Tour de France 2019

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francia Tour de France 2019
TDF19.png
Percorso della 106ª edizione
Edizione106ª
Data6 luglio - 28 luglio
PartenzaBruxelles
ArrivoParigi (Champs-Élysées)
Percorso3 365,8[1] km, 21 tappe
Tempo82h57'00"
Valida perUCI World Tour 2019
Classifica finale
PrimoColombia Egan Bernal
SecondoGran Bretagna Geraint Thomas
TerzoPaesi Bassi Steven Kruijswijk
Classifiche minori
PuntiSlovacchia Peter Sagan
MontagnaFrancia Romain Bardet
GiovaniColombia Egan Bernal
SquadreSpagna Movistar Team
CombattivitàFrancia Julian Alaphilippe
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
Tour de France 2018Tour de France 2020

Il Tour de France 2019, centoseiesima edizione della Grande Boucle e valido come ventisettesima prova dell'UCI World Tour 2019, si svolse in ventuno tappe dal 6 al 28 luglio 2019 su un percorso di 3 365,8 km,[1] con partenza dalla capitale belga Bruxelles e con il consueto arrivo sugli Champs-Élysées di Parigi.[2] La vittoria fu appannaggio del colombiano Egan Bernal, primo colombiano ad aggiudicarsi la corsa a tappe francese, il quale completò il percorso in 82h57'00", precedendo il britannico Geraint Thomas e l'olandese Steven Kruijswijk.

Sul traguardo degli Champs-Élysées di Parigi 155 ciclisti, su 176 partiti da Bruxelles, portarono a termine la competizione.

In Italia l'evento è stato trasmesso in tv su Rai Sport, Rai 2 ed Eurosport e in radio su Rai Radio 1.

Tappe[modifica | modifica wikitesto]

Tappa Data Percorso km Vincitore di tappa Leader cl. generale
6 luglio Bruxelles > Bruxelles 194,5 Paesi Bassi Mike Teunissen Paesi Bassi Mike Teunissen
7 luglio Bruxelles > Bruxelles (cron. a squadre) 27,6 Paesi Bassi Team Jumbo-Visma Paesi Bassi Mike Teunissen
8 luglio Binche > Épernay 215 Francia Julian Alaphilippe Francia Julian Alaphilippe
9 luglio Reims > Nancy 213,5 Italia Elia Viviani Francia Julian Alaphilippe
10 luglio Saint-Dié-des-Vosges > Colmar 175,5 Slovacchia Peter Sagan Francia Julian Alaphilippe
11 luglio Mulhouse > La Planche des Belles Filles 160,5 Belgio Dylan Teuns Italia Giulio Ciccone
12 luglio Belfort > Chalon-sur-Saône 230 Paesi Bassi Dylan Groenewegen Italia Giulio Ciccone
13 luglio Mâcon > Saint-Étienne 200 Belgio Thomas De Gendt Francia Julian Alaphilippe
14 luglio Saint-Étienne > Brioude 170,5 Sudafrica Daryl Impey Francia Julian Alaphilippe
10ª 15 luglio Saint-Flour > Albi 217,5 Belgio Wout Van Aert Francia Julian Alaphilippe
16 luglio giorno di riposo
11ª 17 luglio Albi > Tolosa 167 Australia Caleb Ewan Francia Julian Alaphilippe
12ª 18 luglio Tolosa > Bagnères-de-Bigorre 209,5 Gran Bretagna Simon Yates Francia Julian Alaphilippe
13ª 19 luglio Pau > Pau (cron. individuale) 27,2 Francia Julian Alaphilippe Francia Julian Alaphilippe
14ª 20 luglio Tarbes > Col du Tourmalet 111 Francia Thibaut Pinot Francia Julian Alaphilippe
15ª 21 luglio Limoux > Foix Prat d'Albis 185 Gran Bretagna Simon Yates Francia Julian Alaphilippe
22 luglio giorno di riposo
16ª 23 luglio Nîmes > Nîmes 177 Australia Caleb Ewan Francia Julian Alaphilippe
17ª 24 luglio Pont du Gard > Gap 200 Italia Matteo Trentin Francia Julian Alaphilippe
18ª 25 luglio Embrun > Valloire 208 Colombia Nairo Quintana Francia Julian Alaphilippe
19ª 26 luglio Saint-Jean-de-Maurienne > Col de l'Iseran 89[3] non assegnato Colombia Egan Bernal
20ª 27 luglio Albertville > Val Thorens 59,5[4] Italia Vincenzo Nibali Colombia Egan Bernal
21ª 28 luglio Rambouillet > Parigi (Champs-Élysées) 128 Australia Caleb Ewan Colombia Egan Bernal
Totale 3 365,8

Squadre e corridori partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Partecipanti al Tour de France 2019.

Al Tour de France partecipano 22 squadre composte da 8 corridori, per un totale di 176 al via. Alle 18 squadre con licenza World Tour, partecipanti di diritto, se ne aggiungono 4 Professional Continental invitate dall'organizzazione: Cofidis, Solutions Crédits, Total Direct Énergie, Wanty-Gobert Cycling Team e Team Arkéa-Samsic.

N. Cod. Squadra
1-8 INS Gran Bretagna Team Ineos
11-18 BOH Germania Bora-Hansgrohe
21-28 DQT Belgio Deceuninck-Quick-Step
31-38 ALM Francia AG2R La Mondiale
41-48 TBM Bahrein Bahrain-Merida
51-58 GFC Francia Groupama-FDJ
61-68 MOV Spagna Movistar Team
71-78 AST Kazakistan Astana Pro Team
81-88 TJV Paesi Bassi Team Jumbo-Visma
91-98 EF1 Stati Uniti EF Education First
101-108 MTS Australia Mitchelton-Scott
N. Cod. Squadra
111-118 CCC Polonia CCC Team
121-128 UAD Emirati Arabi Uniti UAE Team Emirates
131-138 TFS Stati Uniti Trek-Segafredo
141-148 SUN Germania Team Sunweb
151-158 COF Francia Cofidis, Solutions Crédits
161-168 LTS Belgio Lotto Soudal
171-178 TDE Francia Total Direct Énergie
181-188 TKA Svizzera Team Katusha Alpecin
191-198 WGG Belgio Wanty-Gobert Cycling Team
201-208 TDD Sudafrica Team Dimension Data
211-218 PCB Francia Team Arkéa-Samsic

Dettagli delle tappe[modifica | modifica wikitesto]

1ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Paesi Bassi Mike Teunissen Jumbo 4h22'47"
2 Slovacchia Peter Sagan Bora s.t.
3 Australia Caleb Ewan Lotto s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Paesi Bassi Mike Teunissen Jumbo 4h22'37"
2 Slovacchia Peter Sagan Bora a 4"
3 Australia Caleb Ewan Lotto a 6"

Descrizione e riassunto

Tappa di 194,5 km per velocisti, con un GPM di 3ª categoria (il Muro di Grammont) e uno di 4ª categoria. Va via una fuga che comprende anche Greg Van Avermaet, il quale si aggiudica la prima maglia a pois di questo Tour. A sorpresa vince Mike Teunissen, battendo al fotofinish Peter Sagan, in un rettilineo che saliva leggermente. Da segnalare a 1,5km dal traguardo la caduta di Dylan Groenewegen, compagno di squadra del vincitore della tappa, che si aggiudica anche la prima maglia gialla di questo Tour. Nessun distacco tra i big, nonostante la caduta di Jakob Fuglsang a 18km dal traguardo.

2ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Squadra Tempo
1 Paesi Bassi Team Jumbo-Visma 28'57"
2 Gran Bretagna Team Ineos a 20"
3 Belgio Deceuninck-Quick-Step a 21"
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Paesi Bassi Mike Teunissen Jumbo 4h51'34"
2 Belgio Wout Van Aert Jumbo a 10"
3 Paesi Bassi Steven Kruijswijk Jumbo s.t.

Descrizione e riassunto

Cronometro a squadre di 27,6km con un percorso pianeggiante con poche curve, che si snoda per le vie della capitale belga. La cronometro viene dominata dal Team Jumbo-Visma, che guadagna 20" sul Team Ineos e 21" sulla Deceuninck-Quick-Step. Mike Teunissen mantiene la maglia gialla (visto che fa parte della squadra vincitrice). Tra i favoriti per la vittoria finale Geraint Thomas ed Egan Bernal guadagnano 6" su Ilnur Zakarin, 8" su Rigoberto Uran, 12" su Thibaut Pinot, 16" su Vincenzo Nibali, 21" su Jakob Fuglsang e addirittura 59" su Romain Bardet.

3ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck 4h40'29"
2 Australia Michael Matthews Sunweb a 26"
3 Belgio Jasper Stuyven Trek s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck 9h32'19"
2 Belgio Wout Van Aert Jumbo a 20"
3 Paesi Bassi Steven Kruijswijk Jumbo a 25"

Descrizione e riassunto

Il Tour torna in Francia con una frazione molto mossa (3 GPM di 3ª categoria e uno di 4ª categoria) e un finale adatto ai finisseur. Va via una fuga che comprende anche Tim Wellens, il quale racimola diversi punti per la maglia a pois. Sulla durissima Côte de Mutigny (900 metri al 12,2%), a 16 km dal traguardo, attacca Julian Alaphilippe, che riprende il fuggitivo Tim Wellens e poi si invola da solo verso la vittoria di tappa. Il corridore francese riesce a prendere anche la maglia gialla. Nel gruppo Egan Bernal guadagna al traguardo 5" su tutti i rivali della classifica.

4ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Elia Viviani Deceuninck 5h09'20"
2 Norvegia Alexander Kristoff UAE s.t.
3 Australia Caleb Ewan Lotto s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck 14h41'39"
2 Belgio Wout Van Aert Jumbo a 20"
3 Paesi Bassi Steven Kruijswijk Jumbo a 25"

Descrizione e riassunto

Tappa piatta di 213,5km adatta ai velocisti (due soli GPM di 4ª categoria). Va via una fuga di tre uomini che viene ripresa a 16km dal traguardo. Sull'ultima côte il Team Sunweb cerca di fare un ritmo elevato per far staccare qualche velocista, senza riuscirci. A 11,4km dal traguardo attacca Lilian Calmejane, che però viene ripreso ai -6km. La volata a ranghi compatti viene vinta da Elia Viviani davanti ad Alexander Kristoff e Caleb Ewan. Il corridore italiano entra nel "club" dei vincitori di tappe in tutte e tre i grandi giri (Giro d'Italia, Tour de France e Vuelta a España). Nessun distacco in classifica generale, con Alaphilippe che mantiene la maglia gialla.

5ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Slovacchia Peter Sagan Bora 4h02'33"
2 Belgio Wout Van Aert Jumbo s.t.
3 Italia Matteo Trentin Mitchelton s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck 18h44'12"
2 Belgio Wout Van Aert Jumbo a 14"
3 Paesi Bassi Steven Kruijswijk Jumbo a 25"

Descrizione e riassunto

Tappa mossa di 175,5km con due GPM di 2ª categoria e due di 3ª categoria (l'ultimo a 19,5km dal traguardo). Va via una fuga di quattro corridori, tra cui Tim Wellens (che aumenta il vantaggio nella classifica scalatori), a cui il gruppo non lascia tanto spazio. I quattro vengono ripresi sull'ultima salita a 22km dal traguardo. Ovviamente si staccano i velocisti puri. A 6km dal traguardo attacca l'ex campione del mondo Rui Costa attacca, anche se viene ripreso ai -2km. La volata del gruppo ristretto viene vinta da Peter Sagan, davanti a Wout Van Aert e Matteo Trentin. Non ci sono distacchi tra gli uomini di classifica (tranne Zakarin che si è staccato sull'ultima salita), con Julian Alaphilippe sempre in maglia gialla.

6ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Belgio Dylan Teuns Bahrain-Mer. 4h29'03"
2 Italia Giulio Ciccone Trek a 11"
3 Belgio Xandro Meurisse Wanty a 1'05"
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Giulio Ciccone Trek 23h14'55"
2 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck a 6"
3 Belgio Dylan Teuns Bahrain-Mer. a 32"

Descrizione e riassunto

Prima tappa di montagna di 160,5km con 7 GPM, tra cui il duro arrivo in salita di 1ª categoria de La Planche des Belles Filles (7km all'8,7%, con l'ultimo km in sterrato che ha pendenze fino al 24%). Vanno in fuga 14 corridori tra cui Tim Wellens, che prende diversi punti per la maglia a pois. Il gruppo lascia fare, con i fuggitivi che si giocano il successo di tappa. Sull'ultima salita, dopo vari attacchi, rimangono da soli i fuggitivi Giulio Ciccone e Dylan Teuns, con quest'ultimo che va a vincere la tappa in una "volata" in salita. Tra gli uomini di classifica prova ad attaccare senza successo Mikel Landa. Sullo sterrato attacca Julian Alaphilippe seguito poi da Geraint Thomas. Il corridore gallese guadagna 2" su Alaphilippe e Thibaut Pinot, 7" su Nairo Quintana ed Emanuel Buchmann, 9" su Jakob Fuglsang, Mikel Landa, Richie Porte ed Egan Bernal. Molto staccato Vincenzo Nibali (51" da Thomas). A sorpresa Giulio Ciccone riesce a strappare per soli 6" (grazie anche agli abbuoni) la maglia gialla a Julian Alaphilippe. Il corridore italiano si prende anche la maglia bianca di miglior giovane.

7ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Paesi Bassi Dylan Groenewegen Jumbo 6h02'44"
2 Australia Caleb Ewan Lotto s.t.
3 Slovacchia Peter Sagan Bora s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Giulio Ciccone Trek 29h17'39"
2 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck a 6"
3 Belgio Dylan Teuns Bahrain-Mer. a 32"

Descrizione e riassunto

La tappa più lunga di questo Tour (230km) è adatta ai velocisti, con due GPM di 4ª categoria e uno di 3^. Fanno in fuga due corridori, che vengono ripresi a 13km dal traguardo. La volata del gruppo compatto viene vinta da Dylan Groenewegen davanti a Caleb Ewan e Peter Sagan. Non ci sono distacchi in classifica generale, con Giulio Ciccone che mantiene la maglia gialla.

8ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Belgio Thomas De Gendt Lotto 5h00'17"
2 Francia Thibaut Pinot Groupama a 6"
3 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck 34h17'59"
2 Italia Giulio Ciccone Trek a 23"
3 Francia Thibaut Pinot Groupama a 53"

Descrizione e riassunto

Tappa molto mossa di 200km con 7 GPM di 2ª e 3ª categoria (l'ultimo, che assegna anche abbuoni, è a 12,5km dal traguardo). Vanno in fuga quattro uomini tra cui Thomas De Gendt e Alessandro De Marchi, che rimangono da soli a circa 70km dal traguardo. Il gruppo non lascia tantissimo spazio. A 16km dal traguardo cadono Geraint Thomas e i suoi compagni di squadra, anche se poi il corridore gallese rientra in gruppo. Sull'ultima côte, De Gendt riesce a staccare il compagno di fuga De Marchi, mentre nel gruppo attaccano Julian Alaphilippe e Thibaut Pinot. Il corridore belga in fuga, nonostante i pochi secondi di vantaggio, riesce a vincere la tappa con 6" sulla coppia francese Alaphilippe-Pinot. Il gruppo ristretto arriva a 20" dai francesi. Vincenzo Nibali si stacca di oltre 4', uscendo definitivamente di classifica. Julian Alaphilippe riesce a riprendersi la maglia gialla a scapito di Giulio Ciccone.

9ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Sudafrica Daryl Impey Mitchelton 4h03'12"
2 Belgio Tiesj Benoot Lotto s.t.
3 Slovenia Jan Tratnik Bahrain-Mer. a 10"
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck 38h37'36"
2 Italia Giulio Ciccone Trek a 23"
3 Francia Thibaut Pinot Groupama a 53"

Descrizione e riassunto

Altra tappa mossa di 170,5km, con un GPM di 1ª categoria e due di 3ª categoria (l'ultimo a 13km dal traguardo dà anche abbuoni). Vanno in fuga 14 uomini a cui il gruppo lascia tantissimo spazio. A 63km dal traguardo iniziano gli scatti tra i fuggitivi. Sull'ultima salita se ne vanno Daryl Impey e Tiesj Benoot, con il primo che vince la tappa nella volata a due. Dal gruppo provano ad attaccare (inutilmente) sull'ultima côte Romain Bardet e Richie Porte. I big della classifica tagliano insieme il traguardo con oltre 16' di ritardo, con Julian Alaphilippe che mantiene la maglia gialla.

10ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Belgio Wout Van Aert Jumbo 4h49'39"
2 Italia Elia Viviani Deceuninck s.t.
3 Australia Caleb Ewan Lotto s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck 43h27'15"
2 Gran Bretagna Geraint Thomas Ineos a 1'12"
3 Colombia Egan Bernal Ineos a 1'16"

Descrizione e riassunto

Tappa di 217,5km adatta ai velocisti con quattro GPM di 3ª e 4ª categoria. Vanno in fuga sei corridori che vengono ripresi a 25km dal traguardo perché il gruppo, a causa del vento laterale, si spezza per i ventagli. La volata del gruppo ristretto viene vinta da Wout Van Aert davanti ad Elia Viviani e Caleb Ewan. Perdono 1'40" per colpa del vento Thibaut Pinot, Rigoberto Uran, Richie Porte e Jakob Fuglsang, più di 2' per Giulio Ciccone che lascia la maglia bianca ad Egan Bernal. Mantiene invece la maglia gialla Julian Alaphilippe.

11ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Australia Caleb Ewan Lotto 3h51'26"
2 Paesi Bassi Dylan Groenewegen Jumbo s.t.
3 Italia Elia Viviani Deceuninck s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck 47h18'41"
2 Gran Bretagna Geraint Thomas Ineos a 1'12"
3 Colombia Egan Bernal Ineos a 1'16"

Descrizione e riassunto

Dopo il giorno di riposo un'altra tappa per velocisti di 167km con due GPM di 3ª e 4ª categoria. Vanno in fuga quattro uomini che vengono ripresi a soli 4km dal traguardo. La volata del gruppo compatto viene vinta al fotofinish da Caleb Ewan davanti a Dylan Groenewegen ed Elia Viviani. Non essendoci distacchi in classifica generale, Julian Alaphilippe mantiene la maglia gialla.

12ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Gran Bretagna Simon Yates Mitchelton 4h57'53"
2 Spagna Pello Bilbao Astana s.t.
3 Austria Gregor Mühlberger Bora s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck 52h26'09"
2 Gran Bretagna Geraint Thomas Ineos a 1'12"
3 Colombia Egan Bernal Ineos a 1'16"

Descrizione e riassunto

Prima tappa pirenaica di 209,5km con un GPM di 4ª categoria e due di 1ª categoria (l'ultimo a 30km dal traguardo dà anche abbuoni). Va via una fuga di addirittura 40 uomini, con Tim Wellens che si prende altri punti per la maglia a pois. Il gruppo lascia spazio. Sull'ultima salita ci prova Matteo Trentin, che però viene ripreso e staccato da Simon Yates, Gregor Mühlberger e Pello Bilbao. I tre si giocano il successo di tappa con Simon Yates che vince la volata davanti a Bilbao. Il gruppo dei migliori di classifica arriva compatto ad oltre 9', con Julian Alaphilippe che mantiene la maglia gialla.

13ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

  • 19 luglio: Pau > PauCronometro individuale – 27,2 km
Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck 35'00"
2 Gran Bretagna Geraint Thomas Ineos a 14"
3 Belgio Thomas De Gendt Lotto a 36"
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck 53h01'09"
2 Gran Bretagna Geraint Thomas Ineos a 1'26"
3 Paesi Bassi Steven Kruijswijk Jumbo a 2'12"

Descrizione e riassunto

L'unica cronometro individuale di questo Tour (27,2km) presenta un percorso abbastanza ondulato specialmente nella prima parte e un muro al 16% a circa 500 metri dal traguardo. Nel giorno dei 100 anni dalla nascita della maglia gialla, a sorpresa è proprio la maglia gialla stessa di Julian Alaphilippe che vince la cronometro con 14" di vantaggio sullo specialista e rivale in classifica Geraint Thomas. A 36" dal vincitore arriva Rigoberto Uran, a 45" Richie Porte e Steven Kruijswijk, a 49" Thibaut Pinot, a 58" Enric Mas che strappa la maglia bianca ad Egan Bernal, arrivato a 1'36". Tempo altissimo per Romain Bardet che arriva a 2'26". Da registrare il ritiro per colpa di una caduta a circa 1km dal traguardo del favorito per la vittoria di tappa Wout Van Aert. Il corridore belga è stato portato in ospedale e successivamente è stato operato.

14ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Thibaut Pinot Groupama 3h10'20"
2 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck a 6"
3 Paesi Bassi Steven Kruijswijk Jumbo s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck 56h11'29"
2 Gran Bretagna Geraint Thomas Ineos a 2'02"
3 Paesi Bassi Steven Kruijswijk Jumbo a 2'14"

Descrizione e riassunto

Tappa breve (111km) ma dura, con un GPM di 4ª categoria, uno di 1ª categoria e l'arrivo in salita HC (Hors Categorie) ai 2115 metri del mitico Col du Tourmalet (19km al 7,4%). Vanno in fuga 15 uomini tra cui Vincenzo Nibali, Peter Sagan e Tim Wellens (che guadagna altri punti per la maglia a pois). Il gruppo non lascia spazio. Intanto sulla penultima salita si stacca Romain Bardet. L'ultimo uomo della fuga, Élie Gesbert, viene ripreso a 10,5km dal gruppo tirato dalla Movistar, anche se successivamente il capitano Nairo Quintana perde contatto. A 9,5km dal traguardo ci prova il campione francese Warren Barguil, successivamente ripreso. David Gaudu (compagno di squadra di Thibaut Pinot) fa un forcing e riesce a far perdere contatto dal gruppo a Richie Porte ed Enric Mas. Dopo fa il forcing il Team Jumbo-Visma, tanto da far staccare Warren Barguil e Jakob Fuglsang. Un ulteriore accelerazione di Emanuel Buchmann all'ultimo chilometro fa perdere contatto anche a Geraint Thomas. Rimangono 6 uomini a giocarsi il successo di tappa, con Thibaut Pinot che vince con 6" di vantaggio su Julian Alaphilippe e Steven Kruijswijk. A 8" arrivano Emanuel Buchmann ed Egan Bernal, a 36" Geraint Thomas. Ora Alaphilippe è maglia gialla con 2'02" su Geraint Thomas, 2'14" su Steven Kruijswijk e 3' su Egan Bernal.

15ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Gran Bretagna Simon Yates Mitchelton 4h47'04"
2 Francia Thibaut Pinot Groupama a 33"
3 Spagna Mikel Landa Movistar s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck 61h00'22"
2 Gran Bretagna Geraint Thomas Ineos a 1'35"
3 Paesi Bassi Steven Kruijswijk Jumbo a 1'47"

Descrizione e riassunto

Altro tappone pirenaico di 185km con un GPM di 2ª categoria e tre di 1^, tra cui il durissimo Mur de Péguère (pendenze fino al 18%) e l'arrivo in salita a Prat d'Albis (11,8km al 6,9%). Vanno in fuga 36 corridori di altissimo livello (Simon Yates, Daniel Martin, Vincenzo Nibali...), a cui il gruppo lascia un po' di spazio. In cima al Mur de Péguère passano in testa Simon Geschke e Simon Yates, a 30" gli altri uomini della fuga. Sempre sul muro attacca Mikel Landa che, nel tratto in discesa trova due suoi compagni che facevano parte della fuga. Sull'ultima salita, a 8,7km dal traguardo, se ne va da solo Simon Yates, che ha 1'30" sugli altri uomini della fuga e 2'30" su Mikel Landa. Dopo il forcing di David Gaudu, a 6km dalla conclusione attacca Thibaut Pinot seguito da Bernal, Buchmann ed Alaphilippe. Dopo un ulteriore accelerazione di Pinot, si stacca la maglia gialla, che viene raggiunta e successivamente staccata da Geraint Thomas e Steven Kruijswijk. Il corridore della Groupama-FDJ rimane da solo e raggiunge Mikel Landa. La tappa va a Simon Yates (che fa bis in questo Tour), dopo una buona amministrazione del vantaggio che aveva. La coppia Pinot-Landa (rispettivamente secondo e terzo al traguardo) guadagna 18" sulla coppia Buchmann-Bernal, 49" sul trio Thomas-Kruijswijk-Valverde e 1'16" su Julian Alaphilippe, il quale riesce a conservare la maglia gialla con 1'35" su Geraint Thomas, 1'47" su Steven Kruijswijk, 1'50" su Thibaut Pinot, 2'02" su Egan Bernal e 2'14" su Emanuel Buchmann.

16ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Australia Caleb Ewan Lotto 3h57'08"
2 Italia Elia Viviani Deceuninck s.t.
3 Paesi Bassi Dylan Groenewegen Jumbo s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck 64h57'30"
2 Gran Bretagna Geraint Thomas Ineos a 1'35"
3 Paesi Bassi Steven Kruijswijk Jumbo a 1'47"

Descrizione e riassunto

Dopo il secondo giorno di riposo, la terza settimana si apre con una tappa per velocisti di 177km con un solo GPM di 4ª categoria. Tappa caratterizzata dal caldo, con una fuga di 5 uomini. A 130km dal traguardo cade Geraint Thomas (senza conseguenze), mentre a 27km dal traguardo cade Jakob Fuglsang, che è costretto al ritiro. Il gruppo non lascia spazio alla fuga che infatti viene ripresa ai -2,5km, con la volata a ranghi compatti che viene vinta da Caleb Ewan davanti ad Elia Viviani e Dylan Groenewegen. Nessun cambiamento in classifica generale (tranne il ritiro di Fuglsang), con Julian Alaphilippe sempre in maglia gialla.

17ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Matteo Trentin Mitchelton 4h21'36"
2 Danimarca Kasper Asgreen Deceuninck a 37"
3 Belgio Greg Van Avermaet CCC a 41"
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck 69h39'16"
2 Gran Bretagna Geraint Thomas Ineos a 1'35"
3 Paesi Bassi Steven Kruijswijk Jumbo a 1'47"

Descrizione e riassunto

Tappa mossa di 200km con un GPM di 4ª categoria e uno di 3ª categoria (Col de la Sentinelle) posto a soli 8,5km dal traguardo. Va via una fuga di 33 uomini, a cui il gruppo lascia tantissimo spazio. A circa 30km dal traguardo il gruppo di testa si spezza a causa dei numerosi attacchi. A 14km dal traguardo (appena prima dell'inizio dell'ultima salita) va via da solo Matteo Trentin, che va a vincere in solitaria. Secondo a 37" è Kasper Asgreen, terzo a 41" è Greg Van Avermaet. Il gruppo dei migliori arriva compatto ad oltre 20', con Julian Alaphilippe che conserva la maglia gialla. Vengono squalificati dalla giuria Luke Rowe e Tony Martin per un "litigio" avvenuto all'inizio della salita del Col de la Sentinelle.

18ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Colombia Nairo Quintana Movistar 5h34'15"
2 Francia Romain Bardet AG2R a 1'35"
3 Kazakistan Aleksej Lucenko Astana a 2'28"
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck 75h18'49"
2 Colombia Egan Bernal Ineos a 1'30"
3 Gran Bretagna Geraint Thomas Ineos a 1'35"

Descrizione e riassunto

Tappone alpino di 208km con il Col de Vars (1ª categoria, 9,3km al 7,5%), Col d'Izoard (Hors Categorie, 14,1km al 7,3%) e il Col du Galibier (Hors Categorie che dà anche abbuoni, 23km al 5,1%), con la salita che termina a 19km dal traguardo, tutti in discesa. Vanno in fuga circa 30 uomini dopo 50km di corsa, tra cui Nairo Quintana, Romain Bardet e Tim Wellens che conquista altri punti per la maglia a pois sul Col de Vars. Sul Col d'Izoard passa per primo Damiano Caruso mentre nel gruppo maglia gialla la Movistar fa molta selezione, senza che nessuno attacca. Dopo la discesa il gruppo dei migliori torna numeroso perché nessuno tira e così la fuga riguadagna parecchi minuti di vantaggio. A 7,5km dalla vetta del Galibier se ne va da solo Nairo Quintana, mentre dal gruppo maglia gialla se ne va da solo Egan Bernal. Julian Alaphilippe, dopo essere andato in difficoltà nell'ultimo chilometro di salita, rientra in discesa nel gruppo Thomas. Nairo Quintana vince la tappa in solitaria con 1'35" su Romain Bardet e 2'28" su Aleksej Lucenko. Egan Bernal guadagna 32" sugli altri uomini di classifica e si porta in seconda posizione in classifica generale a 1'30" dalla maglia gialla Julian Alaphilippe.

19ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica al GPM del Col de l'Iseran (non valido per la vittoria di tappa ma solo per la classifica generale)
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Colombia Egan Bernal Ineos -
2 Gran Bretagna Simon Yates Mitchelton -
3 Francia Warren Barguil Arkéa -
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Colombia Egan Bernal Ineos 78h00'42"
2 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck a 45"
3 Gran Bretagna Geraint Thomas Ineos a 1'11"

Descrizione e riassunto

Altro tappone alpino di 126,5km con 5 GPM tra cui il Col de l'Iseran (Hors Categorie che dà anche abbuoni, 12,9km al 7,5%) e la Montée de Tignes che termina a 2km dal traguardo. Vanno in fuga inizialmente 4 uomini (tra cui Vincenzo Nibali), a cui successivamente se ne aggiungono altri. A 93km dal traguardo Thibaut Pinot, quinto in classifica generale, va prima dal medico di corsa e dopo qualche chilometro si ritira per una lesione muscolare. Sul Col de l'Iseran il forcing del Team Ineos porta all'attacco (senza successo) di Geraint Thomas a 6km dalla vetta. Successivamente se ne va da solo Egan Bernal, mentre la maglia gialla Julian Alaphilippe va in crisi. Bernal transita per primo in cima al colle. A causa di un incredibile grandine e di una frana in località Val-d'Isère (dove doveva transitare la corsa), la strada diventa impraticabile e la giuria ferma la corsa, con i tempi per la classifica generale presi alla cima del Col de l'Iseran. Non viene decretato nessun vincitore di tappa mentre Egan Bernal è la nuova maglia gialla di questo Tour.

20ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Vincenzo Nibali Bahrain-Mer. 1h51'53"
2 Spagna Alejandro Valverde Movistar a 10"
3 Spagna Mikel Landa Movistar a 14"
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Colombia Egan Bernal Ineos 79h52'52"
2 Gran Bretagna Geraint Thomas Ineos a 1'11"
3 Paesi Bassi Steven Kruijswijk Jumbo a 1'31"

Descrizione e riassunto

Tappa che originariamente doveva essere lunga 130km, ma che poi è stata ridotta a 59,5km (per una frana sulla discesa del Cormet de Roselend) con la "sola" lunghissima salita di Val Thorens (33,4km al 5,4%). Va via una fuga di circa 20 uomini tra cui Vincenzo Nibali che va via da solo a circa 12,5km dal traguardo. Il gruppo dei migliori, guidato dal Team Jumbo-Visma riesce a mandare in difficoltà a 14km dal traguardo Julian Alaphilippe, ma non riesce ad avvicinarsi al corridore siciliano che va a vincere la tappa con 10" di vantaggio su Alejandro Valverde e 14" su Mikel Landa, mentre Egan Bernal conserva la maglia gialla. Julian Alaphilippe scende in quinta posizione in classifica generale, mentre Romain Bardet vince matematicamente la maglia a pois e Peter Sagan matematicamente la maglia verde per la settima volta in carriera, record assoluto per la corsa francese.

21ª tappa[modifica | modifica wikitesto]

Risultati
Classifica di tappa
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Australia Caleb Ewan Lotto 3h04'08"
2 Paesi Bassi Dylan Groenewegen Jumbo s.t.
3 Italia Niccolò Bonifazio Total s.t.
Classifica generale
Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Colombia Egan Bernal Ineos 82h57'00"
2 Gran Bretagna Geraint Thomas Ineos a 1'11"
3 Paesi Bassi Steven Kruijswijk Jumbo a 1'31"

Descrizione e riassunto

Tappa di 128km (due GPM di 4ª categoria) con il passaggio al cortile del Museo del Louvre e poi il circuito degli Champs Elysees (6,5km da fare 8 volte). Parte iniziale della tappa dedicata ai festaggiamenti per il vincitore del Tour Egan Bernal. Una volta entrati a Parigi parte la corsa vera dove provano ad avvantaggiarsi quattro uomini, ripresi ai -13km. La volata del gruppo compatto viene vinta in rimonta da Caleb Ewan davanti a Dylan Groenewegen e Niccolò Bonifazio. Dopodiché le premiazioni che incoronano il terzo più giovane vincitore della Grand Boucle, Egan Bernal, che si aggiudica anche la maglia bianca.

Evoluzione delle classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Tappa Vincitore Jersey yellow.svg Classifica generale
Maglia gialla
Jersey green.svg Classifica a punti
Maglia verde
Jersey polkadot.svg Classifica scalatori
Maglia a pois
Jersey white.svg Classifica giovani
Maglia bianca
Classifica a squadre
Numero giallo
Jersey red number.svg Premio combattività
Numero rosso
Mike Teunissen Mike Teunissen Mike Teunissen Greg Van Avermaet Caleb Ewan Team Jumbo-Visma Stéphane Rossetto
Team Jumbo-Visma Wout Van Aert non assegnato
Julian Alaphilippe Julian Alaphilippe Peter Sagan Tim Wellens Tim Wellens
Elia Viviani Michael Schär
Peter Sagan Toms Skujiņš
Dylan Teuns Giulio Ciccone Giulio Ciccone Trek-Segafredo Tim Wellens
Dylan Groenewegen Yoann Offredo
Thomas De Gendt Julian Alaphilippe Thomas De Gendt
Daryl Impey Tiesj Benoot
10ª Wout Van Aert Egan Bernal Movistar Team Natnael Berhane
11ª Caleb Ewan Aimé De Gendt
12ª Simon Yates Trek-Segafredo Matteo Trentin
13ª Julian Alaphilippe Enric Mas non assegnato
14ª Thibaut Pinot Egan Bernal Movistar Team Élie Gesbert
15ª Simon Yates Mikel Landa
16ª Caleb Ewan Alexis Gougeard
17ª Matteo Trentin Trek-Segafredo Matteo Trentin
18ª Nairo Quintana Romain Bardet Movistar Team Greg Van Avermaet
19ª non assegnato Egan Bernal non assegnato
20ª Vincenzo Nibali Vincenzo Nibali
21ª Caleb Ewan non assegnato
Classifiche finali Egan Bernal Peter Sagan Romain Bardet Egan Bernal Movistar Team Julian Alaphilippe
Maglie indossate da altri ciclisti in caso di due o più maglie vinte

Classifiche finali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica generale - Maglia gialla[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Colombia Egan Bernal Ineos 82h57'00"
2 Gran Bretagna Geraint Thomas Ineos a 1'11"
3 Paesi Bassi Steven Kruijswijk Jumbo a 1'31"
4 Germania Emanuel Buchmann Bora a 1'56"
5 Francia Julian Alaphilippe Deceuninck a 4'05"
6 Spagna Mikel Landa Movistar a 4'23"
7 Colombia Rigoberto Urán Educ. First a 5'15"
8 Colombia Nairo Quintana Movistar a 5'30"
9 Spagna Alejandro Valverde Movistar a 6'12"
10 Francia Warren Barguil Arkéa a 7'32"

Classifica a punti - Maglia verde[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Punti
1 Slovacchia Peter Sagan Bora 316
2 Australia Caleb Ewan Lotto 248
3 Italia Elia Viviani Deceuninck 224
4 Italia Sonny Colbrelli Bahrain-Mer. 209
5 Australia Michael Matthews Sunweb 201

Classifica scalatori - Maglia a pois[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Punti
1 Francia Romain Bardet AG2R 86
2 Colombia Egan Bernal Ineos 78
3 Belgio Tim Wellens Lotto 75
4 Italia Damiano Caruso Bahrain-Mer. 67
5 Italia Vincenzo Nibali Bahrain-Mer. 59

Classifica giovani - Maglia bianca[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Colombia Egan Bernal Ineos 82h57'00"
2 Francia David Gaudu Groupama a 23'58"
3 Spagna Enric Mas Deceuninck a 58'20"
4 Belgio Laurens De Plus Jumbo a 1h'02'44"
5 Austria Gregor Mühlberger Bora a 1h04'40"

Classifica a squadre[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Tempo
1 Spagna Movistar Team 248h58'15"
2 Stati Uniti Trek-Segafredo a 47'54"
3 Gran Bretagna Team Ineos a 57'52"
4 Stati Uniti EF Education First a 1h25'57"
5 Germania Bora-Hansgrohe a 1h29'30"

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Originariamente 3 480 km
  2. ^ Tour de France, presentato il percorso per l'edizione del 2019, su gazzetta.it, 25 ottobre 2018.
  3. ^ a b Inizialmente prevista per 126,5 km con arrivo a Tignes, la tappa è stata neutralizzata dalla giuria nel corso della discesa del Col de l'Iseran per le condizioni impraticabili di un tratto di strada; l'ordine d'arrivo non è stato stilato, con i tempi per la classifica generale che sono stati calcolati sulla sommità del GPM. cfr. Bernal vola sull'Iseran ed è maglia gialla: ma ultimi 37 km sono neutralizzati per frana e tempesta di grandine, su gazzetta.it, 26 luglio 2019.
  4. ^ a b Inizialmente prevista per 130 km, la tappa è stata accorciata a causa di una frana sul Cormet de Roselend. cfr. Maltempo, stravolta anche l'ultima tappa alpina: sarà una mini-frazione da soli 59km!, su it.eurosport.com, 26 luglio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]