Dromaius novaehollandiae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Emù
Emoe.jpg
Dromaius novaehollandiae
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Paleognathae
Ordine Casuariiformes
Famiglia Dromaiidae
Genere Dromaius
Specie D. novaehollandiae
Nomenclatura binomiale
Dromaius novaehollandiae
(Latham, 1790)
Sottospecie

Dromaius novaehollandiae map distribution 1.svg Rosso scuro = area di nidificazione
Rosso chiaro = area di dispersione

L'emù (Dromaius novaehollandiae (Latham, 1790)) è un uccello appartenente alla famiglia dei Dromaidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dromaius novaehollandiae (head) Battersea Park Children's Zoo.jpg

Secondo solo allo struzzo in dimensioni, arrivando a 1,9 metri di altezza (1,3 al dorso) e con un peso che si aggira fra 50 e 55 kg, l'emù è un uccello potente e forte corridore: se minacciato può raggiungere i 50 km/h.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

L'emu si ciba di vegetali e di piccoli animali

La femmina depone fino a 20 uova, sono grandi e sono delicatamente verde scuro a colori. Queste uova sono spesso stimate non soltanto dagli esseri umani per le parti decorative, ma dagli animali come fonte di alimento. Il maschio incuba le uova per un periodo di 7-8 settimane e non lascia mai il nido per tutto questo periodo.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Tasmania, Australia. Introdotto nell'Isola di Kangaroo e nell'Isola Maria.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Sono riconosciute le seguenti sottospecie:[2]

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

Non globalmente minacciato. Popolazione stabile, stimata in 100.000-200.000 individui (1980) nell'Australia occidentale e in 525.000 nel resto dell'Australia, soprattutto nel Queensland e nel Nuovo Galles del Sud

Introdotto a sud, nell'isola di Kangaroo nel 1957 e nell'isola Maria nel 1976.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Dromaius novaehollandiae in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Dromaiidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 5 maggio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • P. M. Beutel, S. J. J. F. Davies, W. C. Packer "Physical and physiological measurements of Emu" (1984)
  • L. Brasil "The Emu of King Island" (1914)
  • P. J. Curry "The young emu and its family life in captivity" (1979)
  • M. Eastman "The life of emu" Angus & Robertson Sydney (1968)
  • Emu. Husbandry of captive-bred Emus. Collingwood (1999) 12 pp.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli