Episodi di Highlander (quarta stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Highlander (serie televisiva).

La quarta stagione di Highlander, composta da 22 episodi, andò in onda tra il 1996 e il 1997.

Titolo inglese Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Homeland Terra natia 25 settembre 1995 1996
2 Brothers in Arms Compagni d'armi 2 ottobre 1995 1996
3 The Innocent L'innocente 9 ottobre 1995 1996
4 Leader of the Pack L'assassino di Tessa 16 ottobre 1995 1996
5 Double Eagle La moneta portafortuna 23 ottobre 1995 1996
6 Reunion L'agnello 30 ottobre 1995 1996
7 The Colonel Il colonnello 6 novembre 1995 1996
8 Reluctant Heroes Eroi per caso 13 novembre 1995 1996
9 The Wrath of Kali La collera di Kali 20 novembre 1995 1996
10 Chivalry Cavalleria 27 novembre 1995 1996
11 Timeless Un anno di vita 29 gennaio 1996 1997
12 The Blitz Il blitz 5 febbraio 1996 1997
13 Something Wicked Rituali magici 12 febbraio 1996 1997
14 Deliverance Reminiscenza Nera 19 febbraio 1996 1997
15 Promises La promessa 26 febbraio 1996 1997
16 Methuselah's Gift La pietra di Matusalemme 22 aprile 1996 1997
17 The Immortal Cimoli Il mago 29 aprile 1996 1997
18 Through a Glass, Darkly Il principe Carlo 6 maggio 1996 1997
19 Till Death Fino alla morte 13 maggio 1996 1997
20 Judgment Day Il giorno del giudizio 20 maggio 1996 1997
21 One Minute to Midnight Un minuto a mezzanotte 28 febbraio 1996 1997
22 Prophecy La profezia[1] 5 ottobre 1996 1997

Terra natia[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

MacLeod acquista un braccialetto Celtico che aveva regalato alla sua innamorata durante la sua vita da mortale e che aveva sepolto con lei dopo la sua morte. MacLeod torna a Glenfinnan per riportare il braccialetto e seppellirlo nuovamente ma viene a conoscenza di alcuni assassini rituali che ricordano l'Immortale (Carsten Norgaard) che uccise suo padre. MacLeod comincia la caccia all'Immortale che lo porta a completare la sua vendetta con la decapitazione dello stesso.

Compagni d'armi[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Gli amici diventano nemici e il passato viene riportato alla luce quando l'Immortale Andrew Cord (Wolfgang Bodison) viene colpito a colpi di fucile e MacLeod scopre che il cecchino è Charlie DeSalvo (Philip Akin), il suo buon amico col quale aveva gestito il dojo. Charlie, che aveva lasciato MacLeod per andare a combattere per 'una giusta causa' nei Balcani con il suo amore, Mara (Liliana Komorowska), fino a che Cord non la uccide. Dawson conosce Cord come l'uomo che gli aveva salvato la vita in Vietnam dopo che una mina gli portò via le gambe e per questo cerca di convince MacLeod a non combattere con lui. MacLeod accetta fino a che Cord non uccide Charlie.

L'innocente[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Richie incontra Mikey (Pruitt Taylor Vince), un Immortale adulto ma con uno sviluppo mentale limitato con una passione immensa per i treni. Richie porta Mikey a casa di MacLeod, il quale lo avvisa del fatto di come prendersi cura di Mikey potrebbe rivelarsi un problema. MacLeod ricorda di quando tentando di aiutare un giovani indiano in difficoltà, quest'ultimo venne ucciso. Mentre MacLeod affronta Tyler King (Callum Keith Rennie), un Immortale che è sulle tracce di Mikey, Richie deve trovare la forza e la responsaibilità di affrontare la situazione di Mikey.

L'assassino di Tessa[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il passato ritorna quando Richie incontra Mark Roszca (Travis MacDonald), lo sbandato che uccise Tessa e che gli diede la sua prima morte. Richie è determinato a seguire Roszca e vendicarsi della morte di Tessa. Nel frattempo, MacLeod è distratto dal ritorno di un Immortale suo nemico da tantissimo tempo, Peter Kanis (Justin Louis) — un istruttore di cani che usa i suoi animali per braccare e sfiancare le sue prede. Questa volta la sua preda è Duncan MacLeod.

La moneta portafortuna[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il vecchio amico di MacLeod, Kit O'Brady (Nicholas Campbell), arriva in città alla ricerca di un buon cavallo da corsa e di una svolta alla sua vita sfortunata. MacLeod conobbe Kit a San Francisco ai tempi della corsa all'oro, quando Kit gestiva il Saloon Double Eagle. Kit perse il Double Eagle in una partita a poker con Amanda (Elizabeth Gracen), la quale ribattezzò il locale in 'La dama nera' e per questi fatti lui la ritiene responsabile dell'inizio della sua sfortuna ripromettendosi di ucciderla nel momento in cui la avrebbe rivista. Nemmeno a farlo apposta Amanda decide di tornare nella vita di MacLeod proprio nel momento del ritorno di Kit (inoltre anche lei è arrabbiata a morte con Kit perché lo ritiene responsabile dell'incendio che bruciò il Saloon). MacLeod è impegnato a fare in modo che i due non si incontrino per evitare che si uccidano l'un l'altro.

L'agnello[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Scappando dall'Immortale Terence Kincaid (Mike Preston), Kenny (Myles Ferguson) cerca rifugio nella sala medica di Anne Lindsey (Lisa Howard). Dopo avere capito che egli è un immortale Anne lo mette al sicuro nella cappella dell'ospedale e telefona a MacLeod per chiedere aiuto. Visti i trascorsi MacLeod accetta di proteggerlo solo per una notte, ma quando lo porta a casa Kenny scopre colei che per prima lo istruì come immortale: Amanda (Elizabeth Gracen).

Il colonnello[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

In una trincea, durante la Prima Guerra Mondiale, arriva un dispaccio che dice che la guerra è finita, ma nonostante questo il Colonnello Simon Killian (Sean Allan), un Immortale, ordina alle sue truppe di fare un attacco suicida contro i Tedeschi. MacLeod è presente al massacro e con la sua testimonianza davanti alla Corte Marziale fa rinchiudere Killian a 'vita' in un manicomio criminale. Sono passati settanta anni e Killian è tornato per rendergli il trattamento. Nel frattempo, Amanda (Elizabeth Gracen) si è fatta una nuova amica, Melissa (Lisa Butler), una giovane ladra amante del brivido. Melissa desidera a tal punto di assomigliare ad Amanda che cambia la sua pettinatura e i suoi vestiti e a causa di questa somiglianza Killian la rapisce, credendo che sia la fidanzata di MacLeod.

Eroi per caso[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Di ritorno verso casa dopo essere stati al cinema, MacLeod e Richie sono testimoni del tentato assassinio del negoziante David Markum (Kevin McNulty). MacLeod salva Markum, ma sua moglie Alice viene uccisa da una pallottola vagante. MacLeod e Richie inseguono l'assassino e poco prima che i poliziotti lo arrestino scoprono che è l'Immortale Paul Kinman (Peter Outerbridge). MacLeod vuole la testa di Kinman. Kinman uccise Dennis Keating, un buon amico di MacLeod, ai tempi in cui era alla corte della Regina Anna. L'agente dell'FBI Kaayla Brooks (Jill Teed) chiede a MacLeod e Richie di testimoniare contro Kinman, ma MacLeod rifiuta perché se Kinnan resta in cella lui non può ucciderlo.

La collera di Kali[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'Università dove insegna MacLeod acquista e mette in mostra una antica statua della dea Indù Kalì. Il suo creatore, L'Immortale Kamir (Kabir Bedi), che ne è alla ricerca da due secoli, arriva determinato a riportarla in India. Deva Ennis, la responsabile universitaria di origini indiane che ha trovato il pezzo per l'istituto è ugualmente determinata a tenerla. MacLeod, che conosce Kamir fin dai tempi in cui il colonialismo britannico governava in India, sa che Kamir è l'ultimo dei Thug, una setta religiosa che venerava Kali facendo degli omicidi rituali strangolando i propri nemici.

Cavalleria[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Circa 350 anni fa, MacLeod è stato l'oggetto delle attenzioni amorose di Kristin Gilles (Ann Turkel), una bellissima Immortale che tentò di trasformarlo in un gentiluomo. Quando lui si innamora di un'altra donna, Kristin si rifiuta di lasciarlo andare, uccidendo il suo nuovo amore. Ora Kristin condivide il proprio letto con un altro Immortale, Richie. Methos (Peter Wingfield), a conoscenza del fatto che MacLeod non è in grado di uccidere Kristin a causa del suo personale codice d'onore, arriva in città ed assiste ai vani tentativi di MacLeod di convincere Richie su quanto questa sua nuova relazione amorosa sia pericolosa. MacLeod combatte e disarma Kristin, ma ancora una volta egli non riesce a ucciderla a causa della sua natura cavalleresca. A questo punto arriva Methos e dice a Kristin di riprendere in mano la spada. Methos vince il breve combattimento che ne segue, disarmando e decapitando kristin.

Un anno di vita[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

La pianista di fama mondiale Claudia Jardine (Rae Dawn Chong) ha un segreto di cui anche lei non è a conoscenze, ossia che è destinata a divenire una Immortale. L'impresario Immortale Walter Graham (Ron Halder), che ha guidato la carriera di grandi mortali come Shakespeare, vede la possibilità di coltivare per sempre il genio di Claudia e la uccide, facendola diventare una Immortale a tutti gli effetti nonostante il parere negativo di MacLeod. Nel frattempo, Methos (Peter Wingfield) si innamora di Alexa (Ocean Hellman), una cameriera che lavora da Joe e che custodisce dentro di sé un segreto.

Il blitz[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

La dottoressa Anne Lindsey (Lisa Howard) viene inviata sul luogo di un grave incidente, in una stazione della metropolitana devastata da una esplosione, ma durante il suo intervento una scossa di assestamento blocca le vie di uscite intrappolandola. A MacLeod ritorna in mente quando durante la Seconda Guerra Mondiale lui e la sua fidanzata, la reporter Diane Terrin (Alison Moir), escono dal rifugio antiaereo nel corso di un bombardamento per trasmettere alla radio un messaggio di coraggio e di incitamento. MacLeod ora interviene disperatamente per soccorrere Anne prima di perderla come perse Diane.

Rituali magici[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Un nativo americano Immortale, Coltec (Byron Chief-Moon), è uno sciamano che ha sconfitto molti Immortali cattivi, assorbendo la loro Reminiscenza corrotta. Ma il male inizia ad avere ragione di lui e il suo amico Duncan lo deve difendere ... senza divenire cattivo lui stesso.

Reminiscenza nera[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

MacLeod arriva in Francia, lasciando dietro a se una scia di odio e distruzione. Methos (Peter Wingfield) lo trova ma capisce quanto veramente il male si sia impossessato di MacLeod quando quest'ultimo tenta di decapitarlo su terreno consacrato. Dopo che MacLeod uccide un altro buon amico, Methos realizza che l'unica maniera di salvare MacLeod dal male sia quello di ucciderlo.

La promessa[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nel 1755, MacLeod fa una promessa per salvare la vita a un giovane amico. Questo fatto ritorna a pesare quando Kassim (Ricco Ross), L'Immortale che gli strappò tale promessa, chiede a MacLeod di sdebitarsi assassinando Hamad (Vernon Dobtcheff), il tirannico dittatore di un piccolo paese del Medio Oriente. Quando lui si rifiuta di farlo viene ucciso un innocente e messa in pericolo la vita di Rachel (Kristin Minter), MacLeod è afflitto dall'indecisione se sdebitarsi dalla promessa o fare quello che ritiene essere giusto.

La pietra di Matusalemme[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Quando degli individui mascherati entrano nell'appartamento di Amanda (Elizabeth Gracen)per decapitarla nel sonno e rubarle il cristallo datole tanto tempo prima da Rebecca (Nadia Cameron), Amanda e MacLeod iniziano ad investigare sul fatto. Durante le indagini scoprono che il cristallo potrebbe essere una parte della Pietra di Matusalemme, un talismano che si dica possa dare vita eterna ed invulnerabilità a chi lo indossa e inoltre che le persone mandate a colpire Amanda potrebbero essere state mandate da Methos (Peter Wingfield).

Il mago[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il mago da due soldi Danny Cimoli (Crispin Bonham-Carter) ottiene una seconda possibilità di vita quando viene investito da un camion e diventa l'Immortale Cimoli. Amanda (Elizabeth Gracen) e MacLeod lo trovano in un circo, dove esegue uno spettacolo in cui si fa sparare al cuore sopravvivendo con grande sorpresa del pubblico e inconsapevole di essere entrato a far parte del Gioco degli Immortali. MacLeod prova a chiarire la nuova situazione a Danny quando il Crociato Damon Case (Simon Kunz) viene a richiederne la testa, ma il maggiore interesse di Danny è quello di ottenere l'immortalità nello spettacolo divenendo più famoso di Houdini.

Il principe Carlo[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il vecchio amico di MacLeod Warren Cochrane (Dougray Scott) nasconde un orribile segreto che rifiuta di ricordare. Comprendendo che un Immortale che non ricorda di esserlo può solo che diventare un Immortale morto MacLeod prova ad aiutare Warren a ricordare la parte di storia che hanno condiviso, delle loro battaglie per la libertà della Scozia e la loro missione per riportare il Principe Carlo (Struan Rodger) sul trono, ma MacLeod avrebbe aiutato l'amico in modo migliore lasciando il passato sepolto.

Fino alla morte[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Quando Gina (Cécile Pallas) e Robert de Valicourt (Jeremy Brudenell) si incontrarono 300 anni fa, anche gli accompagnatori di Gina MacLeod e Fitzcairn (Roger Daltrey) dovettero ammettere che erano fatti l'uno per l'altra. Ogni secolo, Robert e Gina rinnovano la loro promessa di matrimonio e i loro amici Immortali sono testimoni di come l'amore tra i due diventi sempre più forte. Ma ora il loro matrimonio è in crisi. MacLeod comprende che spetta a lui fare in modo che ritornino la coppia felice di un tempo e mette in atto un piano strampalato con un complice non tanto convinto.

Il giorno del giudizio[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

La vita di Dawson sembra messa a rischio nel momento in cui gli Osservatori lo mettono sotto processo per tradimento a causa dell'amicizia con MacLeod. Il numero degli Osservatori rimasti uccisi è aumentato drammaticamente da quando Dawson rivelò a MacLeod l'esistenza degli Osservatori e il Tribunale è determinato a punire Joe e fermare la scia di morte. MacLeod e Dawson sostengono l'estraneità della loro amicizia con le morti degli Osservatori, ma nonostante questo, gli omicidi continuano.

Un minuto a mezzanotte[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Gli Immortali e gli Osservatori sono sull'orlo della guerra. Seguendo gli ordini del Tribunale degli Osservatori tutti gli Osservatori d'Europa danno la caccia a MacLeod, per catturarlo vivo o morto. MacLeod scopre che il vero assassino è Jacob Galati (Stephen Tremblay), uno zingaro con il quale MacLeod una volta viaggiò, che ha promesso di distruggere tutti i mortali che hanno il tatuaggio degli Osservatori. Egli è convinto che il loro fine ultimo è quello di distruggere tutti gli Immortali, questo fin da quando gli Osservatori rinnegati, guidati da James Horton, hanno ucciso la sua amata moglie Irina (Romina Mondello).

La profezia[modifica | modifica sorgente]

Trama[modifica | modifica sorgente]

MacLeod incontra una veggente Immortale, Cassandra (Tracy Scoggins), che conobbe quando era bambino (Jeremy Beck) in Scozia. Cassandra allora parlò al futuro Immortale di una profezia, che avrebbe dovuto combattere e sconfiggere una potente cattivo. Ora, secoli dopo, l'Immortale Roland Kantos (Gerard Plunkett) è sulle tracce di Cassandra. Egli ha il potere di ipnotizzare le persone con la propria voce, e cattura MacLeod, deciso a ucciderlo dopo avere fatto lo stesso con Cassandra. Macleod alla fine sconfigge Kantos, resistendo alla sua voce ipnotica grazia alla cera delle candele usata per attapparsi le orecchie.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nella serie originale è l'episodio 5.01. Gli episodi successivi della Quinta Serie quindi scalano di numero.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione