Gonzaga di Sabbioneta e Bozzolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La linea di Sabbioneta e Bozzolo è stata un ramo cadetto della dinastia dei Gonzaga.

Stemma dei duchi di Sabbioneta
Vespasiano Gonzaga, duca di Sabbioneta, 1550

I feudi di Sabbioneta e Bozzolo furono creati dal marchese Gianfrancesco Gonzaga che li attribuì in eredità alla sua morte nel 1444 al figlio più giovane Carlo, il quale li trasmise alla sua morte nel 1456 a suo figlio Ugolotto. Quest'ultimo morì senza figli e le fortezze passarono nelle mani del fratello maggiore di Carlo, Ludovico. Gianfrancesco (1446-1496), secondogenito del marchese di Mantova Ludovico III, detto il Turco (1412-1478), è considerato l'iniziatore di questa linea cadetta[1]

Il figlio Ludovico, a seguito della divisione del feudo col fratello Pirro nel 1521, ottenne le terre di Sabbioneta. Fece di Gazzuolo la sua residenza ed ebbe una corte sfarzosa, ospitando artisti e letterati, come Ludovico Ariosto. Alla morte di Ludovico venne nominato erede il figlio Luigi Gonzaga "Rodomonte", capitano imperiale di Carlo V. Ma il personaggio più famoso fu indubbiamente Vespasiano I Gonzaga, figlio di "Rodomonte", che, nato nel 1531, ottenne l'investitura imperiale di Bozzolo, Ostiano, Rivarolo, Rodigo e Sabbioneta. Fu un militare coraggioso e fu per lungo tempo alla corte di Filippo II di Spagna. Nel 1577 ottenne dall'imperatore Rodolfo II, suo amico personale, il titolo di duca di Sabbioneta. Alla sua morte nel 1591 gli subentrò la figlia Isabella che a sua volta, lasciò Sabbioneta alla nipote Anna Carafa (1637). Con il figlio di quest'ultima Nicola María, si estinse la dinastia di Vespasiano Gonzaga e nel 1689 il ducato di Sabbioneta passò in possesso degli spagnoli che lo vendettero al genovese Francesco Maria Spinola.[2]

L'ultimo principe di Sabbioneta-Bozzolo della linea sarà Gianfrancesco II, che morirà senza eredi nel 1703. Il principato passò, dopo la caduta dell'ultimo duca di Mantova, a quello di Guastalla nelle mani di Vincenzo. (vedi linea cadetta Gonzaga di Guastalla).

Albero genealogico[modifica | modifica sorgente]

Linea Gonzaga di Sabbioneta[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ducato di Sabbioneta e Contea di Rodigo.

Conti[modifica | modifica sorgente]

1479-1496 Gianfrancesco Gonzaga (1443-1496)
1496-1540 Ludovico Gonzaga (1480-1540)
1521(?)-1532 Luigi Gonzaga "Rodomonte" (1500-1532)
1540-1565 Vespasiano I Gonzaga (1531-1591)

Marchesi[modifica | modifica sorgente]

1565-1574 Vespasiano I Gonzaga (1531-1591)

Principi[modifica | modifica sorgente]

1574-1577 Vespasiano I Gonzaga (1531-1591)

Duchi[modifica | modifica sorgente]

1577-1591 Vespasiano I Gonzaga (1531-1591)
1591-1637 Isabella Gonzaga (1565-1637)
1637-1644 Anna Carafa della Stadera
(senza titolo ducale)
(1607-1644)
1644-1689 Nicola María de Guzmán Carafa (?-1689)

Nicola Maria morì senza eredi nel 1689 e si estinse la discendenza di Vespasiano I Gonzaga. Il ducato di Sabbioneta passò in possesso degli spagnoli che lo vendettero al genovese Francesco Maria Spinola.

Principi di Sabbioneta (titolo restaurato)[modifica | modifica sorgente]

1640-1670 Scipione (1595-1670)
1664 (?)-1672 Ferdinando II Filippo (1643-1672)
1672-1703 Gianfrancesco II (1646-1703)
1703-1708 Ferdinando Carlo di Gonzaga-Nevers duca di Mantova (1652-1708)

Con la caduta dell'ultimo duca di Mantova[3], nel 1708 il titolo passa alla linea di Guastalla.[4]

1708-1714 Vincenzo I di Guastalla (1634-1714)
1714-1729 Antonio Ferdinando (1687-1729)
1729-1746 Giuseppe Maria I (1690-1746)

Dal 1746 passò agli Asburgo d’Austria.

Linea Gonzaga di Bozzolo[modifica | modifica sorgente]

Signori[modifica | modifica sorgente]

1479-1496 Gianfrancesco (1443-1496)
1496-1527 Federico (1480-1527)
1527-1529 Pirro I (1490-1529)
1529-1540 Ludovico (1480-1540)
1540-1591 Vespasiano I (1531-1591)

Principi[modifica | modifica sorgente]

1591-1592 Pirro II (1540-1592)
1591-1609 Giulio Cesare (1552-1609)
1609-1668 Annibale (1602-1668)

Nel 1703 il titolo passa alla linea di Guastalla.

1704-1714 Vincenzo I (1634-1714)
1714-1729 Antonio Ferrante (1687-1729)
1729-1746 Giuseppe Maria I (1690-1746)

A questa linea cadetta appartenevano anche questi titoli:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Suo fratello maggiore, Federico (1441-1484) continuò la tradizione dei marchesi di Mantova con il titolo di Federico I detto il Gobbo (1478-1484). Una delle sue sorelle, Dorotea divenne duchessa sposando il duca di Milano Galeazzo Maria Sforza. Suo fratello minore, Rodolfo, avrà due figli, Gianfrancesco e Luigi Alessandro, che continuerà le singole linee di Luzzara e Castiglione e Solferino. Un'altra sorella, Barbara, sposò il duca Eberardo V di Württemberg.
  2. ^ Sabbioneta. La storia.
  3. ^ Luigi Tonini, San Martino dall’Argine nella storia. Alla ricerca delle nostre radici, Mantova, 2003.
  4. ^ Coniglio, op. cit., p.498

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Giuseppe Amadei;Ercolano Marani (a cura di), I Gonzaga a Mantova, Milano, 1975. ISBN non esistente.
  • Giuseppe Coniglio, I Gonzaga, Varese, Dall'Oglio, 1973. ISBN non esistente.
  • Clifford M. Brown;Paola Tosetti Grandi (a cura di), I Gonzaga di Bozzolo, Mantova, 2011. ISBN 978-88-95490-11-3.
  • Comune di Bozzolo; Gruppo Culturale Per Bozzolo (a cura di), Il Principe e la Città. Giulio Cesare Gonzaga di Bozzolo, Modena, 1994. ISBN non esistente.
  • Giacomo Capitanio, Rodigo, Cronistoria (1050-1866), 2ª ed., Mantova, 1995.
  • Luigi Tonini, San Martino dall’Argine nella storia. Alla ricerca delle nostre radici, Mantova, 2003. ISBN 9-788888-091549.
  • Giancarlo Malacarne, Gonzaga, Genealogie di una dinastia, Modena, Il Bulino, 2010, ISBN 978-88-86251-89-1.
  • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Gonzaga di Mantova, Torino, 1835. ISBN non esistente.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]