Spedizione BANZARE

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Attività in Antartide
durante il XX secolo
Storia dell'Antartide
Accordi internationali
Trattato antartico
Attività del Commonwealth
Spedizione Discovery (1901-1904)
Spedizione Scotia (1902-1904)
Spedizione Nimrod (1907-1909)
Spedizione Terra Nova (1910-1913)
Spedizione Aurora (1911-1914)
Spedizione Endurance (1914-1917)
Spedizione Quest (1921-1922)
Spedizione BANZARE (1929-1931)
Spedizione British Graham Land (1934-1937)
Operazione Tabarin (1943-1945)
Spedizione Fuchs-Hillary (1955-1958)
Attività francesi
I spedizione Charcot (1903-1905)
II spedizione Charcot (1908-1910)
Transantarctica (1989-1990)
Attività tedesche
Spedizione Gauss (1901-1903)
Spedizione Filchner (1911-1912)
Spedizione Nuova Svevia (1938-1939)
Attività norvegesi
Spedizione Amundsen (1910-1912)
Attività svedesi
Spedizione Nordenskjöld-Larsen (1901-1904)
Attività statunitensi
Operazione Highjump (1946-1947)
Operazione Windmill (1947-1948)
Spedizione Ronne (1947-1948)
Operazione Deep Freeze (1955-1956)
Spedizione BANZARE

La spedizione BANZARE (in inglese BANZARE Expedition), ufficialmente denominata spedizione di ricerca anglo australo neozelandese (British Australian (and) New Zealand Antarctic Research Expedition) è stata una spedizione antaratica svoltasi tra gli anni 1929 e 1931 ed avente come scopo l'esplorazione geografica più della ricerca scientifica. Comandata da Douglas Mawson a bordo della RRS Discovery[1], venne organizzata congiuntamente da diversi paesi del Commonwealth.

La missione[modifica | modifica sorgente]

Come detto, la spedizione era comandata da Douglas Mawson, che organizzò due viaggi nel continente antartico da tenersi con la RRS Discovery in due estati consecutive[2]. Durante la spedizione vennero effettuati anche brevi voli a bordo un piccolo aeroplano. In particolare vennero mappate le regioni costiere delle terre di Mac Robertson e della principessa Elizabetta[3].

Ad ognuno dei cinque sbarchi Douglas Mawson rivendicava la sovranità dei territori esplorati in nome della Gran Bretagna, ma era già stato stabilito che sarebbero stati successivamente gestiti dall'Australia[4]. Una dichiarazione di sovranità venne fatta anche a Capo Danison, dove Mawson aveva costruito la sua base principale durante la spedizione Aurora del 1912-13.

La spedizione raccolse anche numerosi dati scientifici di osservazioni geologiche, oceanografiche, meteorologiche, zoologiche, botaniche e sul magnetismo terrestre, che vennero poi raccolti e pubblicati in tredici volumi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La nave era già stata utilizzata in Antartide da Robert Falcon Scott durante la spedizione Discovery del 1901-13
  2. ^ Nella prima estate la nave era capitanata da John King Davis, mentre nella seconda da K.N. MacKenzie.
  3. ^ Entrambi i territori fanno parte della rivendicazione antartica australiana.
  4. ^ Il passaggio di amministrazione avvenne nel 1933.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) B.A.N.Z. Antarctic Research Expedition 1929-1931 Reports (1937-1975), Adelaide: BANZAR Expedition Committee & Mawson Institute for Antarctic Research, University of Adelaide.
  • (EN) Collis, Christy (2004) The Proclamation Island Moment: Making Antarctica Australian. Law Text Culture 8: 1-18.
  • (EN) Price, A. Grenfell (1962) The Winning of Australian Antarctica: Mawson's BANZARE voyages, 1929-31: based on the Mawson Papers, Sydney: Angus & Robertson.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]