Lindsay Lohan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lindsay Lohan
Lindsay Lohan nel 2006.
Lindsay Lohan nel 2006.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Pop
Pop rock
Teen pop
Periodo di attività 1996 – presente
Strumento Voce
Album pubblicati 2
Sito web

Lindsay Dee Lohan (New York, 2 luglio 1986) è un'attrice, cantante e modella statunitense.

Di origine italo-irlandese[1], inizia la carriera già da bambina, all'età di tre anni[1] come modella e inizia a lavorare come attrice nel 1992; nel 1998, all'età di 11 anni, recita per la prima volta in un film con Genitori in trappola. La Lohan guadagna ulteriore fama tra il 2003 e il 2005 con ruoli di primo piano nei film Quel pazzo venerdì, Mean Girls ed Herbie - Il super maggiolino.

Nel 2007 è stata varie volte sorpresa a guidare l'automobile in stato di ebbrezza, perdendo diverse offerte di lavoro come attrice. In seguito, riprendendo le sue attività professionali, partecipa come ospite ad alcuni episodi della serie televisiva Ugly Betty nel 2008, ed è protagonista della commedia per la televisione Incinta o... quasi nel 2009. Ritorna sul grande schermo nel 2010 con Machete.

A partire dal 2004 intraprende anche una carriera parallela come cantante pop, esordendo con l'album discografico Speak che verrà seguito dall'album A Little More Personal (Raw). Nel 2011 la Lohan avrebbe dovuto pubblicare un altro album, intitolato provvisoriamente Spirit in the Dark, ma non è mai stato pubblicato ufficialmente poiché la Lohan ha interrotto la sua carriera musicale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lindsay Lohan at Cynthia Rowley.jpg

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Nata nel 1986 come primogenita di quattro figli (Michael Jr., Aliana e Dakota)[2]. La Lohan cresce a Merrick, Long Island[2]. I suoi genitori, Dina Sullivan (metà irlandese e metà italiana) e Michael Lohan, si sono sposati nel 1985, separati quando lei aveva tre anni, e poi riuniti[3], si separano nuovamente nel 2005 e divorziano ufficialmente nel 2007[3]. Lindsay ha anche una sorella ed un fratello dal lato paterno: Ashley Horn (nata nel 1995 da una relazione extra-coniugale)[4][5] e Landon Lohan (nato il 30 gennaio 2013)[6].

La Lohan ha frequentato la Cold Spring Harbor High School, dove si è distinta nelle materie scientifiche, fino all'età di 16-17 anni, quando inizia a studiare con lezioni private a casa[7].

Anche suo fratello, Michael, ha partecipato a Genitori in trappola ma in un ruolo minore.

Carriera da fotomodella[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la sua carriera come modella per Calvin Klein Kids quando aveva appena tre anni. Negli anni è stata anche su diverse copertine di riviste come Vogue, ELLE, Bliss, High Club e Blenda. Nel febbraio 2008 ha posato per Bert Stern, per rievocare il celebre servizio fotografico di Marilyn Monroe "The Last Sitting".

Nel 2011 è stata scelta come testimonial della campagna pubblicitaria Primavera/Estate 2011 del brand Philipp Plein[8].

Carriera di attrice[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 10 anni incominciò la sua carriera di attrice grazie alla soap opera Destini. Dopo aver abbandonato la soap opera, ha partecipato in un doppio ruolo nel film di Nancy Meyers recitando la parte di due gemelle che si incontravano dopo parecchi anni e cercavano di far rincontrare i loro genitori (Dennis Quaid e Natasha Richardson) in Genitori in trappola (1998). Il 31 luglio 1998 il film entrò alla posizione numero 2 delle classifiche dei film più visti, incassando oltre 66 milioni di dollari solo negli Stati Uniti[9].

Subito dopo firmò un contratto con la Disney per tre film, le fu offerto il ruolo di Penny ne L'ispettore Gadget, ma dopo sette mesi di lavoro su Genitori in trappola rifiutò la proposta. In questo periodo recitò, da protagonista, in due film tv: La mia amica speciale (con Tyra Banks) e Lexi e il professore scomparso. Ne seguì un periodo di pausa, dopo il quale si presentò e vinse le audizioni per la parte da protagonista in un altro rifacimento Disney, ovvero Quel pazzo venerdì, in cui Jamie Lee Curtis e la Lohan nei panni di madre e figlia, le quali si trovano ciascuna nel corpo dell'altra; uno dei film dal maggior incasso dell'anno, superando i 110 milioni di dollari nei soli Stati Uniti[10].

Lindsay Lohan nel 2002

Nel 2004 è protagonista di due pellicole: Quanto è difficile essere teenager! e il film della Paramount Mean Girls. Confessions of a teenage Drama Queen fu un moderato successo di incassi, ma non particolarmente apprezzato dalla critica come film, mentre la sua performance fu promossa dalla critica come era successo per i suoi film precedenti.

Il suo impegno venne dimostrato con Mean Girls, il suo primo film vietato ai minori di 13 anni e non Disney. Questo successo da parte della critica e commerciale (incassò più di 86 milioni di dollari negli Stati Uniti e 129 milioni in tutto il mondo), consolidò il suo successo "cementando il suo stato di nuova regina dei film per ragazzi" (scrisse Brandon Gray). I critici in ogni caso furono colpiti dalla bravura dell'attrice ma non dalla bellezza di questa pungente e intelligente commedia "spudoratamente perfida".

Lindsay Lohan nel 2006

La Lohan tornò alla Disney per Herbie - Il super Maggiolino (2005), il quinto della famosissima serie. Herbie: Fully Loaded fu un buon successo commerciale incassando circa 150 milioni di dollari nel mondo e nel 2006 interpreta Ashley nel film Baciati dalla sfortuna.

Prende quindi parte a progetti indipendenti, tra cui l'ultimo film di Robert Altman Radio America, recitando con Meryl Streep e presentato al Festival di Berlino. Partecipa poi a pellicole d'autore come Bobby e Donne, regole... e tanti guai!, con Jane Fonda, e nello stesso anno ottiene il ruolo da protagonista nel suo primo film thriller, Il nome del mio assassino.

Per il film Il nome del mio assassino, nel 2007 la Lohan ricevette un Razzie Award in quanto valutata peggior attrice protagonista.

Nel maggio 2008 la Lohan appare per quattro episodi nella serie televisiva della ABC Ugly Betty, dove interpreta Kimmie Keegan, una vecchia compagna di scuola della protagonista Betty Suarez.

Nel 2009 è la protagonista di Incinta o... quasi, dove interpreta una giovane donna che finge di essere incinta per evitare il licenziamento. In origine la produzione doveva essere distribuita nelle sale cinematografiche ma in seguito si è deciso di trasmettere la pellicola direttamente sulla tv via cavo, per poi rilasciare il film in DVD un mese più tardi.

Nel dicembre 2009 ha trascorso una settimana in India, lavorando con la BBC ad un documentario sul traffico di esseri umani[11].

Nel 2010 partecipa al film Machete, le cui riprese hanno avuto inizio nell'estate 2009. Per la Lohan saranno i primi ruoli in 3 anni di assenza dallo schermo cinematografico, causata dal carattere turbolento dell'attrice.

Nel 2013 entra nel cast di Scary Movie V in un cameo[12] e recita anche in The Canyons, diretto da Paul Schrader.

Ad Agosto 2013 inizia a registrare con Oprah Winfrey un documentario sulla sua vita, LINDSAY. Diviso in otto episodi, andrà in onda per la prima volta a partire dal 9 marzo 2014 sul canale televisivo OWN.

Sempre nel 2014 si trasferisce a Londra per motivi di lavoro e a Settembre debutta a teatro con lo spettacolo SPEED-THE-PLOW, originariamente interpretato da Madonna negli anni '80.

Carriera musicale[modifica | modifica wikitesto]

Mentre girava il fortunato Herbie - Il super maggiolino Lindsay ha registrato un album intitolato Speak, che ha ottenuto un buon successo negli Stati Uniti, raggiungendo la quarta posizione nella classifica degli album più venduti. Trainato dal singolo apripista Rumors e dai successivi "Over" e "First", l'album diventa rapidamente disco di platino. Così facendo Lindsay si è creata anche una carriera parallela da cantante, per la quale nel dicembre 2005 ha realizzato un secondo album chiamato A Little More Personal. Nel primo singolo Confessions of a Broken Heart, la Lohan canta la rabbia per il padre assente durante la sua infanzia. Lindsay dirige inoltre il videoclip del pezzo, nel quale recita anche la sorella al tempo quattordicenne Aliana. Nel 2008 Lindsay dichiara in diverse interviste di voler realizzare un terzo album dalle sonorità più dance. Il 29 maggio dello stesso anno viene rilasciata negli stores digitali la canzone Bossy, primo singolo dell'album che viene intitolato "Spirit In The Dark". A seguito dell'interruzione della carriera dell'attrice a causa dei suoi problemi personali e con la giustizia, il progetto viene accantonato definitivamente. All'inizio di aprile 2008 ha partecipato in un cameo nel videoclip del singolo Everyone Nose (All the Girls Standing in the Line for the Bathroom) dei N.E.R.D. Nel video appaiono anche Kanye West, Cory Kennedy e Samantha Ronson. Inoltre, la Lohan è apparsa nel video musicale City Of Angels dei Thirty Seconds to Mars, girato nel 2013.

Lindsay Lohan 2011

Carriera nel campo della moda[modifica | modifica wikitesto]

Lindsay ha disegnato una linea di gambaletti chiamata 6126, dalla data di nascita di Marilyn Monroe (6/1/26, 1 giugno 1926, secondo la convenzione statunitense, per la quale il mese precede il giorno nelle date)[13]. Nel 2009 è la testimonial ufficiale della linea di abbigliamento Fornarina, per la quale ha girato alcuni spot pubblicitari nel marzo 2009[14]. All'inizio del 2010 Lindsay si è cimentata nel creare una sua linea di moda per H&M, mentre nel marzo del 2010 Lindsay progetta una serie di borse per Ed Hardy[15].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Lindsay Lohan 2013

Tra il 2002 e il 2003 ha avuto una breve relazione con Aaron Carter. Nel 2004 è stata fidanzata con Wilmer Valderrama e nel 2006 con Harry Morton. Si è apertamente dichiarata bisessuale nel 2009 e ha avuto una relazione con la disc jockey inglese Samantha Ronson[16]. Nel 2014 ha invece dichiarato di aver avuto un aborto spontaneo per motivi di salute.

Problemi con la giustizia[modifica | modifica wikitesto]

Foto segnaletica di Lindsay Lohan
  • Nel 26 maggio 2007 ha avuto un incidente con l'auto alla quale era alla guida, andando a finire contro un albero in Sunset Boulevard, a Los Angeles, senza danni fisici gravi per sé e per i due passeggeri in auto con lei. Pochi giorni dopo l'incidente ha iniziato una cura di 45 giorni in una clinica specializzata in disintossicazione da alcol e droga a Malibù, in California. In occasione dell'incidente la polizia le aveva riscontrato un tasso alcolemico nel sangue superiore a quanto consentito dalla legge californiana (0,8‰) e aveva rilevato tracce di cocaina nell'auto. Per questo motivo, al termine del ricovero in clinica è stata arrestata, ma ha ottenuto subito la libertà su cauzione. Sempre nel 2007 viene di nuovo arrestata a Santa Monica, nel sud della California, per avere guidato in stato di ebbrezza, e le viene rinvenuta della cocaina in tasca; l'attrice ha negato che potesse appartenerle.
  • Il 24 agosto 2007, Lohan è stata condannata da un giudice californiano a scontare un giorno in carcere e 3 anni in libertà condizionata per possesso di droga e guida in stato di ebbrezza. Ha dovuto, inoltre, partecipare per 18 mesi ad un programma di rieducazione contro alcol e droghe poiché era già stata arrestata due volte in passato[17].
  • Il 16 novembre 2007 Lohan viene nuovamente fermata e arrestata dalla polizia questa volta per guida in stato di ebbrezza, la ragazza è stata portata nel carcere di Los Angeles ma è stata rilasciata 84 minuti dopo. Il motivo del rilascio dalla prigione perché secondo le indagini la giovane attrice non avrebbe compiuto infrazioni di natura violenta[18].
  • il 15 marzo 2009 viene spiccato un mandato di cattura a suo carico da parte della polizia di Beverly Hills per non aver partecipato con regolarità alle sedute di terapia antialcolismo. Il giorno dopo il mandato verrà revocato per "malinteso", come faranno sapere i legali della Lohan.
  • Il 7 luglio 2010 è stata condannata a 90 giorni di carcere per violazione dei termini della libertà condizionale. Il giudice Marsha Revel ha ribadito che la Lohan non ha partecipato a 9 sedute del programma impostole in seguito alla precedente condanna per guida in stato d'ebbrezza e l'ha condannata a seguire un programma di riabilitazione per dipendenti da alcol e droghe nei tre mesi successivi alla detenzione. La Lohan ha iniziato a scontare la pena detentiva il 20 luglio nel carcere di Los Angeles, nel quale resterà tuttavia per soli 14 giorni[19][20].
  • Il 25 settembre 2010 è stata liberata su cauzione dal carcere di Lynwood, dopo avervi trascorso una quindicina di ore: un giudice di Beverly Hills ne aveva ordinato l'arresto perché l'attrice è risultata positiva al test della droga, condannandola così a 30 giorni di reclusione. Tuttavia verso fine ottobre un giudice ha definitivamente deciso che la Lohan non dovrà trascorrere neanche un giorno in carcere[21]. Molto di rado la giustizia americana concede questo tipo di deroghe, mentre alla Lohan per ben tre volte sono stati riconosciuti significativi sconti.
  • Il 23 aprile 2011 viene condannata da un giudice di Los Angeles a 4 mesi di prigione e 480 ore di lavoro ai servizi sociali. La condanna è arrivata al termine del processo che la vedeva imputata per il furto, a Los Angeles, di una collana del valore di 2.500 dollari: in quel periodo, la Lohan era in libertà vigilata. In appello tuttavia i 4 mesi di carcere vengono convertiti dalla giudice Stephanie Sautner in 14 giorni di arresti domiciliari[22].
  • Il 2 novembre 2011 la giudice Stephanie Sautner la condanna a 30 giorni di carcere per non aver adempiuto agli obblighi previsti dalla condanna relativa al furto di una collana, in particolare per aver disertato le ore di lavoro che avrebbe dovuto svolgere in una casa d'accoglienza per donne senzatetto[23]; di quei 30 giorni però ne sconterà solo una minima parte, per la precisione verrà rilasciata dopo 4 ore di detenzione a causa di un non meglio precisato "sovraffollamento delle carceri femminili"[24][25]. Questa sarà la quinta volta che alla Lohan vengono concessi significativi sconti sulla pena da espiare in carcere.
  • Il 19 settembre 2012 investe un pedone con la sua Porsche Cayenne a Manhattan. Sarà arrestata e poi rilasciata con l'obbligo di comparire in tribunale per aver abbandonato la scena dell'incidente.Fortunatamente il pedone non ha riportato gravi lesioni.
  • La Lohan dovrebbe ritornare in tribunale per l'accusa di aver mentito alla polizia su un incidente stradale avvenuto a giugno, la Lohan è accusata per guida spericolata e per aver mentito alla polizia quando è andata a sbattere contro il posteriore di un camion. L'attrice potrebbe avere una condanna per 245 giorni di carcere se la corte giudica il suo comportamento come violazione[26][27]
  • Il 18 marzo 2013 evita il carcere, patteggiato la pena (dovuta a guida spericolata, false informazioni e resistenza ad un ufficiale di polizia) con 90 giorni in una struttura riabilitativa. Viene inoltre condannata a 180 giorni di carcere per aver violato la libertà condizionata ottenuta dopo il furto di un gioiello avvenuto nel 2011. Tuttavia secondo il giudice l'attrice eviterà il carcere anche in questo caso se rispetterà i termini dell'accordo che tra le altre cose prevede 18 mesi di psicoterapia e un mese di servizio comunitario.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

La Lohan è apparsa anche in filmati di repertorio nella pellicola Bling Ring.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Premi e candidature[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Lindsay Lohan è stata doppiata da:

  • Alessia Amendola in La mia amica speciale, Quel pazzo venerdì, Quanto è difficile essere teenager!, Herbie - Il super maggiolino, Baciati dalla sfortuna, Bobby, Donne, regole... e tanti guai!, Machete, Scary Movie 5, The Canyons
  • Perla Liberatori in Genitori in trappola, Radio America, Incinta o... quasi, Lindsay Lohan's Indian Journey, Liz & Dick, 2 Broke Girls
  • Myriam Catania in Mean Girls, Ugly Betty e in L'amore non va in vacanza
  • Patrizia Mottola in Destini, Lexi e il professore scomparso e in Il nome del mio assassino
  • Emanuela D'Amico in Glee

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Lindsay Lohan - Biografia, Zapster.it. URL consultato il 9 settembre 2010.
  2. ^ a b (EN) Lindsay Lohan - Biography in Talktalk.co.uk. URL consultato l'11 settembre 2010.
  3. ^ a b (EN) Lohan's parents end divorce row, News.bbc.co.uk. URL consultato l'11 settembre 2010.
  4. ^ Lindsay Lohan: Ashley Horn, chirurgia plastica per assomigliarle
  5. ^ Lindsay Lohan ha una sorellastra, lo conferma il test del Dna | Gossip Fanpage
  6. ^ Lindsay Lohan festeggia: nuovo fratellino e rinvio del processo - GQItalia.it
  7. ^ (EN) Lindsay Lohan: forget those Hilary and Colin rumors—one of the movies' biggest rising stars goes on the record, Bnet. URL consultato l'11 settembre 2010.
  8. ^ Lindsay Lohan testimonial di Philipp Plein, howcool.it. URL consultato il 12 gennaio 2012.
  9. ^ (EN) The Parent Trap, the-numbers.com. URL consultato il 31 agosto 2010.
  10. ^ Quel pazzo venerdì - Statistiche, movieplayer.it. URL consultato il 1º settembre 2010.
  11. ^ BBC Lindsay Lohan's Indian Journey
  12. ^ (EN) Lindsay Lohan in 'Scary Movie 5'.
  13. ^ Lindsay Lohan lancia la collezione di leggings 6126. URL consultato il 6 giugno 2008.
  14. ^ Fab Ad: Lindsay Lohan For Fornarina Spring/Summer '09
  15. ^ Lindsay Lohan Designer per Ed Hardy
  16. ^ LiLo & SamRo: Read all about it
  17. ^ Film Novità | Notizie - Yahoo! Cinema
  18. ^ Yahoo Notizie - Ultime Notizie dall'Italia e dal Mondo
  19. ^ Lindsay Lohan, lacrime dopo la condanna, Repubblica.it. URL consultato l'8 settembre 2010.
  20. ^ Lindsay Lohan: in carcere solo per due settimane, nonmidire.it. URL consultato l'8 settembre 2010.
  21. ^ Scampato il carcere, per Lindsay Lohan ancora 'rehab' | Rumors
  22. ^ Lindsay Lohan ammette il furto della collana: condannata a 4 mesi e lei gioca a fare la vampira|Il quotidiano italiano
  23. ^ 30 giorni di prigione per Lindsay Lohan - Cinema - ANSA.it
  24. ^ Quattro ore di carcere per Lindsay Lohan | Clicnews
  25. ^ Lindsay Lohan - Released from Jail | TMZ.com
  26. ^ Lindsay Lohan torna in tribunale per aver mentito alla polizia, gqitalia.it. URL consultato il 15 gennaio 2013.
  27. ^ Altra fonte dell'avvenuto, notizie.tiscali.it. URL consultato il 15 gennaio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 221882 LCCN: no2003109866