William Ramsay

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'archeologo scozzese del XIX secolo, vedi William M. Ramsay.
William Ramsay
Medaglia del Premio Nobel Nobel per la chimica 1904

William Ramsay (Glasgow, 2 ottobre 1852High Wycombe, 23 luglio 1916) è stato un chimico scozzese.

Fu allievo di Rudolph Fittig a Tubinga, dove si laureò nel 1872. Dopo aver insegnato per due anni nella città natale, nel 1874 divenne assistente all'Università di Tubinga; nel 1884 ebbe la cattedra di chimica all'università e dal 1887 fino al 1913 occupò la cattedra di chimica inorganica all'University College di Londra.

Tra il 1885 e il 1890 la comunità scientifica gli deve la scoperta dei gas nobili: argon, elio, neon, krypton e xeno. Sue sono inoltre le teorie sui volumi molecolari, sulle tensioni superficiali e sui pesi molecolari dei metalli.

Ramsay fu insomma uno dei più grandi chimici dell'Ottocento; i suoi studi posero le nuove basi della chimica-fisica moderna. Con Sidney Young studiò lo stato critico, la relazione tra pressione di vapore e temperatura e altre proprietà dei liquidi (regola di Ramsay-Young).

Tra le sue numerose opere anche divulgative e storiche va particolarmente ricordata Essays Biographical and Chemical (Chimica e chimici; del 1908). Nel 1895 aveva ricevuto la medaglia Davy della Royal Society e nel 1904 per gli elementi chimici scoperti fu insignito del Premio Nobel per la Chimica.

Scritti[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere Commendatore dell'Ordine del Bagno - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Commendatore dell'Ordine del Bagno

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 61643201 LCCN: n/86/856773