Vacri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vacri
comune
Vacri – Stemma
Foto in bianco e nero del centro storico
Foto in bianco e nero del centro storico
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
Provincia Provincia di Chieti-Stemma.png Chieti
Amministrazione
Sindaco Piergiuseppe Mammarella[1] (Lista Civica Il Giglio) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate 42°17′52.22″N 14°13′57.72″E / 42.297839°N 14.2327°E42.297839; 14.2327 (Vacri)Coordinate: 42°17′52.22″N 14°13′57.72″E / 42.297839°N 14.2327°E42.297839; 14.2327 (Vacri)
Altitudine 310 m s.l.m.
Superficie 12,27 km²
Abitanti 1 688[2] (30-11-2014)
Densità 137,57 ab./km²
Frazioni Fontanelle, Maiure, Porcareccia, Sant'Agata, San Vincenzo, Selve
Comuni confinanti Ari, Bucchianico, Casacanditella, Filetto, Villamagna
Altre informazioni
Cod. postale 66010
Prefisso 0871
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 069098
Cod. catastale L526
Targa CH
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti vacresi
Patrono San Biagio
Giorno festivo 3 febbraio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Vacri
Vacri
Posizione del comune di Vacri all'interno della provincia di Chieti
Posizione del comune di Vacri all'interno della provincia di Chieti
Sito istituzionale

Vacri è un comune italiano di 1.688 abitanti della provincia di Chieti in Abruzzo. Fa parte dell'Unione delle Colline Teatine.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il comune si trova su una zona collinare, che si trova tra i corsi d'acqua del Foro e del Dendalo. Confina con i paesi di Ari, Bucchianico, Villamagna, Filetto e Casacanditella.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In alcune cronache medievali Vacri viene citato, tra l'altro, come Bacri di Teate, Batro, Bacrum, Arovacro. In epoca longobarda Vacri risulta feudo del gastaldato di Teate. La chiesa di San Callisto nel 1056 venne donata dal conte Trasmondo a Rolando. In epoca normanna e sveva Vacri è feudo dei Conti di Manoppello, mentre in epoca angioina il paese venne ceduto a Bertrando del Balzo. Successivamente il territorio di Vacri segui la storia del Regno di Napoli e di Chieti[3]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di San Rocco con facciata molto semplice.[4]
  • Chiesa di San Biagio con facciata suddivisa orizzontalmente in due parti da una cornice marcapiano e terminante con un timpano e verticalmente da un doppio ordine di quattro lesene. Il campanile è posto posteriormente all'edificio.[5]
  • Sito archeologico del periodo sannitico in località Porcareccia[6]
  • Zona Turistica "Fiume Foro"

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[7]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Come molti paesi della stessa provincia, l'economia è caratterizzata dalla produzione di vino, e altri prodotti agricoli.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 12 giugno 2004 Venanzio Marchegiano Lista Civica di Centro (1995-1999)
Lista Civica (1999-2004)
Sindaco [8][9]
13 giugno 2004 25 maggio 2014 Antonio D'Aristotile lista civica Il Giglio Sindaco [10][11]
26 maggio 2014 in carica Piergiuseppe Mammarella lista civica Il Giglio Sindaco [1]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città è l' A.S.D. Vacri Calcio che milita nel girone C abruzzese di 1ª Categoria. I colori sociali sono: il rosso ed il blu.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Archivio Storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 25 maggio 2014, elezionistorico.interno.it.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2014.
  3. ^ Cenni storici
  4. ^ Descrizione dalla foto sul sito
  5. ^ Descrizione dalla foto sul sito
  6. ^ (cfr. G. F. La Torre, Il Santuario di Vacri, I luoghi degli Dei. Sacro e natura nell'Abruzzo italico, Catalogo della mostra, a c. di A. Campanelli e A. Faustoferri
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ Archivio Storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 23 aprile 1995, elezionistorico.interno.it.
  9. ^ Archivio Storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 13 giugno 1999, elezionistorico.interno.it.
  10. ^ Archivio Storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 12 giugno 2004, elezionistorico.interno.it.
  11. ^ Archivio Storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 7 giugno 2009, elezionistorico.interno.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Abruzzo Portale Abruzzo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Abruzzo