Brian Kobilka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brian Kobilka
Medaglia del Premio Nobel Nobel per la chimica 2012

Brian Kobilka (Little Falls, 30 maggio 1955) è un biochimico statunitense, vincitore del premio Nobel per la chimica nel 2012, assieme allo statunitense Robert Lefkowitz, per i loro studi sui recettori cellulari accoppiati a proteine G[1][2][3].

Kobilka si è occupato in particolare della determinazione della struttura tridimensionale dei recettori β2 adrenergici tramite l'utilizzo della cristallografia a raggi X.[4][5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Redazione Online, Il Nobel per la chimica per gli studi sui farmaci del futuro in Corriere della Sera, 10 ottobre 2012. URL consultato il 10 ottobre 2012.
  2. ^ Elena Dusi, Premio Nobel per la chimica agli studi sui "sensi" delle cellule in La Repubblica, 10 ottobre 2012. URL consultato l'11 ottobre 2012.
  3. ^ Accademia dei Lincei: Nobel della chimica 2012 in Le Scienze, 10 ottobre 2012. URL consultato il 12 ottobre 2012.
  4. ^ (EN) V. Cherezov, D. M. Rosenbaum, M. A. Hanson, S. G. F. Rasmussen, F. S. Thian, T. S. Kobilka, High-Resolution Crystal Structure of an Engineered Human 2-Adrenergic G Protein Coupled Receptor in Science Signaling, vol. 318, n. 5854, 2007, pp. 1258–1265. DOI:10.1126/science.1150577.
  5. ^ (EN) Søren G. F. Rasmussen, Hee-Jung Choi, Daniel M. Rosenbaum, Tong Sun Kobilka, Foon Sun Thian, Patricia C. Edwards, Crystal structure of the human β2 adrenergic G-protein-coupled receptor in Nature, vol. 450, n. 7168, 2007, pp. 383–387. DOI:10.1038/nature06325.


Controllo di autorità VIAF: 121222642 LCCN: no2010078364