Tour de France 1930

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francia Tour de France 1930
Tour de France 1930.png
il percorso del tour
Edizione 24ª
Data 2 luglio - 27 luglio
Partenza Parigi
Arrivo Parigi
Percorso 4 818 km, 21 tappe
Tempo 172h12'16"
Media 27,978 km/h
Classifica finale
Primo Francia André Leducq
Secondo Italia Learco Guerra
Terzo Francia Antonin Magne
Classifiche minori
Squadre Francia Francia
Cronologia
Edizione precedente
Tour de France 1929
Edizione successiva
Tour de France 1931

Il Tour de France 1930, ventiquattresima edizione della Grande Boucle, si svolse in ventuno tappe tra il 2 e il 27 luglio 1930, per un percorso totale di 4 818 km. Fu vinto per la prima volta dal francese André Leducq, al secondo podio al Tour dopo il secondo posto del 1928. Si trattò della decima edizione vinta da un corridore di casa.

Leducq, nono corridore francese trionfatore a Parigi, terminò in 172h12'16" davanti all'italiano Learco Guerra (secondo classificato e per la prima volta a podio al Tour) e al connazionale Antonin Magne (terzo classificato e al primo podio nella Grande Boucle).

Tappe[modifica | modifica wikitesto]

Tappa Data Percorso km Vincitore di tappa Leader cl. generale
2 luglio Parigi > Caen 206 Francia Charles Pélissier Francia Charles Pélissier
3 luglio Caen > Dinan 203 Italia Learco Guerra Italia Learco Guerra
4 luglio Dinan > Brest 206 Francia Charles Pélissier Italia Learco Guerra
5 luglio Brest > Vannes 210 Belgio Omer Taverne Italia Learco Guerra
6 luglio Vannes > Les Sables-d'Olonne 202 Francia André Leducq Italia Learco Guerra
7 luglio Les Sables-d'Olonne > Bordeaux 285 Belgio Jean Aerts Italia Learco Guerra
8 luglio Bordeaux > Hendaye 222 Francia Jules Merviel Italia Learco Guerra
9 luglio Hendaye > Pau 146 Italia Alfredo Binda Italia Learco Guerra
10 luglio Pau > Luchon 231 Italia Alfredo Binda Francia André Leducq
11 luglio giorno di riposo
10ª 12 luglio Luchon > Perpignano 322 Francia Charles Pélissier Francia André Leducq
13 luglio giorno di riposo
11ª 14 luglio Perpignano > Montpellier 164 Francia Charles Pélissier Francia André Leducq
12ª 15 luglio Montpellier > Marsiglia 209 Francia Antonin Magne Francia André Leducq
13ª 16 luglio Marsiglia > Cannes 181 Italia Learco Guerra Francia André Leducq
14ª 17 luglio Cannes > Nizza 132 Francia Louis Peglion Francia André Leducq
18 luglio giorno di riposo
15ª 19 luglio Nizza > Grenoble 333 Italia Learco Guerra Francia André Leducq
20 luglio giorno di riposo
16ª 21 luglio Grenoble > Évian 331 Francia André Leducq Francia André Leducq
22 luglio giorno di riposo
17ª 23 luglio Évian > Belfort 282 Belgio Frans Bonduel Francia André Leducq
18ª 24 luglio Belfort > Metz 223 Francia Charles Pélissier Francia André Leducq
19ª 25 luglio Metz > Charleville 159 Francia Charles Pélissier Francia André Leducq
20ª 26 luglio Charleville > Malo-les-Bains 159 Francia Charles Pélissier Francia André Leducq
21ª 27 luglio Malo-les-Bains > Parigi 300 Francia Charles Pélissier Francia André Leducq
Totale 4 818

Squadre e corridori partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Partecipanti al Tour de France 1930.
N. Cod.[1] Squadra
1-8 BEL Belgio Belgio
9-16 ITA Italia Italia
17-24 ESP Spagna Spagna
25-32 DEU Germania Germania
33-40 FRA Francia Francia
101-186 - Cicloturisti

Resoconto degli eventi[modifica | modifica wikitesto]

Per la prima volta nel Tour comparirono le squadre nazionali, per evitare sponsorizzazioni dei team, e fu anche introdotta la "carovana pubblicitaria", che precedeva i corridori in tutte le tappe. Fu tuttavia autorizzata la presenza degli sponsor sulle maglie dei ciclisti. Per la prima volta la radio di stato francese trasmise in diretta le tappe della corsa.

Al Tour de France 1930 parteciparono 100 corridori, dei quali 59 giunsero a Parigi. Vi prese parte, con i favori del pronostico, anche l'italiano Alfredo Binda, fino a quel momento vincitore di quattro Giri d'Italia. Il campione di Cittiglio tuttavia, dopo aver vinto due tappe consecutive a Pau e a Luchon, e quando era ormai avviato a dominare la corsa insieme al compagno-rivale Learco Guerra, decise di ritirarsi a causa di dissidi con la Federazione Ciclistica Italiana. Binda non avrebbe mai più partecipato alla corsa a tappe francese.

André Leducq si impossessò della maglia gialla al termine della nona tappa (vinta da Binda), grazie anche all'aiuto della sua squadra, dopo una rovinosa caduta sulla discesa del Galibier. Sfilò il simbolo del primato a Learco Guerra, che proveniva da una settimana consecutiva da leader della classifica generale. In totale Leducq fu maglia gialla al termine di tredici tappe (le ultime tredici) sulle ventuno previste.

Leducq giunse sul podio della corsa per la seconda volta, nel 1928 si era classificato secondo. Avrebbe poi rivinto il Tour nell'edizione del 1932.

Il francese Charles Pélissier vinse otto tappe (corridore più vincente di questa edizione), arrivando inoltre secondo in sette tappe e terzo in altre tre. Tra le tappe da lui vinte, la prima, che gli permise di indossare la maglia gialla, anche se per una sola frazione. Ciononostante, concluse soltanto al nono posto in classifica generale, suo miglior risultato di sempre nella classifica principale della corsa.

Classifiche finali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica generale - Maglia gialla[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Francia André Leducq Francia 172h12'16"
2 Italia Learco Guerra Italia a 14'13"
3 Francia Antonin Magne Francia a 16'03"
4 Belgio Jef Demuysere Belgio a 21'34"
5 Francia Marcel Bidot Francia a 41'18"
6 Francia Pierre Magne Francia a 45'42"
7 Belgio Frans Bonduel Belgio a 56'19"
8 Francia Benoît Fauré Francia a 58'34"
9 Francia Charles Pélissier Francia a 1h04'37"
10 Germania Adolf Schön Germania a 1h21'39"

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Codici non ufficiali

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo