Tour de France 1980

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francia Tour de France 1980
Edizione67ª
Data26 giugno - 20 luglio
PartenzaFrancoforte sul Meno
ArrivoParigi
Percorso3 945,5 km, prol. + 22 tappe
Tempo109h19'14"
Media35,317 km/h
Classifica finale
PrimoPaesi Bassi Joop Zoetemelk
SecondoPaesi Bassi Hennie Kuiper
TerzoFrancia Raymond Martin
Classifiche minori
PuntiBelgio Rudy Pevenage
MontagnaFrancia Raymond Martin
GiovaniPaesi Bassi Johan van der Velde
SquadreFrancia Miko-Mercier-Vivagel
CombattivitàFrancia Christian Levavasseur
Francia Didier Vanoverschelde
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
Tour de France 1979Tour de France 1981

Il Tour de France 1980, sessantasettesima edizione della corsa, si svolse in ventidue tappe precedute da un prologo iniziale, tra il 26 giugno e il 20 luglio 1980, per un percorso totale di 3 945,5 km.

Fu vinto per la prima ed unica volta dal passista-finisseur olandese Joop Zoetemelk (al sesto podio nella Grande Boucle dopo ben cinque secondi posti), in forza alla TI-Raleigh-Creda.

La contentezza di Zoetemelk per l'agognata vittoria venne in parte funestata dalla notizia della morte del vincitore del Tour de France 1947 Jean Robic, il quale perì in un incidente stradale dopo aver partecipato alla festa organizzata dall'olandese per la vittoria.

Zoetemelk terminò le sue fatiche sulle strade francesi di questa edizione del Tour con il tempo di 109h19'14".

Come secondo della graduatoria generale terminò un altro corridore olandese, il finisseur Hennie Kuiper (al secondo ed ultimo podio al Tour dopo un altro secondo posto conseguito nell'edizione del 1977).

Lo scalatore francese Raymond Martin salì sul podio dei Campi Elisi (per la prima ed ultima volta in carriera) in qualità di terzo classificato.

Bernard Hinault, vittorioso nelle due precedenti edizioni del Tour, si ritirò per tendinite a undici giorni dalla fine, quando era in testa alla classifica per soli 21". Tuttavia Hinault aveva da poco vinto il suo primo Giro d'Italia, diventando così il quarto corridore della storia ad ottenere la tripla corona, ossia almeno un successo in tutti e tre i Grandi Giri: prima di lui ci erano riusciti Jacques Anquetil, Felice Gimondi ed Eddy Merckx; dopo di lui ci sarebbero riusciti Alberto Contador, Vincenzo Nibali e Chris Froome. Oltretutto, con tale vittoria al Giro il fuoriclasse bretone rimane tuttora il solo ad aver ottenuto la tripla corona vincendo all'esordio ognuno dei tre Granndi Giri.

Tappe[modifica | modifica wikitesto]

Tappa Data Percorso km Vincitore di tappa Leader cl. generale
Prol. 26 giugno Francoforte (FRG) (cron. individuale) 7,6 Francia Bernard Hinault Francia Bernard Hinault
1ª-1ª 27 giugno Francoforte (FRG) > Wiesbaden (FRG) 133 Paesi Bassi Jan Raas Francia Bernard Hinault
1ª-2ª 27 giugno Wiesbaden (FRG) > Francoforte (FRG) (cron. a squadre) 45,8 Paesi Bassi TI-Raleigh-Creda Paesi Bassi Gerrie Knetemann
28 giugno Francoforte (FRG) > Metz 276 Belgio Rudy Pevenage Francia Yvon Bertin
29 giugno Metz > Liegi (BEL) 282,5 Paesi Bassi Henk Lubberding Belgio Rudy Pevenage
30 giugno Circuito di Spa-Francorchamps (BEL) (cron. individuale) 34,6 Francia Bernard Hinault Belgio Rudy Pevenage
1º luglio Liegi (BEL) > Lilla 249,3 Francia Bernard Hinault Belgio Rudy Pevenage
2 luglio Lilla > Compiègne 215,6 Francia Jean-Louis Gauthier Belgio Rudy Pevenage
7ª-1ª 3 luglio Compiègne > Beauvais (cron. a squadre) 65 Paesi Bassi TI-Raleigh-Creda Belgio Rudy Pevenage
7ª-2ª 3 luglio Beauvais > Rouen 92 Paesi Bassi Jan Raas Belgio Rudy Pevenage
4 luglio Flers > Saint-Malo 164,2 Paesi Bassi Bert Oosterbosch Belgio Rudy Pevenage
5 luglio giorno di riposo
6 luglio Saint-Malo > Nantes 205,3 Paesi Bassi Jan Raas Belgio Rudy Pevenage
10ª 7 luglio Rochefort > Bordeaux 163 Paesi Bassi Cees Priem Belgio Rudy Pevenage
11ª 8 luglio Damazan > Laplume (cron. individuale) 51,8 Paesi Bassi Joop Zoetemelk Francia Bernard Hinault
12ª 9 luglio Agen > Pau 194,1 Paesi Bassi Gerrie Knetemann Francia Bernard Hinault
13ª 10 luglio Pau > Bagnères-de-Luchon 200,4 Francia Raymond Martin Paesi Bassi Joop Zoetemelk
14ª 11 luglio Lézignan-Corbières > Montpellier 189,5 Belgio Ludo Peeters Paesi Bassi Joop Zoetemelk
15ª 12 luglio Montpellier > Martigues 160 Francia Bernard Vallet Paesi Bassi Joop Zoetemelk
16ª 13 luglio Trets > Pra Loup 208,6 Belgio Jos Deschoenmaecker Paesi Bassi Joop Zoetemelk
17ª 14 luglio Serre Chevalier > Morzine 242 Francia Mariano Martínez Paesi Bassi Joop Zoetemelk
15 luglio giorno di riposo
18ª 16 luglio Morzine > Prapoutel-Les 7 laux 198,8 Belgio Ludo Loos Paesi Bassi Joop Zoetemelk
19ª 17 luglio Voreppe > Saint-Étienne 139,7 Irlanda Sean Kelly Paesi Bassi Joop Zoetemelk
20ª 18 luglio Saint-Étienne > Saint-Étienne (cron. individuale) 34,5 Paesi Bassi Joop Zoetemelk Paesi Bassi Joop Zoetemelk
21ª 19 luglio Auxerre > Fontenay-sous-Bois 208 Irlanda Sean Kelly Paesi Bassi Joop Zoetemelk
22ª 20 luglio Fontenay-sous-Bois > Parigi 186,1 Belgio Pol Verschuere Paesi Bassi Joop Zoetemelk
Totale 3 945,5

Squadre e corridori partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

N. Cod.[1] Squadra
1-10 REN Francia Renault-Gitane
11-20 RAL Paesi Bassi TI-Raleigh-Creda
21-30 PUC Francia Puch-Campagnolo-Sem
31-40 PEU Francia Peugeot-Esso-Michelin
41-50 DAF Belgio DAF Trucks-Lejeune
51-60 SPL Belgio Splendor-Admiral-TV
61-70 MAR Belgio Marc-IWC-V.R.D.
N. Cod.[1] Squadra
71-80 MIK Francia Miko-Mercier-Vivagel
81-90 RED Francia La Redoute-Motobécane
91-100 IJS Belgio Ijsboerke-Warncke Eis
101-110 BOS Belgio Boston-IFI-Mavic
111-120 TEK Spagna Teka
121-130 KEL Spagna Kelme-Gios

Resoconto degli eventi[modifica | modifica wikitesto]

Al Tour 1980 parteciparono 130 corridori, dei quali 85 giunsero a Parigi. Le squadre partecipanti erano 5 francesi, 5 belghe, 2 spagnole, 1 olandese. I corridori partecipanti erano 48 francesi, 38 belgi, 16 spagnoli, 15 olandesi, 4 tedeschi, 2 portoghesi, 2 britannici, 2 austriaci, 1 norvegese, 1 svedese, 1 irlandese, 1 austriaco. Nessun italiano presente.

La corsa prese il via dalla Germania Ovest, con tre tappe tra Francoforte e Wiesbaden, visitò poi il Belgio e il nord della Francia, e affrontò quindi i Pirenei e le Alpi prima dell'arrivo conclusivo a Parigi.

Su un totale di venticinque prove (considerando come unità il cronoprologo e le varie semitappe), furono corse ben tre frazioni a cronometro individuale e due a squadre, oltre al cronoprologo. I corridori a vincere più frazioni furono il francese Bernard Hinault e l'olandese Jan Raas, con tre successi ciascuno; a loro volta i ciclisti della squadra olandese TI-Raleigh-Creda di Peter Post vinsero ben undici delle venticinque prove, comprese entrambe le cronometro a squadre.

Joop Zoetemelk, vincitore della gara, portò la maglia gialla al termine delle ultime dieci frazioni. L'olandese riuscì finalmente a vincere il Tour de France alla decima partecipazione, dopo ben cinque secondi posti (1970, 1971, 1976, 1978 e 1979), due quarti posti (1973 e 1975), un quinto posto (1972) e un ottavo posto (1977). Fu peraltro la seconda edizione del Tour de France vinta da un corridore olandese, dodici anni dopo Jan Janssen nel 1968.

Classifiche finali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica generale - Maglia gialla[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Paesi Bassi Joop Zoetemelk TI-Raleigh 109h19'14"
2 Paesi Bassi Hennie Kuiper Peugeot-Esso a 6'55"
3 Francia Raymond Martin Miko-Mercier a 7'56"
4 Belgio Johan De Muynck Splendor a 12'24"
5 Portogallo Joaquim Agostinho Puch a 15'37"
6 Francia Christian Seznec Miko-Mercier a 16'16"
7 Svezia Sven-Åke Nilsson Miko-Mercier a 16'33"
8 Belgio Ludo Peeters Ijsboerke a 20'45"
9 Francia Pierro Bazzo La Redoute a 21'03"
10 Paesi Bassi Henk Lubberding TI-Raleigh a 21'10"

Classifica a punti - Maglia verde[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Punti
1 Belgio Rudy Pevenage Ijsboerke 194
2 Irlanda Sean Kelly Splendor 153
3 Belgio Ludo Peeters Ijsboerke 148

Classifica scalatori - Maglia a pois[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Punti
1 Francia Raymond Martin Miko-Mercier 223
2 Belgio Ludo Loos Marc-IWC 162
3 Belgio Ludo Peeters Ijsboerke 147

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Codici non ufficiali

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4135080-7