New York Mets

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
New York Mets
Baseball Baseball pictogram.svg
NewYorkMets.gif
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit baseball cap allblu.png
Kit left arm pinstripesonwhite.png
Kit right arm pinstripesonwhite.png
Kit trousers pinstripesonblue.png

Casa

Kit baseball cap allblu.png
Kit left arm kit left arm.png
Kit right arm kit right arm.png
Kit trousers Mets alt trouser.png

Trasferta

Kit baseball cap allblu.png
Kit left arm kit left alt arm.png
Kit right arm kit right alt arm.png
Kit trousers Mets 3a trouser.png

Terza

Colori sociali Blu, arancione e bianco
Simboli mascotte: Mr. Met
Dati societari
Città New York
Nazione Stati Uniti Stati Uniti
Lega National League
Division East
Fondazione 1962
Denominazione New York Mets (1962-presente)
Presidente Saul Katz
Proprietario Fred Wilpon
General manager Sandy Alderson
Allenatore Terry Collins (2011-presente)
Sito web newyork.mets.mlb.com
Palmarès
World Series 1969 e 1986
Titoli di League 4
Titoli di Division 5
Wild card 2
Impianto di gioco
Citi Field (2009-presente)
41.922 posti

I New York Mets sono una delle squadre professionistiche di baseball della Major League Baseball (MLB), con sede a New York. Il loro nome abbreviato significa "i metropolitani".

Giocano nella MLB dal 1962 ed hanno vinto due World Series rispettivamente nel 1969 e nel 1986.

I colori sociali sono il blu, in onore dei Brooklyn Dodgers e l'arancio dei New York Giants, le due franchigie della grande mela trasferitesi alla fine degli anni 50, rispettivamente a Los Angeles e a San Francisco (blu, bianco e arancio sono anche i colori della bandiera di New York). I Mets nascono infatti per creare una seconda squadra di New York in alternativa agli Yankees, ormai gli unici rimasti in città.

Primi anni[modifica | modifica sorgente]

Fondati dall'avvocato William Shea, debuttarono nella Major League Baseball nel 1962 nello stadio Polo Grounds situato nella parte alta di Manhattan.

Con giocatori di basso livello, i Mets ottennero uno dei peggiori risultati della loro storia: 40 vinte e 120 perse. Dopo soli due anni passarono a giocare le partite in casa al Shea Stadium situato nel Queens. Negli anni successivi la squadra migliorò poco a poco fino al 1968 dove sfiorarono i play-off con un 9º posto finale.

1969: il miracolo dei Mets[modifica | modifica sorgente]

Il 1969 è ricordato da tutti come una grande stagione per la squadra dei Mets: chiusero una stagione regolare fantastica: 100 vittorie, 62 sconfitte, .617 la percentuale, ottenendo il 1º posto nella National League e facendo esordio assoluto ai loro primi play-off. Al primo turno incontrano gli Atlanta Braves che vennero battuti agevolmente 3-0. Nelle World Series i Mets incontrarono i Baltimore Orioles, dopo aver perso gara 1 per 4-1 la squadra di New York conquistò quattro vittorie consecutive chiudendo così la serie sul 4-1 aggiudicandosi le World Series per la prima volta.

Gli anni '70[modifica | modifica sorgente]

Le prime tre stagioni degli anni settanta per i Mets si chiusero con una percentuale di poco superiore al .500 che non portò ad alcuna partecipazione ai play-off. Nel 1973 i Mets chiusero una stagione regolare non certo straordinaria in linea con le precedenti (82 vinte, 79 perse e .509 come percentuale), ma, per il basso livello della National League East riuscirono a vincere il girone e così si qualificarono ai play-off. Nel primo match incontrarono e batterono per 3-2 i Cincinnati Reds, che avevano chiuso con il miglior record della lega. Nelle serie per il titolo, i Mets incontrarono gli Oakland Athletics; dopo le prime 5 gare i Mets guidavano la serie 3-2, ma nelle ultime due sfide la squadra della Grande Mela uscì sconfitta e gli A's si aggiudicarono il titolo. I Mets non ripeterono questa buona stagione e le sfide con i Reds e gli Athletics rappresentano l'unica partecipazione ai play-off dei Mets negli anni settanta.

Le World Series del 1986[modifica | modifica sorgente]

I Mets conquistarono il loro secondo titolo durante la stagione 1986. Dopo un campionato che li vide protagonisti nel bene (sul campo) e nel male (fuori dal campo), vinsero la finale di National League per 4-2 sugli Houston Astros e si qualificarono per le World Series dove avrebbero affrontato i Boston Red Sox. Durante gara 6, i Mets si trovarono a un solo out dalla sconfitta, che avrebbe regalato il titolo ai Red Sox, ancora perseguitati dalla Maledizione del Bambino, e riuscirono a realizzare una delle più incredibili rimonte nella storia del baseball moderno. New York si porto' sul 5-4 con corridori agli angoli e Mookie Wilson alla battuta. Un lancio pazzo di Bob Stanley permise a Kevin Mitchell, l'uomo in terza, di pareggiare la partita, facendo esplodere lo Shea Stadium. Sul lancio successivo, Wilson batté un debole rasoterra verso il prima base dei Red Sox, Bill Buckner, che manco' incredibilmente la presa, permettendo così a Wilson di arrivare in base e a Ray Knight di segnare il punto della vittoria. Due sere dopo, i Mets vinsero anche gara 7, conquistando così le World Series.

Playoffs del 1999[modifica | modifica sorgente]

Nel 1999 i Mets conclusero secondi nella division East. Nelle NL Division Series batterono agevolmente per 3-1 gli Arizona Diamondbacks, per essere poi sconfitti nelle NL Championship Series per 4-2 contro gli Atlanta Braves.

Le World Series del 2000[modifica | modifica sorgente]

Nel 2000 I Mets conclusero la stagione regolare con 94 vittorie e 68 sconfitte, che gli valsero il secondo posto nella division East. Nelle NL Division Series batterono per 3-1 i San Francisco Giants e nelle NL Championship Series superarono i St. Louis Cardinals per 4-1, qualificandosi per le World Series

In finale incontrarono l'altra squadra di New York, gli Yankees, perdendo per 4-1.

Playoffs del 2006[modifica | modifica sorgente]

Nel 2006 i Mets arrivarono primi nella loro division con il record di 97 vinte e 65 perse. Nelle NL Division Series superarono con un secco 3-0 i Los Angeles Dodgers per poi uscire sconfitti nelle NL Championship Series contro i St. Louis Cardinals per 4-3.

Il nuovo stadio[modifica | modifica sorgente]

Prima dell'inizio della stagione regolare del 2009 venne inaugurato il nuovo stadio: il Citi Field costruito non molto distante da quello vecchio. L'incontro inaugurale dei Mets avvenne il 13 aprile del 2009 contro i San Diego Padres.

Era di Terry Collins[modifica | modifica sorgente]

Dopo la deludente stagione regolare del 2010, i Mets assunsero un nuovo general manager: Sandy Alderson e un nuovo manager: Terry Collins. La stagione 2011 venne portata a termine con alti e bassi e si chiuse con il record di 77 vittorie e 85 sconfitte, non raggiungendo i playoffs per il 5º anno consecutivo. Nelle due stagioni successive i Mets terminarono con lo stesso record di 74 vittorie e 88 sconfitte.

Numeri ritirati ufficialmente[modifica | modifica sorgente]

Mets37.svg
Casey
Stengel

Manager: 1962–1965

Ritirato 2 settembre, 1965
Mets14.svg
Gil
Hodges

1B: 1962–63
Manager: 1968–71
Ritirato 9 giugno, 1973
Mets41.svg
Tom
Seaver

Lanciatore: 1966-77, 83

Ritirato 24 luglio, 1988
Jr.svg
Jackie
Robinson

Ritirato da
tutta la MLB
Ritirato 15 aprile, 1997
Metsshea.svg
William A.
Shea

Fautore

Onorato l'8 aprile, 2008

Membri della Baseball Hall of Fame con i New York Mets[modifica | modifica sorgente]

Roster attuale[modifica | modifica sorgente]

Roster New York Mets
Roster attivo Roster inattivo Staff tecnico

Lanciatori

Bullpen

Closer

Ricevitori

Interni

Esterni

Battitori designati

  • Nessuno

Lanciatori

Ricevitori

Interni

Esterni


Manager

Coach

Lista infortunati per almeno 60 giorni


25 attivi, 15 inattivi, 1 sulla lista infortunati (60 giorni)

Injury icon 2.svg Lista degli infortunati per 7 o 15 giorni
Lista di restrizione
# Congedo personale
A In Arbitration
Roster aggiornato al 2 maggio 2014
TransazioniGrafico di profondità


Giocatori invitati per lo spring training 2014[modifica | modifica sorgente]

Ruolo Giocatore
Lanciatore partente destro Jeremy Hefner
Lanciatore partente destro Daisuke Matsuzaka
Lanciatore partente destro Cory Mazzoni
Lanciatore partente destro Rafael Montero
Lanciatore partente destro Noah Syndergaard
Lanciatore partente destro Logan Verrett
Lanciatore partente sinistro John Lannan
Lanciatore di rilievo destro Chase Bradford
Lanciatore di rilievo destro Joel Carreno
Lanciatore di rilievo destro John Church
Lanciatore di rilievo destro Kyle Farnsworth
Lanciatore di rilievo destro Miguel Socolovich
Lanciatore di rilievo destro Jose Valverde
Lanciatore di rilievo sinistro Adam Kolarek
Lanciatore di rilievo sinistro Jack Leathersich
ricevitore Taylor Teagarden
ricevitore Kevin Plawecki
Interno Brandon Allen
Interno Eric Campbell
Interno Matt Clark
Interno Daniel Muno
Interno Omar Quintanilla
Interno Anthony Seratelli
esterno Dustin Lawley
esterno Brandon Nimmo
esterno Cory Vaughn

Top 20 prospetti del 2014[modifica | modifica sorgente]

Posizione Ruolo Giocatore
Lanciatore Noah Syndergaard
Lanciatore Rafael Montero
Prima base Dominic Smith
Seconda base Wilmer Flores
Interbase Amed Rosario
Esterno Brandon Nimmo
Ricevitore Kevin Plawecki
Esterno Cesar Puello
Interbase Gavin Cecchini
10° Seconda base Dilson Herrera
11° Lanciatore Steven Matz
12° Lanciatore Cory Mazzoni
13° Lanciatore Jacob deGrom
14° Lanciatore Domingo Tapia
15° Lanciatore Gabriel Ynoa
16° Lanciatore Michael Fulmer
17° Prima base Jayce Boyd
18° Lanciatore di rilievo Vic Black
19° Lanciatore di rilievo Jack Leathersich
20° Lanciatore Logan Verrett

Squadre affiliate ai Mets nella MiLB 2014[modifica | modifica sorgente]

Livello Nome League Luogo
AAA Las Vegas 51s Pacific Coast League Las Vegas
AA Binghamton Mets Eastern League Binghamton
A avanzato (A+) St. Lucie Mets Florida State League Port St. Lucie
Singolo A (A) Savannah Sand Gnats South Atlantic League Savannah
A breve stagione (A-) Brooklyn Cyclones New York-Penn League Brooklyn
Rookie Kingsport Mets Appalachian League Kingsport
Rookie GCL Mets Gulf Coast League Port St. Lucie
Rookie DSL Mets1 Dominican Summer League Boca Chica
Rookie DSL Mets2 Dominican Summer League Boca Chica

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America