Elizabeth Gracen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elizabeth Grace Ward Gracen

Elizabeth Gracen Ward Gracen, conosciuta anche come Elizabeth Ward (Ozark, 3 aprile 1961), è un'attrice e modella statunitense.

Nel 1982 fu eletta Miss America.

Biografia, la carriera e la recitazione[modifica | modifica sorgente]

Nasce a Ozark (Arkansas), cresce a Booneville (Arkansas), figlia di Jimmi Young Ward e Patricia "Pat" Murphy. Successivamente lei e la sua famiglia si trasferiscono a Russellville (Arkansas), dove si diploma nel 1979 presso la Russellville High School. Nel 1981 vince il titolo di Miss Arkansas, e quello di Miss America nel 1982. Per studiare recitazione presso gli HB Studios di New York, utilizza i soldi della Borsa di studio di Miss America, per po trasferirsi a Hollywood per intraprendere la carriera televisiva e cinematografica. Durante questo periodo, affermò di avere passato una notte insieme al futuro presidente Bill Clinton.[1] Lei ha posato nuda per l'edizione del maggio 1992 della rivista Playboy.

Tra il 1982 ed il 1984 si sposa con Jon Birmingham. Nel 1989, durante le riprese del film "Tramonto", incontra l'attore Brendan Hughes e subito dopo, in seconde nozze, si sposano, ma divorziano nel 1994. Attualmente è sposata con Adam Murphy dal quale il 28 luglio 2005 ha avuto una figlia, Quinlan Murphy. [2]

Debutta nel film "In tre si litiga meglio" con Charlie Sheen. Ottiene ruoli di primo piano nei film : "Programmato per uccidere" con Steven Seagal, in Assalto al network con Tim Curry e nel programma della CBS 83 Hours 'Til Dawn con Peter Strauss e Robert Urich. Ottiene un ruolo da protagonista anche nei film "Lower Level" e "Discretion Assured" con Michael York.

In televisione appare negli sceneggiati : "Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde" di Shelley Duvall, "Le sabbie del tempo" di Sidney Sheldon e nel "La morte dell'incredibile Hulk. Appare anche con un ruolo da protagonista nelle serie Pericolo estremo, prodotto dalla NBC e nelle serie Renegade e La regina di spade.

La sua interpretazione più conosciuta fu il ruolo dell'immortale Amanda nella serie televisiva Highlander e nello Spin-off dedicato a quel personaggio Highlander: The Raven. Debutta alla regia con un breve documentario intitolato The Damn Deal. La pellicola è un ritratto interiore di tre giovani Drag queen che competono in concorsi di bellezza.

Il caso del Presidente degli Stati Uniti Bill Clinton[modifica | modifica sorgente]

Nel 1992 circolarono dei rumor che Gracen avesse avuto un coinvolgimento con il Governatore dell'Arkansas Bill Clinton.[3] Inizialmente negò che ciò fosse accaduto, ma nella primavera del 1998 dichiara di avere passato nel 1982 una notte insieme con Clinton. [4] Dopo questa affermazione il consulente indipendente Kenneth Starr, il quale stava investigando su Bill Clinton per la causa civile contro Paula Jones, emise un mandato di comparizione come testimone davanti alla corte.[5]Tuttavia Gracen eluse il Sub poena[5] grazie al fatto che le registrazioni del film Highlander: The Raven avvennivano al di fuori dal territorio degli Stati Uniti.[4] Anche la squadra di legali di Paula Jones non fu in grado di rintracciarla, in quanto occupata in viaggi non programmati tra Las Vegas e i Caraibi.[5]

Il lavoro come voce fuori campo[modifica | modifica sorgente]

Dopo la cancenllazione della serie Highlander: The Raven, Gracen non ottenne più lavoro come attrice, causandogli seri problemi finanziari.[6] Nel dicembre del 1999 fu dichiarata in bancarotta.[4][6]Dopo tale evento Gracen ebbe qualche ruolo come ospite in qualche produzione televisiva, e nel file per la televisione "Interceptor Force 2", prima di lasciare la carriera di recitazione nel 2002 per un lungo periodo di assenza. Inizia a lavorare come voce fuori campo per Blue Hours Productions, una società che crea audio drammi fantasy/fantascientifici/horror in Stile retrò. Lei è coprotagonista in "Essence", l'episodio pilota della Blue Hours Productions per il revival della antologia radio classica "Suspence", per la quale ha ricevuto la sua premiere su Sirius XM Radio nell'autunno del 2012.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Attrice[modifica | modifica sorgente]

Film[modifica | modifica sorgente]

Film TV[modifica | modifica sorgente]

Serie TV[modifica | modifica sorgente]

Video[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Beauty queen apologises for tryst, Gainesville Sun, 26 aprile 1998. URL consultato il 10 marzo 2013.
  2. ^ (EN) What is American actress Elizabeth Ward Gracen best known for?, http://askville.amazon.com. URL consultato il 10 marzo 2013.
  3. ^ (EN) Elizabeth Gracen: the Clinton reign of terror, 14 gennaio 1999. URL consultato l'11 marzo 2013.
  4. ^ a b c (EN) All the President's Women – Elizabeth Ward Gracen in Comedy on Tap. URL consultato l'11 marzo 2013.
  5. ^ a b c (EN) Big Year for the Bad News Bearers in The Washington Post, 24 dicembre 1998. URL consultato l'11 marzo 2013.
  6. ^ a b (EN) HLDU3 - Elizabeth Gracen.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore National Sweetheart Successore
Bobbie Candler 1980 Gloria Gilbert
Predecessore Miss Arkansas Successore
Lencola Sullivan 1981 Micki Petrus
Predecessore Miss America Successore
Susan Powell 1982 Debra Maffett