Fuga di cervelli (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fuga di cervelli
Fuga di Cervelli.jpeg
Lingua originale Italiano
Paese di produzione Italia
Anno 2013
Durata 100 minuti
Genere commedia
Regia Paolo Ruffini
Soggetto Andra Noj, Alessia Crocini, Nicola Guaglianone, Menotti
Sceneggiatura Paolo Ruffini, Guido Chiesa, Giovanni Bognetti
Produttore Maurizio Totti, Alessandro Usai
Casa di produzione Medusa Film, Colorado Film in collaborazione con Mediaset Premium, UniCredit e Technicolor SA
Distribuzione (Italia) Medusa Film
Fotografia Federico Masiero
Montaggio Claudio Di Mauro
Musiche Andrea Farri, Claudia Campolongo
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Fuga di cervelli è un film del 2013, remake di un film spagnolo dal titolo analogo, Fuga de cerebros, diretto da Fernando González Molina

Il film costituisce l'esordio cinematografico alla regia di Paolo Ruffini.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il giovane e timido Emilio decide di partire per Oxford per dichiarare a Nadia, trasferitasi dall'Italia all'Inghilterra per la vincita di una borsa di studio, l'amore che lo colpisce da quando aveva sei anni. Lo aiuteranno nel suo intento i suoi amici di sempre: Alfredo, ragazzo cieco e da sempre miglior amico di Emilio, Lebowski, hacker provetto venditore di granite e spacciatore di marjuana, Franco, studente di filosofia senza vocazione e gay non dichiarato, e Alonso, ragazzo costretto su una sedia a rotelle malato compulsivo di sesso e tecniche di difesa personale; tutti e cinque partiranno per Oxford, dove faranno del loro meglio per aiutare Emilio ad avvicinarsi a Nadia.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate il 20 maggio 2013 e si sono svolte a Torino.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

L'uscita nelle sale cinematografiche italiane è avvenuta il 21 novembre 2013.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Nel fine settimana d'esordio il film ha incassato 1.891.199 euro.[1] Al 16 dicembre 2013 il film ha guadagnato 4.998.836 euro,[2] con un buon successo di pubblico.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato completamente stroncato dalla critica cinematografica: mymovies.it assegna al film 1.35/5,[3] movieplayer.it gli assegna il punteggio di 1.6/5, IMDB gli assegna il punteggio di 2,7 su 10 basato su 854 recensioni.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nella scena finale alla stazione del treno, c'è un cameo di Diego Abatantuono. Lo si può vedere mentre passeggia parlando al cellulare.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Thor:The Dark World primo al box office nel weekend, daringtodo.com. URL consultato il 27 novembre 2013.
  2. ^ Fuga di cervelli su movieplayer.it, movieplayer.it. URL consultato il 5 dicembre 2013.
  3. ^ mymovies.it, http://www.mymovies.it/film/2013/fugadicervelli/rassegnastampa/ .

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema