Paul Crutzen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paul Jozef Crutzen
Medaglia del Premio Nobel Nobel per la chimica 1995

Paul Jozef Crutzen (Amsterdam, 3 dicembre 1933) è un chimico olandese, vincitore, insieme a Frank Sherwood Rowland e Mario Molina, del Premio Nobel per la chimica nel 1995 per «gli studi sulla chimica dell'atmosfera, in particolare riguardo alla formazione e la decomposizione dell'ozono» (for their work in atmospheric chemistry, particularly concerning the formation and decomposition of ozone).[1]

È uno dei massimi esperti di chimica dell'atmosfera. Nel 2000 ha coniato il termine "Antropocene" per definire la prima era geologica nella quale le attività umane sono state in grado di influenzare l'atmosfera e alterare il suo equilibrio.

Insegna al Max Planck Institut di Magonza e alla Scripps Institution of Oceanography della Università della California a San Diego. Dal 25 giugno 1996 è membro della Pontificia Accademia delle Scienze in Vaticano.[2]

In data 7 giugno 2010 ha ricevuto la laurea magistrale honoris causa in scienze ambientali dall'Università Ca' Foscari.

Laureato in ingegneria civile, il suo primo lavoro fu nell'ufficio costruzione ponti della città di Amsterdam. Solo a 26 anni iniziò ad occuparsi di chimica atmosferica compiendo studi accademici presso l'Università di Stoccolma, che gli conferisce il dottorato per il suo lavoro pionieristico sull'ozono nella stratosfera e nella troposfera.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Paul Crutzen, Thomas E. Graedel, Atmospheric change: An earth system perspective in International Journal of Climatology, vol. 15, n. 5, 1995, pp. 585-586. DOI:10.1002/joc.3370150509.
  • (EN) Paul Crutzen, Albedo Enhancement by Stratospheric Sulfur Injections: A Contribution to Resolve a Policy Dilemma?, vol. 77, n. 3-4, 2006, pp. 211-220. DOI:10.1007/s10584-006-9101-y.
  • Paul Crutzen in Andrea Parlangeli (a cura di), Benvenuti nell'Antropocene!, Mondadori, 2005. ISBN 978-88-04-53730-4.
  • (EN) Thomas E. Graedel, Paul Crutzen, Atmosphere, Climate, and Change, W. H. Freeman, settembre 1997. ISBN 978-0-7167-6028-3.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Il premio Nobel per la chimica nel 1995. URL consultato il 12 dicembre 2007.
  2. ^ Paul Josef Crutzen, vatican.va. URL consultato il 21/05/2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 90722427 LCCN: n88060471