Highlander II - Il ritorno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Highlander II - Il ritorno
Highlander II - Il ritorno.png
Titolo originale Highlander II - The Quickening
Paese di produzione Gran Bretagna, Francia, Argentina
Anno 1991
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere fantascienza, fantasy
Regia Russell Mulcahy
Soggetto Gregory Widen
Sceneggiatura Gregory Widen, Brian Clemens, William Panzer, Peter Bellwood
Fotografia Phil Meheux
Montaggio Hubert C. de la Bouillerie, Anthony Redman
Effetti speciali Martin Gutteridge
Musiche Stewart Copeland
Scenografia Roger Hall
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Highlander II - Il ritorno (The Quickening) è un film del 1991 diretto da Russell Mulcahy e interpretato da Christopher Lambert. Il film è il primo seguito di Highlander - l'ultimo immortale del 1986 che però, considerato da molti critici un flop, non ha avuto lo stesso successo del primo episodio.

Il film è un seguito alternativo al precedente film (Highlander - L'ultimo immortale) e ai successivi capitoli.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film si apre nell'anno 1994 con la morte della moglie di Connor MacLeod, Brenda J. Wyatt (presente anche nel primo film) provocata dalle radiazioni dei raggi ultravioletti del sole.

Lo strato di ozono che ricopriva una volta la Terra non esiste più, e le vittime delle radiazioni solari si contano a milioni. Dopo aver conseguito la Ricompensa (cioè vivere una vita mortale, invecchiare e morire) Connor McLeod è diventato uno scienziato, e nel 1999 insieme al collega Alan Neyman ha costruito lo Scudo Spaziale, che proteggerà il pianeta dai raggi ultravioletti, ma lo condannerà anche ad un'esistenza senza sole e cielo blu.

Nel 2024, ormai vecchio e malandato, egli ricorda il suo antico passato: ricorderà che le sue origini non sono terrestri, bensì hanno avuto luogo nel lontano pianeta Zeist, dove col fido maestro Juan Sánchez Villa-Lobos Ramírez ha guidato la rivolta popolare contro il perfido dittatore del luogo, il generale Katana. Una volta battuti, McLeod e Ramirez erano stati condannati all'esilio sulla Terra, ove sarebbero rinati e sarebbero divenuti immortali, e l'ultimo rimasto di essi avrebbe potuto ottenere la Ricompensa, cioè vivere e morire sulla Terra, o tornare su Zeist.

Ed è proprio per questo motivo che, temendo un suo eventuale ritorno, Katana nel 2024 manda due suoi sicari sulla Terra con il compito di uccidere McLeod; ma questi, con un po' di fortuna, riesce ad avere la meglio su entrambi, dopo essere perito tra le fiamme di un incendio causato da una cruenta lotta, ed esserne riuscito giovane e forte come un tempo. Il tutto accade sotto gli occhi increduli di Louise Marcus, una ecoterrorista che aveva tentato di disinnescare lo scudo spaziale, ed era andata da McLeod per chiedergli aiuto: inevitabilmente, tra i due scoppia l'amore a prima vista.

Dopo aver ascoltato attentamente i consigli di Louise, McLeod decide di verificare la reale situazione dello scudo, e per questo contatta Alan, il suo vecchio amico e collega, che gli rivela un'inaspettata verità: al di sopra dello scudo, lo strato di ozono è tornato normale, quindi lo stesso scudo è ormai inutile: ma per non perdere il controllo occulto esercitato mediante esso su tutti i paesi del mondo, la notizia è stata abilmente occultata.

Intanto il vecchio Ramirez, maestro d'armi di McLeod e da questi evocato, torna in vita dopo essere stato ucciso nel 1541-42 dal malvagio del primo film, Kurgan; dopo alcuni "inconvenienti" incontrati a causa della sua "vecchiaia" (all'epoca della sua decapitazione nel primo film aveva ben 2437 anni) dalla Scozia raggiunge McLeod in America e si unisce a lui. Sfortunatamente, però, nello stesso periodo arriva sulla Terra anche il perfido Katana in cerca della vendetta, seminando dei morti nel suo cammino (distrugge un taxi o spinge una vettura della metropolitana a 500 km orari); in seguito si infiltra nella corporazione che controlla lo scudo spaziale gestito da David Blake.

Connor McLeod, dopo aver verificato di persona la normalità dell'atmosfera al di sopra dello scudo scalando un'alta montagna (e Louise potrà così vedere per la prima volta il cielo blu), McLeod e Ramirez giungono allo scudo spaziale per dar luogo alla resa dei conti con Katana. Dopo aver dato l'ultimo saluto al morente Alan, egli e Louise sono salvati da morte certa grazie a Ramirez che, sacrificandosi per loro, riesce a bloccare una trappola taglia-teste con la sua sola energia interiore; infine, all'interno dello scudo, ha luogo lo scontro finale tra McLeod e Katana; il duello si risolve a favore di Connor McLeod che, dopo aver decapitato il suo avversario, con l'aiuto dello spirito di Ramirez, distrugge lo scudo, che sparisce per sempre lasciando posto ad uno stupendo cielo stellato.

McLeod può così tornare sul suo pianeta d'origine Zeist, insieme a Louise.

Highlander II - Renegade Version[modifica | modifica sorgente]

Nel 1995 il regista Russell Mulcahy ha rimontato e tolto delle scene del film creando una nuova versione denominata Highlander II: Renegade Version. Il film è stato ricostruito in gran parte da materiale esistente, con determinate scene rimosse e altre aggiunte nuovamente, cambiando l'intera sequenza degli eventi. Tutti i riferimenti agli immortali come alieni provenienti da un altro pianeta sono stati eliminati. Questo taglio e rimontaggio ha portato gli immortali ad essere originari di un lontano passato della Terra, dove i sacerdoti dopo la rivolta li bandiscono trasportandoli in futuri casuali, il Premio consiste nell’essere gli ultimi rimasti. Altre nuove sequenze includono una battaglia tra MacLeod e Katana in cima a un veicolo in movimento dopo la fuga dall'impianto di sicurezza, e MacLeod e Louise salire attraverso un tunnel di montagna per emergere al di sopra della Shield per confermare che i livelli di radiazione sono tornate alla normalità. La nuova versione rimuove anche un importante gaffe della versione cinematografica, che aveva fuso due sequenze di battaglie tra MacLeod e Katana in una sola. La nuova versione del regista le riporta ad essere due battaglie distinte.

Home video[modifica | modifica sorgente]

La versione cinematografica in Italia è stata editata in DVD dalla FilmAuro, con solo l'audio Italiano, e la pellicola è quella della trasmissione TV. Nel 2005 la versione Highlander II - Renegade Version ha subito un ulteriore miglioramento degli effetti speciali ed stata edita in DVD insieme alla versione cinematografica come Director's Edition, la nuova versione è disponibile solo in alcuni paesi, in Italia è Inedita.

Nota[modifica | modifica sorgente]

In alcuni paesi, la scena finale di Connor e Louise che spariscono per andare su Zeist, non è mai stata presente. Nella versione DVD italiana del film, metà della sequenza in cui Ramirez appare nel teatro è stata inspiegabilmente tagliata, mentre nella precedente edizione in VHS la scena era presente nella sua interezza.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema