André de Longjumeau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

André de Longjumeau (... – XIII secolo) è stato un missionario e diplomatico francese appartenente all'ordine domenicano.

Si recò due volte in missione diplomatica presso i Mongoli, la prima volta, (1245-1247), per incarico di Innocenzo IV e la seconda, (1249-1251), per incarico di Luigi IX presso Güyük Khan[1].

Nel secondo viaggio, quello per conto di Luigi IX, attraversò la Persia costeggiando il Mar Caspio, poi la Transoxiana e raggiunse Karakorum, ma non incontrò il Gran Khan Guyuk, poiché quest'ultimo erà da poco deceduto.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A. Demurger, cfr bibliografia, p. 28.
  2. ^ Michele Bernardini e Donatella Guida, I Mongoli. Espansione, Imperi, Eredità., Torino, Einaudi, 2012, p. 361, ISBN 978-88-06-20596-6.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alain Demurger, Tramonto e fine dei cavalieri tremplari. Roma, Newton Compton Editori, 2006. ISBN 8854101761
Controllo di autorità VIAF: 52121251 · GND: 104040254
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie