Fedora (informatica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fedora
Logo
Fedora 20 (Heisenbug), con GNOME 3.10.2
Fedora 20 (Heisenbug), con GNOME 3.10.2
Sviluppatore Fedora Project
Famiglia SO GNU/Linux
Modello del sorgente Software libero
Release iniziale Fedora Core 1 (5 novembre 2003)
Release corrente Fedora 20 (17 dicembre 2013)
Tipo di kernel Kernel monolitico (Linux 3.11.10)
Piattaforme supportate IA-32, x86-64, PowerPC
Licenza GNU/GPL
Stadio di sviluppo Stabile
Sito web fedoraproject.org

Fedora (in precedenza Fedora Core) è una distribuzione GNU/Linux curata dal Progetto Fedora, un progetto Open Source sponsorizzato (ma non direttamente supportato) da Red Hat e supportato dalla rispettiva community.

Il nome si deve al cappello in feltro simbolo di Red Hat, il borsalino, chiamato in alcuni paesi Fedora.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lista delle versioni di Fedora.

Il 21 luglio 2003 Red Hat lancia la Red Hat Linux 9.0.93. Il 25 settembre dello stesso anno nasce la prima release di Fedora Core, la FC 0.94, nota anche come Fedora Core 1 test 2 e con il nome in codice Severn. Il progetto di Fedora nacque dalla iniziativa di Warren Togami, che necessitava di creare pacchetti RPM Package Manager di elevata qualità per Red Hat Linux. Ben presto questo progetto assunse una vita propria.

La prima release, Fedora Core 1 (nome in codice Yarrow), fu rilasciata il 5 novembre 2003 ed integrava ancora il Kernel Linux 2.4. Il 18 maggio 2004 uscì invece Tettnang ovvero Fedora Core 2: la release utilizza il kernel Linux 2.6, KDE 3.2 e GNOME 2.06. L'8 novembre 2004 fu rilasciata Fedora Core 3, meglio nota col nome in codice di Heidelberg.

Un'importante versione è la Fedora Core 5, nome in codice Bordeaux (disponibile sia per architetture x86, x86-64 e PPC). Tra le novità presenta l'inclusione di Mono, Xen e X.Org 7.0. Sui supporti di installazione (1 DVD oppure 5 CD) sono presenti sia KDE sia GNOME, oltre ad un'ampia scelta di applicazioni essenziali (OpenOffice.org 2.0, Eclipse, Gimp, Firefox, Thunderbird...).

Fedora Core 6, nome in codice Zod oltre ad offrire il supporto ai nuovi computer Apple Mac con processore Intel x86 (Core Duo), offre nuovi effetti grafici grazie a Compiz ed all'acceleratore grafico AIGLX (Accelerated Indirect GLX), inoltre, integra lo strumento Virt-Manager per la gestione di Xen ed una versione aggiornata di Pup, il gestore dei pacchetti.

Con la versione 7, nome in codice Moonshine, rilasciata il 31 maggio 2007, cambia il nome della distribuzione: da "Fedora Core" a "Fedora", che viene distribuita nelle versioni Fedora Desktop (dedicata al desktop), Fedora Server (destinata al server, al pari di Ubuntu Server) e Fedora KDE (la "versione KDE" di Fedora, che include solo software KDE). Include un nuovo gestore di pacchetti, un nuovo tema grafico predefinito (Flying High), l'unione dei repository Core ed Extra e un nuovo sistema di installazione semplificata dei codec.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

L'obiettivo è quello di lavorare con la community di GNU/Linux per creare un sistema operativo completo, utilizzando esclusivamente software liberi e forum pubblici con processi aperti. Questo porta a un continuo aggiornamento delle distribuzioni, aggiornamento che è diventato molto semplice, anche da una distribuzione all'altra.

In Fedora sono presenti applicativi, rilasciati sotto licenza open source, inclusi nel sistema operativo commerciale di Red Hat (Red Hat Enterprise Linux). Ad esempio Fedora Core 2 utilizzava il kernel Linux 2.6 e disponeva già della Security-Enhanced Linux prima che venissero inclusi nelle distribuzioni di Red Hat.

PackageKit, l'interfaccia grafica predefinite per la gestione dei pacchetti

Essa è indicata per qualsiasi utilizzo poiché contiene tutti gli strumenti per lavorare in ambiente server senza tralasciare una serie di tool grafici per la configurazione, utili per gli utenti alla ricerca di un desktop user-friendly. Basata sulla ricerca del massimo grado di aggiornamento è rilasciata su base fissa semestrale con le versioni più recenti di ogni pacchetto, compreso il kernel.

Viene distribuita in versione DVD (con tutti gli ambienti desktop disponibili e installabili, oltre a moltissimo software aggiuntivo), in versione LiveCD (con ambiente desktop di default GNOME) e poi sono presenti anche le cosiddette versioni "spin", ed ha un ciclo di vita di 13 mesi circa.

Installazione e configurazione[modifica | modifica wikitesto]

Fedora è progettata per essere facilmente installabile e configurabile, attraverso una suite di installer grafici e tool di configurazione, in particolare grazie all'installer Anaconda e la serie di utility grafiche system-config-tools.

Gestione pacchetti[modifica | modifica wikitesto]

La gestione dei pacchetti software è compito dell'utility yum. Sono disponibili ufficialmente anche due interfacce grafiche per yum: gpk-application per GNOME, Xfce e LXDE mentre apper è disponibile per il KDE.

Repository RPMFusion[modifica | modifica wikitesto]

Nei CD di Fedora non sono inclusi alcuni pacchetti che non sono distribuibili perché coperti da brevetti software o distribuiti con licenze non compatibli con Fedora. Per chi volesse comunque usarli sono disponibili i due repository "RPMFusion" (free e nonfree).[1]

Le spin[modifica | modifica wikitesto]

Le spin sono versioni alternative di Fedora, adattate per vari tipi di utenti, ricorrendo ad un insieme selezionato di applicazioni e ad altre personalizzazioni.

  • GNOME (versione basata sull'ambiente desktop GNOME, un ambiente desktop potente e completo)
  • KDE (versione basata sull'ambiente desktop KDE, un ambiente desktop potente, completo e alternativo a GNOME)
  • XFCE (versione basata sull'ambiente desktop Xfce, leggero, completo, stabile, basato sulle librerie GTK e indicato per PC datati)
  • LXDE (versione basata sull'ambiente desktop LXDE, leggerissimo, essenziale e indicato per PC molto datati)
  • MATE (versione basata sull'ambiente MATE, leggero, completo e stabile)
  • Security (strumenti di analisi di sicurezza)
  • Games (dedicata ai videogiochi)
  • Scientific-KDE (calcolo scientifico open source)
  • Design-suite (creatività, grafica e disegno con strumenti open source)
  • Robotics (robotica)
  • Electronic Lab (laboratorio elettronico)

Software[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni tra i vari software in dotazione con Fedora:

  • Compiz: il gestore di finestre che permette la visualizzazione del multi-desktop 3D e la gestione di effetti sulle finestre utilizzando l'accelerazione OpenGL.
  • LibreOffice: pacchetto completo di software da ufficio. Comprende programmi di videoscrittura, creazione di fogli di calcolo, creazione di presentazioni, scrittura di formule matematiche, database, creazione di disegni ed impaginazione. LibreOffice esiste anche per MS Windows e MacOS.
  • Calligra: pacchetto completo di software da ufficio per l'ambiente desktop KDE. Comprende programmi di videoscrittura, creazione di fogli di calcolo, creazione di presentazioni, scrittura di formule matematiche, database, creazione di disegni ed impaginazione.
  • GIMP: Software per l'elaborazione di immagini in formato "raster" (cioè in formato non vettoriale) con molte funzioni simili a quelle di altri software dello stesso tipo (come Adobe Photoshop): gli strumenti di trasformazione, ritocco, ma soprattutto i filtri (effetti grafici) sono davvero potenti. GIMP è una valida alternativa per chi vuol possedere strumenti con licenza GNU senza dover rinunciare a funzionalità presenti nei software proprietari attualmente in commercio. The GIMP esiste anche per MS Windows e per MacOS.
  • Evolution: Un client di posta elettronica che ingloba anche certe funzionalità di gestione delle attività (calendario).
  • Konqueror e Firefox: browser web.
  • K3b e Brasero: programmi per la masterizzazione di CD e DVD.
  • Totem e Dragon Player: programmi per la riproduzione audio-video.
  • Rhythmbox e Amarok: programmi per la riproduzione audio.
  • Evince e Okular: visualizzatori di documenti (principalmente PDF. ma anche postscript ed altri).
  • Shotwell e Gwenview: visualizzatori di immagini.
  • Empathy, Pidgin, Kopete: programmi per la messaggistica istantanea che supportano vari protocolli, tra cui MSN e Aim. Permettono di parlare in realtime, di scambiare files e, tramite numerosi plug-in, di avere a disposizione altri strumenti per una esperienza user-friendly con l'applicativo.
  • Planner: un programma per la gestione dei propri progetti.
  • Gnucash: un programma per la gestione delle proprie entrate ed uscite finanziarie.
  • Anjuta, Glade, Codeblocks ed Eclipse: programmi per lo sviluppo di applicazioni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Installing Free and Nonfree Repositories, rpmfusion.org.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]