexiana.

Debuttò in televisione nel 1954 in Delitto e castigo, a dirigerla fu, in quella circostanza, il regista Franco Enriquez; quattro anni dopo, nel 1958 prese parte come interprete alla trasmissione Il teatro dei ragazzi. Ha dato la voce alla Gallina Tric Trac, programma per bambini di Guido Stagnaro.

Come interprete caratterista per il cinema ha lavorato in film di qualità con registi di vaglia come, ad esempio, Pupi Avati, Ettore Scola e Pasquale Festa Campanile.

Ha interpretato anche film di serie B e film della commedia all'italiana: in Acapulco, prima spiaggia... a sinistra impersonava la madre dell'attore Andrea Roncato.

Come attrice di teatro ha lavorato con Vittorio De Sica (Liolà), Franco Enriquez (La locandiera, Il Gabbiano), Giorgio Strehler (Per tre anni Madama Peatchum ne L'Opera da tre soldi, con Domenico Modugno e Milva).[2]

Per il Teatro Verdi (Trieste) nel Teatro Stabile Politeama Rossetti ha debuttato nel 1972 come Cecilia ne La principessa della Czarda con Elio Pandolfi, nel 1974 La Principessa Elisabetta di Kuddenstein in Gräfin Mariza (La Contessa Mariza) di Emmerich Kálmán con Leopoldo Mastelloni e nel 1975 Pomerania ne Il Paese dei Campanelli con Aurora Banfi, Elena Baggiore e Sandro Massimini.

Ha fondato il Teatro Popolare di Roma insieme a Piero Nuti e Maurizio Scaparro.

Dal 1984 interpreta il monologo Erodiade, riscritto per lei da Giovanni Testori.

Negli anni della senilità, trasferitasi a Torino, rimane attiva prevalentemente in teatro, conducendo ormai una carriera artistica sessantacinquennale.

Nel 2008 esce A piedi nudi nel teatro, una divertente autobiografia in cui racconta aneddoti e incontri di una carriera variegata ed eterogenea

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Prosa televisiva Rai[modifica | modifica wikitesto]

Prosa radiofonica Rai[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 2 giugno 2013[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN90238361 · SBN: IT\ICCU\LO1V\261949