Anger Management (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anger Management
Titolo originale Anger Management
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2012 – in produzione
Formato serie TV
Genere sitcom
Stagioni 2
Episodi 100
Durata 22 min (episodio)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9
Colore colore
Audio sonoro
Crediti
Ideatore Bruce Helford
Interpreti e personaggi
Produttore esecutivo Bruce Helford, Charlie Sheen, Dave Caplan, Joe Roth, Kevin Beggs, Mark Burg, Ramon Estevez, Sandra Stern, Vince Totino
Casa di produzione Debmar-Mercury, Estevez Sheen Productions, Evolution Management, Lionsgate Television, Revolution Studios
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 28 giugno 2012
Al in corso
Rete televisiva FX
Opere audiovisive correlate
Originaria Terapia d'urto

Anger Management è una sitcom statunitense con protagonista Charlie Sheen, basata sul film del 2003 Terapia d'urto, con protagonisti Jack Nicholson e Adam Sandler.[1] Sheen interpreta il ruolo del terapista Charlie Goodson, personaggio ispirato a Buddy Rydell che nel film era stato interpretato da Jack Nicholson[1].

La serie è trasmessa sul canale televisivo statunitense FX dal 28 giugno 2012[2]. L'episodio pilota, con una media di 5,5 milioni di spettatori alla prima messa in onda, fu il più visto nella storia dell'emittente FX; inoltre mai nessuna sitcom aveva raggiunto tale audience sulla piattaforma televisiva via cavo statunitense[3].

Trama[modifica | modifica sorgente]

Charlie Goodson è ex giocatore della lega minore di baseball, che dopo aver superato i suoi problemi di gestione della rabbia è diventato un terapista specializzato proprio nella cura del problema che lo aveva afflitto. I suoi metodi di cura sono poco convenzionali e la sua vita è continuamente complicata dalla sua famiglia e dagli amici.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 10 2012 inedita
Seconda stagione 90 2013 inedita

Personaggi e interpreti[modifica | modifica sorgente]

Personaggi principali[modifica | modifica sorgente]

  • Charlie Goodson (stagioni 1-in corso), interpretato da Charlie Sheen.
    È un terapista specializzato nella gestione della rabbia, nonché ex giocatore professionista di baseball che ha sofferto della stessa patologia che ora tenta di curare nei suoi pazienti.
  • Lacey (stagioni 1-in corso), interpretata da Noureen DeWulf.
    È il più recente membro del gruppo di terapia, nel quale è stata costretta ad entrare dopo aver sparato al fidanzato che l'aveva tradita con un'altra donna.
  • Patrick (stagioni 1-in corso), interpretato da Michael Arden.
    È un membro omosessuale del gruppo di terapia guidato da Charlie.
  • Nolan (stagioni 1-in corso), interpretato da Derek Richardson.
    È un altro dei memebri del gruppo di terapia.
  • Ed (stagioni 1-in corso), interpretato da Barry Corbin.
    È il membro più anziano del gruppo di terapia.
  • Jordan Denby (stagioni 2-in corso), interpretata da Laura Bell Bundy.
    È una brillante psicologa che ha divorziato da poco, e che diventa la nuova partner lavorativa di Charlie.
  • Sean Healy (stagioni 1-in corso), interpretato da Brian Austin Green.
    È il fidanzato di Jennifer durante la prima stagione, per poi diventare amico e vicino di casa di Charlie.
  • Jennifer Goodson (stagioni 1-in corso), interpretata da Shawnee Smith.
    È l'ex moglie di Charlie, con cui ha avuto una figlia.
  • Sam Goodson (stagioni 1-in corso), interpretata da Daniela Bobadilla.
    È la figlia adolescente di Charlie e Jennifer Goodson.
  • Kate Wales (stagioni 1-2), interpretata da Selma Blair.
    È la terapista collega di Charlie, con cui ha una relazione basata sul sesso, fino alla prima metà della seconda stagione.

Personaggi secondari[modifica | modifica sorgente]

  • Brett (stagioni 1-in corso), interpretata da Brett Butler.
    È la barista della taverna che frequenta Charlie.
  • Cleo/Derek (stagioni 1-in corso), interpretato da James R. Black.
    È un membro omosessuale del gruppo di terapia che Charlie gestisce in un istituto penitenziario. Dopo essere stato scarcerato sulla parola, Cleo rivela a Charlie che il suo vero nome è Derek e di essere diventato gay in prigione.
  • Wayne, interpretato da Stephen Taylor.
    È un membro omosessuale del gruppo di terapia dell'istituto penitenziario.
  • Ernesto, interpretato da Aldo Gonzalez.
    È un membro omosessuale del gruppo di terapia dell'istituto penitenziario.
  • Donovan (stagioni 1-2), interpretato da Darius McCrary.
    È un membro omosessuale del gruppo di terapia dell'istituto penitenziario.
  • Martin Goodson (stagioni 2-in corso), interpretato da Martin Sheen.
    È l'iper-critico padre di Charlie.
  • Michael (stagioni 1-2), interpretato da Michael Boatman.
    È un vicino di casa e amico di Charlie.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il 18 luglio 2011 venne annunciato che era in fase di sviluppo una serie televisiva basata sul film Terapia d'urto e che era stato scelto come protagonista l'attore Charlie Sheen[1]. Il 21 settembre 2011 fu confermato che Bruce Helford sarebbe stato lo show runner della serie[4], e il 27 ottobre la serie venne acquistata dalla rete televisiva via cavo FX, con un ordine di dieci episodi. La rete stabilì inoltre un accordo tramite il quale se la serie avesse ricevuto buoni ascolti durante la prima stagione avrebbero immediatamente effettuato un ulteriore ordine aggiuntivo di novanta episodi.[5] Il 29 agosto 2012 grazie ai buoni ascolti ottenuti dalla prima stagione, la serie è stata quindi rinnovata per altri novanta episodi, che verranno trasmessi durante il biennio 2013-2014[6].

Casting[modifica | modifica sorgente]

Il casting della serie iniziò nel gennaio del 2012, con Selma Blair, Julie Benz e Shawnee Smith in lizza per il ruolo dell'ex-moglie del protagonista Charlie Goodson[7]; ruolo poi affidato a Shawnee Smith[8], mentre Selma Blair il 3 febbraio venne scelta per interpretare il ruolo della terapista e amante di Charlie[9]. Il 7 febbraio l'attrice Noureen DeWulf venne scelta per interpretare il ruolo di una ragazza ricca e viziata che farà parte del gruppo di terapia gestito da Charlie[10]; mentre la settimana successiva si unirono al cast Michael Arden e Daniela Bobadilla, rispettivamente nei ruoli di Patrick, uno dei membri del gruppo terapico, e Sam, la figlia tredicenne di Charlie[11]. Ultimo attore ad unirsi al cast principale della prima stagione fu Derek Richardson, che il 14 marzo ottenne il ruolo di un uomo che entra a far parte del gruppo di terapia in quanto arrabbiato perché non riesce a provare rabbia[12].

Il 29 agosto 2012, dopo il rinnovo della serie per altri novanta episodi, venne confermato che Martin Sheen sarebbe entrato a far parte del cast a partire dalla seconda stagione, nel ruolo ricorrente del padre di Charlie Goodson.[6]

Il 17 giugno 2013, a causa di una lite con Charlie Sheen, l'attrice Selma Blair venne licenziata e fu costretta quindi ad abbandonare il cast della serie il giorno stesso.[13][14] Il successivo 27 giugno l'attore Brian Austin Green venne ingaggiato per tornare ad interpretare il ruolo che aveva già interpretato nell'episodio pilota, ossia quello di Sean, il fidanzato di Jennifer[15] e il 5 agosto dello stesso anno venne aggiunta al cast l'attrice Laura Bell Bundy, nel ruolo della psichiatra Jordan Denby, andando così a sostituire Selma Blair nel ruolo della protagonista femminile.[16] Il ruolo dell'attrice inizialmente è stato concepito per essere ricorrente, ma il suo contratto ha previsto un'opzione di promozione a ruolo principale.[16]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Charlie Sheen's Anger Management Being Shopped in Comingsoon.net, 18 luglio 2011. URL consultato il 30 giugno 2012.
  2. ^ FX: Louie, Wilfred e Anger Management dal 28 giugno in badtv.it, 28 febbraio 2012. URL consultato il 19 aprile 2012.
  3. ^ (EN) Lisa de Moraes, Charlie Sheen’s ‘Anger Management’ sets cable, FX ratings records in Washington Post, 29 giugno 2012. URL consultato il 30 giugno 2012.
  4. ^ (EN) Nellie Andreeva, DONE: Bruce Helford Signs On To Write & Run Charlie Sheen’s ‘Anger Management’ in Deadline, 21 settembre 2011. URL consultato il 19 aprile 2012.
  5. ^ (EN) Nellie Andreeva, Charlie Sheen’s ‘Anger Management’ Series Sells To FX For Summer 2012 Premiere in Deadline, 27 ottobre 2011. URL consultato il 19 aprile 2012.
  6. ^ a b (EN) Kimberly Roots, Charlie Sheen's Anger Management Receives 90-Episode Renewal, Martin Sheen Joins Cast in tvline.com, 29 agosto 2012. URL consultato il 19 aprile 2012.
  7. ^ (EN) Nellie Andreeva, ‘Anger Management’ Casting Female Leads Opposite Charlie Sheen: See Who’s Testing in Deadline, 19 gennaio 2012. URL consultato il 30 giugno 2012.
  8. ^ (EN) Kate Stanhope, Becker's Shawnee Smith to Play Charlie Sheen's Ex-Wife on Anger Management in TV Guide, 26 gennaio 2012. URL consultato il 30 giugno 2012.
  9. ^ (EN) Nellie Andreeva, Selma Blair To Star Opposite Charlie Sheen In FX Comedy Series ‘Anger Management’ in Deadline, 3 febbraio 2012. URL consultato il 30 giugno 2012.
  10. ^ (EN) Nellie Andreeva, Jessica Lucas Set As Lead of CW Pilot ‘Cult’, Noureen DeWulf Joins ‘Anger Management’ in Deadline, 7 febbraio 2012. URL consultato il 19 aprile 2012.
  11. ^ (EN) Nellie Andreeva, Michaela Watkins Joins ABC’s ‘Prairie Dogs’, ‘Anger Management’ Taps Charlie’s Daughter in Deadline, 14 febbraio 2012. URL consultato il 30 giugno 2012.
  12. ^ (EN) Nellie Andreeva, Ivana Milicevic To Star In ‘Banshee’, Derek Richardson Joins ‘Anger Management’ in Deadline, 14 marzo 2012. URL consultato il 19 aprile 2012.
  13. ^ (EN) TMZ Staff, CHARLIE SHEEN At War With Selma Blair SHE'S FIRED! in TMZ.com, 17 giugno 2013. URL consultato il 20 giugno 2013.
  14. ^ (EN) Sandra Gonzalez, 'Anger Management': Studio confirms Selma Blair out in Entertainment Weekly, 18 giugno 2013. URL consultato il 20 giugno 2013.
  15. ^ (EN) Lesley Goldberg, Brian Austin Green Joins 'Anger Management' as New Regular in The Hollywood Reporter, 27 giugno 2013. URL consultato il 12 agosto 2013.
  16. ^ a b (EN) Lesley Goldberg, 'Anger Management' Finds New Female Lead in Laura Bell Bundy in The Hollywood Reporter, 5 agosto 2013. URL consultato il 12 agosto 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione