Boca Chica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Boca Chica
comune
Dati amministrativi
Stato Rep. Dominicana Rep. Dominicana
Provincia Santo Domingo
Territorio
Coordinate 18°27′14″N 69°36′23″W / 18.453889°N 69.606389°W18.453889; -69.606389 (Boca Chica)Coordinate: 18°27′14″N 69°36′23″W / 18.453889°N 69.606389°W18.453889; -69.606389 (Boca Chica)
Superficie 145,67 km²
Abitanti 99 508[1] (2002)
Densità 683,11 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC-4
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Repubblica Dominicana
Boca Chica

Boca Chica è un comune della Repubblica Dominicana di 99.508 abitanti, situato nella Provincia di Santo Domingo. Comprende, oltre al capoluogo, un distretto municipale: La Caleta.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Boca Chica si trova sulla costa meridionale della Repubblica Dominicana. Dista 6 chilometri dal porto commerciale della Zona Franca Multi Modal Caucedo di Andres, 11 chilometri dall'aeroporto internazionale Las Americas, 19 chilometri dall'autostrada del nord-est che collega Santo Domingo a Samana, 33 chilometri dalla capitale Santo Domingo, 93 chilometri dall'aeroporto internazionale de La Romana. A 17 chilometri da Boca Chica si trova il Parco Nazionale Sottomarino di La Caleta, con il relitto Hickory a 18 metri di profondità, una delle più suggestive immersioni subacquee dei Caraibi.

La spiaggia[modifica | modifica sorgente]

La spiaggia di Boca Chica si affaccia su di una baia naturale protetta da una barriera corallina a forma di semicerchio. L'acqua calma, trasparente e poco profonda è particolarmente adatta per la balneazione e gli sport acquatici.

la spiaggia di Boca Chica con il molo delle barche per la pesca d'alto mare

Lungo la spiaggia si trovano numerosi ristoranti e alberghi, centri per le immersioni subacquee e il molo con le barche per la pesca d'alto mare.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Le origini di Boca Chica risalgono agli inizi del XX secolo, quando un produttore di canna da zucchero di origine italiana, Don Juan Vicini, fece costruire la cittadina. Lo sviluppo turistico di Boca Chica inizia nei primi anni Cinquanta con la costruzione dell'Hotel Hamaca, voluto dal dittatore Rafael Leonidas Trujillo. Tra gli anni Cinquanta e Sessanta Boca Chica conosce un nuovo sviluppo urbanistico: nascono le ville dell'alta borghesia Dominicana che si affacciano sul mare. Oggi Boca Chica è un moderno e attrezzato centro balneare, che richiama turisti di ogni nazionalità per la sua spiaggia, ricca di tutti i servizi, il clima mite tutto l'anno e l'animata vita notturna.

Economia[modifica | modifica sorgente]

La risorsa principale di Boca Chica è il turismo internazionale e interno, per l'ottima ricettività alberghiera, i numerosi servizi di ristorazione, attività sportive e divertimento. Un'altra importante risorsa è costituita dal DP World Caucedo, porto privato internazionale per il transito, l'importazione e l'esportazione di merci via container con compagnie marittime mondiali, situato in Punta Caucedo, nella zona franca di Andres a soli 5 chilometri dall'aeroporto internazionale Las Americas, a 6 chilometri da Boca Chica e a 25 chilometri da Santo Domingo. È il più importante porto della Repubblica Dominicana e dei Caraibi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (ES) Censimento 2002, Oficina Nacional Estadística. URL consultato il 28-2-2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Rossella Righetti, Caraibi, Guide Moizzi, Milano 2007.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]