Configurazione (informatica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In informatica per configurazione s'intende l'azione che permette di modificare le caratteristiche funzionali di un prodotto software (ad es. su programmi o sistemi operativi) una volta installato sul sistema elaborazione operando delle opportune o desiderate impostazioni (settings).

Il concetto di configurazione si applica fortemente anche in ambito sistemistico al software presente su macchine hardware, ad esempio sui vari apparati di rete, server, firewall ecc. di un'infrastruttura di rete telematica, di cui rappresenta, assieme alla fase di installazione e monitoraggio, l'operazione tipica di gestione appannaggio di uno o più amministratori di sistema e amministratori di rete.

In alcuni casi la configurazione è necessaria affinché il prodotto installato possa funzionare correttamente, in altri, se non precisato altrimenti dall'installatore, viene utilizzata una configurazione predefinita (default). Quando si configura un sistema o un'applicazione in modo da allinearla ai desideri di un utente finale, si parla invece di personalizzazione o customizzazione.

Tipicamente le impostazioni di configurazione sono inserite/registrate all'interno di specifici file di configurazione letti dal sistema in fase di avvio. La compromissione di tali file per cancellazione o corruzione spesso genera malfunzionamenti più o meno importanti fino al blocco completo del sistema in uso.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica

petru