Unix-like

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la famiglia di sistemi operativi direttamente derivati da Unix, vedi Unix.
Storia delle famiglie e sotto-famiglie di Unix, dal 1969 al 2013.

I sistemi unix-like, anche detti di tipo unix, unix-compatibili o, semplicisticamente, gli unix, sono quei sistemi operativi compatibili, in misura variabile, con gli standard di Unix, quali la Single UNIX Specification o la POSIX. Tale famiglia comprende: le varie versioni dello stesso Unix, sviluppate a partire dal 1969; i derivati proprietari, come AIX o HP-UX; i derivati liberi, come la Berkeley Software Distribution che ha a sua volta dato origine alle discendenze (spesso proprietarie) di Solaris e di OS X; i cloni liberi, come GNU/Linux e MINIX.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Utilizzo del marchio UNIX[modifica | modifica wikitesto]

Il nome della famiglia è dovuto al fatto che UNIX sia un marchio registrato il cui proprietario, attualmente The Open Group, permette l'uso solo dopo un costoso processo di certificazione[1]. Pertanto, tra i sistemi compatibili, gli unici certificati sono stati quelli prodotti da aziende quali HP, IBM e Novell mentre gli altri hanno cominciato a chiamarsi "Unix-like", eccezion fatta per BSD che per motivi storici ha il permesso di usare la denominazione "Unix".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The Open Group, The UNIX Certification Program (PDF), agosto 2008. URL consultato il 3 gennaio 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica