Eleonora Gonzaga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri personaggi con questo nome, vedi Eleonora Gonzaga (disambigua).
Eleonora Gonzaga
Justus Sustermans 001.jpg
Sacra Romana Imperatrice e Regina consorte d'Ungheria e Boemia
Stemma
In carica 2 febbraio 1622 - 15 febbraio 1637
Predecessore Maria Anna di Baviera
Successore Maria Anna di Spagna
Nascita Mantova, 23 settembre 1598
Morte Vienna, 27 giugno 1655
Luogo di sepoltura Duomo di Santo Stefano, Vienna
Casa reale Gonzaga
Padre Vincenzo I Gonzaga
Madre Eleonora de' Medici
Consorte Ferdinando II d'Asburgo
Figli nessuno
Religione cattolicesimo
Ducato di Mantova
Gonzaga
Gonzaga.png

Federico II
Francesco III
Guglielmo
Vincenzo I
Francesco IV
Figli
Ferdinando
Vincenzo II
Modifica

Eleonora (I) Gonzaga (Mantova, 23 settembre 1598Vienna, 27 giugno 1655) fu Imperatrice del Sacro Romano Impero, Arciduchessa d'Austria, Regina d'Ungheria e Boemia, come moglie di Ferdinando II.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Mantova, nella cui corte trascorse l'infanzia, era figlia di Vincenzo I Gonzaga di Mantova e Eleonora de' Medici. Sposò il 2 febbraio 1622 ad Innsbruck l'imperatore Ferdinando II, la cui prima moglie Maria Anna di Baviera era morta nel 1616. Tuttavia i Gonzaga non beneficiarono come auspicato dalla loro unione matrimoniale con l'imperatore. Il messaggero inviato da Mantova riferì difatti subito dopo il matrimonio che questo era malvisto da alcuni suoi consiglieri. E infatti, nel 1630, nel corso della guerra di successione mantovana, gli eserciti imperiali conquistarono la residenza di Mantova e la devastarono (Sacco di Mantova).

Eleonora fu descritta dal nunzio papale Carafa come donna di singolare bellezza e molto buona. Costituì i conventi carmelitani sia a Graz sia a Vienna. Ella fece costruire la sua tomba nel cuore della Chiesa di Sant'Agostino a Vienna. Il suo matrimonio con l'imperatore non produsse figli, ma Eleonora divenne la matrigna dei quattro figli nati dal precedente matrimonio del marito. L'Imperatrice fu sepolta nel primo convento carmelitano a Vienna finché la sua salma non venne trasferita nel 1782 nel Duomo di Santo Stefano.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Eleonora. In: Brigitte Hamann (Hrsg.): Die Habsburger. 1988, S. 78f.
  • Constantin von Wurzbach: Habsburg, Anna Eleonora von Mantua und Gonzaga. In: Biographisches Lexikon des Kaiserthums Oesterreich. Band 6. Verlag L. C. Zamarski, Wien 1860, S. 154

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Ritratti di Eleonora Gonzaga[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Sacra Romana Imperatrice Successore Armoiries Saint-Empire bicéphale.svg
Anna d'Austria 1622 - 1637 Maria Anna di Spagna

Controllo di autorità VIAF: 34431217