Willem de Vlamingh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Statua di Willem de Vlamingh a Vlieland

Willem de Vlamingh (28 novembre 1640 – ...) è stato un esploratore e capitano di marina olandese, che ha esplorato la costa sudoccidendale dell'Australia (allora "New Holland") nel tardo XVII secolo.

Nel 1696 la spedizione di de Vlamingh lascia Amsterdam per tracciare la carta nautica delle coste sud ovest di New Holland, per facilitare la navigazione sulla rotta per l'Oceano Indiano dal capo di Sudafrica. C'erano tre navi al suo comando: la Geelvink, la Nyptangh e la Wezeltje.

Il 29 dicembre 1696 egli scopre l'isola di Rottnest. Chiama l'isola secondo il numero di "ratti" (in realtà marsupiali quokka) osservati.

Il 10 gennaio 1697 scopre il fiume Swan. Lo chiama così dopo aver osservato i cigni neri (swan) presenti in gran numero.

Il 4 febbraio 1697 de Vlamingh sbarca sull'isola Dirk Hartog in Australia Occidentale, e sostituisce la targa di peltro di Dirk Hartog con una recante la descrizione di entrambi gli sbarchi. La targa originale è conservata nel Rijksmuseum.

Il nome di De Vlamingh si ritrova in numerosi toponimi di località geografiche dell'Australia Occidentale.

Controllo di autorità VIAF: 35877896 LCCN: n85050760

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie