Fuga di cervelli (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fuga di cervelli
Fuga di Cervelli.jpeg
Lingua originaleItaliano
Paese di produzioneItalia
Anno2013
Durata100 min
Generecommedia
RegiaPaolo Ruffini
SoggettoAndra Noj, Alessia Crocini, Nicola Guaglianone, Menotti
SceneggiaturaPaolo Ruffini, Guido Chiesa, Giovanni Bognetti
ProduttoreMaurizio Totti, Alessandro Usai
Casa di produzioneMedusa Film, Colorado Film in collaborazione con Mediaset Premium, UniCredit e Technicolor SA
Distribuzione (Italia)Medusa Film
FotografiaFederico Masiero
MontaggioClaudio Di Mauro
MusicheAndrea Farri, Claudia Campolongo
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Fuga di cervelli è un film del 2013, remake di un film spagnolo dal titolo analogo, Fuga de cerebros, diretto da Fernando González Molina

Il film costituisce l'esordio cinematografico alla regia di Paolo Ruffini.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Emilio è il classico ragazzo sfigato innamorato segretamente della sua amica di infanzia, Nadia, che non trova l’occasione adatta per dichiararsi. Quando sta per farlo, la fanciulla gli rivela che ha vinto una borsa di studio per Oxford e che partirà a breve. Emilio, amareggiato, riesce il modo di farsi accettare nella prestigiosa università nonostante gli scarsi voti assieme ai suoi amici: Alfredo, un ragazzo cieco e da sempre miglior amico di Emilio, Lebowski, hacker provetto e venditore di granite e marijuana, Franco, studente di filosofia senza vocazione e gay non dichiarato, ed infine Alonso, un ragazzo costretto sulla sedia a rotelle malato compulsivo di sesso. Una volta giunti in Inghilterra, Emilio comincia a provarci con Nadia, suggerendole qualcosa alle domande poste dalla docente, e la ragazza, per ricambiare il favore, invita l’ingenuo Emilio per studiare assieme la sera stessa. Visto che l’argomento che i due dovrebbero studiare sono i polmoni, Lebowski suggerisce di recarsi nell’obitorio della facoltà di medicina e di prenderne uno, da regalare a Nadia. Lo strano piano fallisce in quanto i ragazzi vengono, per sbaglio, chiusi all’interno e costretti a passare la notte sui lettini per cadaveri. La mattina seguente, la classe di medicina si reca in obitorio per sezionare un cadavere: il prescelto sarà Emilio che si finge, appunto, morto; solo il suono della campanella evita il disastro. Credendo di essere rimasto solo, Emilio si alza e si stende, per sbaglio, su un cadavere, incastrandosi. Nel dimenarsi, Nadia giunge sul posto e, credendo che Emilio stia avendo un rapporto sessuale con un defunto, scappa impaurita. Nel frattempo, anche Alfredo ed Alonso si danno da fare: Alfredo conosce finalmente la ragazza che annuncia gli avvisi all’altoparlante, mentre Alonso riesce a farsi notare da Karen, una ragazza inglese appassionata di Shakespeare. Dopo giorni di silenzio tra Emilio e Nadia, la ragazza decide di invitare il giovane a cena assieme a tutta la sua famiglia. Accettato l’invito, la cena si rivela essere più imbarazzante del previsto: i parenti di Nadia, psicologi, cominciano a fare domande ad Emilio riguardo a quanto successo in obitorio. Nel frattempo anche Alonso ed Alfredo organizzano una cena con le loro ragazze, ma entrambe finiscono nel peggiore dei modi: Alonso nasconde la disabilità a Karen e lei, quando vede che il ragazzo non si sposta per far passare un uomo handicappato, si arrabbia e scappa, mentre Alfredo, dopo aver nascosto anche lui la sua disabilità, scopre che pure Claudia, la ragazza dell’altoparlante, è cieca, e scappa senza dirle nulla. In seguito, dopo una nottata passata a sbronzarsi al parco, Emilio si sfoga contro i suoi amici, insultandoli e facendo capire loro che è il momento di cambiare. Il gruppo è scosso da queste parole. Il giorno seguente, prima di prendere il treno per tornare in Italia, Emilio parla con Claudia nel suo studio di registrazione; il ragazzo si sfoga un po’ sulla sua situazione sentimentale complicata con Nadia e di quella coi suoi migliori amici, ma, all’insaputa di Emilio, il microfono di registrazione era rimasto aperto e tutta l’università ha potuto sentire il discorso commovente. Gli amici di Emilio, allora, decidono di intervenire e di fermare il ragazzo che sta per partire per l’Italia; prima di partire all’inseguimento, Karen e Claudia si riappacificano con Alfredo ed Alonso. Quando giungono in stazione, Nadia non trova le parole giuste per convincerlo a restare ed Emilio prende il treno. Lebowski, con l’aiuto di Karen ed Alonso, entra nella cabina di controllo e ferma il treno, riportandolo alla stazione. Quando Emilio scende dal treno, spiazzato da quanti accaduto, gli si avvicina Nadia che lo bacia. Anche Alonso ed Alfredo, nel frattempo, si fidanzano con Karen e Claudia, mentre Franco, alla quale è cresciuto un prosperoso seno per gli effetti collaterali delle pillole che sta testando, e Lebowski si baciano.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate il 20 maggio 2013 e si sono svolte a Torino.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

L'uscita nelle sale cinematografiche italiane è avvenuta il 21 novembre 2013.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Nel fine settimana d'esordio il film ha incassato 1.891.199 euro.[1] Al 16 dicembre 2013 il film ha guadagnato 4.998.836 euro,[2] con un buon successo di pubblico.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato accolto negativamente da buona parte della critica cinematografica: MyMovies assegna al film 1.35/5,[3] mentre movieplayer.it gli assegna il punteggio di 1.6/5.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nella scena finale alla stazione del treno, c'è un cameo di Diego Abatantuono. Lo si può vedere mentre passeggia parlando al cellulare.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Thor:The Dark World primo al box office nel weekend, su daringtodo.com. URL consultato il 27 novembre 2013.
  2. ^ Fuga di cervelli su movieplayer.it, su movieplayer.it. URL consultato il 5 dicembre 2013.
  3. ^ mymovies.it, http://www.mymovies.it/film/2013/fugadicervelli/rassegnastampa/.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema