Muscolo gastrocnemio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Muscolo gemello.
Muscolo gastrocnemio
Gastrocnemius.png
Sistema Sistema muscolare
Inserzione tuberosità del calcagno
Nervo tibiale

Il gastrocnemio, noto anche col nome di gemelli o più comunemente come polpaccio, è un muscolo situato nella parte posteriore della gamba ed è, assieme al muscolo soleo, il principale responsabile della flessione plantare del piede. Partecipa anche alla flessione del ginocchio.

Insieme al muscolo soleo è chiamato tricipite della sura[1] poiché i tre tendini si uniscono a formare il tendine di Achille.

Anatomia[modifica | modifica sorgente]

Gray1240.png

Il gastrocnemio è formato da due capi, mediale e laterale, ciascuno dei quali prende origine dalla parte superiore del corrispondente condilo femorale e dalla parte adiacente della capsula articolare del ginocchio, ai quali sono collegati mediante un robusto tendine che si espande a ventaglio per dare origine alle fibre dei corrispettivi ventri muscolari. Più precisamente, il tendine del capo laterale, che talvolta contiene al suo interno la fabella, un osso sesamoide, origina dal condilo laterale e dalla superficie posteriore del femore; il tendine del capo mediale invece origina da una faccetta posta sulla parete posteriore del condilo mediale al di sotto del tubercolo del muscolo adduttore della gamba e da una zona rugosa della fossa poplitea. Entrambi i tendini sono separati dal ginocchio tramite una borsa mucosa; la borsa mucosa del capo mediale è in comunicazione, di solito, con la cavità articolare del ginocchio e con una borsa posta fra il capo mediale stesso ed il muscolo semimembranoso. I due capi formano i corrispondenti margini inferiori della fossa poplitea. Ciascuno di essi termina su un'aponeurosi che corrisponde alla faccia anteriore del muscolo, il mediale più in basso del laterale; le due aponeurosi poi si uniscono tra loro nel Tendine di Achille.

Innervazione[modifica | modifica sorgente]

Il gastrocnemio, come tutti i muscoli posteriori della gamba, è innervato dal nervo tibiale[1].

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

I muscoli gastrocnemi delle rane sono stati utilizzati dai fisiologi per i primi studi sui meccanismi della contrazione muscolare e per dimostrare che le prime fonti d'energia muscolare sono anaerobiche.

Altre immagini[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Anastasi, Capitani et all Trattato di Anatomia Umana, Edi-Ermes, 2012; pagina 268

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]