Thomdril Merrilin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Dena" rimanda qui. Se stai cercando l'omonima moneta, vedi Dena (moneta).

Thomdril Merrilin detto più spesso Thom, è uno dei personaggi della saga fantasy La Ruota del Tempo dello scrittore statunitense Robert Jordan. Thom è un uomo di quasi sessanta anni, con lunghi baffi e capelli candidi, molto abile come musicista, menestrello e giocoliere, ma altrettanto esperto negli intrighi politici. Inoltre è molto abile anche a combattere all'arma bianca ed a lanciare coltelli, che sono nascosti in gran numero nelle sue maniche, sotto i suoi vestiti e negli stivali (Thom insegna questa abilità a Matrim Cauthon ed a Min Farshaw). Quando è nelle sue vesti di menestrello di strada indossa un mantello svolazzante, formato da molte pezze colorate.

È uno dei principali personaggi di supporto, con numerosi capitoli che vengono narrati o descritti dal suo punto di vista.

Vicende di Thom[modifica | modifica wikitesto]

Thom compare già nei primi capitoli del primo libro della saga, è un menestrello giunto per caso nei Fiumi Gemelli, che rimane coinvolto nelle vicende degli altri protagonisti. Scappa perciò con loro, passando prima da Baerlon e poi da Shadar Logoth, quindi, quando il gruppo si separa, si accompagna a Mat e a Rand sulla nave di Bayle Domon, fino a Ponte Bianco; sempre sulla nave fluviale, insegna ai due ragazzi un po' di musica e dei trucchi da giocolieri. A Ponte Bianco però deve affrontare un Myrddraal, per permettere ai due ragazzi la fuga e perciò viene ritenuto morto.

Nel corso della storia si era venuto a sapere che Thom, venti anni prima circa, era stato un Alto Bardo alla corte di Andor. In quelle circostanze aiutò la giovane regina Morgase dopo la sua ascesa al trono, eliminando suo marito, Lord Taringail Damodred, che aveva intenzione di sostituirla sul trono; in seguito Thom divenne, per alcuni anni, anche l'amante della regina. La loro relazione finì quando il nipote di Thom, Owyn, venne trovato capace di incanalare l'Unico Potere, da alcune sorelle dell'Ajah Rossa, e venne domato illegalmente e lasciato morire. Thom non riuscì ad impedire la tragedia e litigò con Morgase, accusandola di essere un pupazzo della Torre Bianca; arrabbiata di fronte a simili accuse, la regina diede ordine di arrestarlo e giustiziarlo; quindi a Thom, non restò altro che fuggire ed iniziare una ben più modesta vita come menestrello di strada.

Nel secondo libro Rand lo ritrova a Cairhien: Thom è sopravvissuto al Myrddraal ma è rimasto zoppo, inoltre ha iniziato una nuova vita, con la sua giovane apprendista e amante Dena. Rand lo coinvolge, suo malgrado, negli intrighi della corte cittadina, perciò Dena viene uccisa e Thom, grazie alla sua abilità negli intrighi, si vendica provocando addirittura la morte del re, Galldrian Riatin, responsabile del delitto. In seguito, in preda alla disperazione, Thom si rifugia nell'alcol e ricomincia a girovagare di città in città.

Quando, nel terzo libro, Mat fugge dalla Torre Bianca, ritrova Thom in una taverna di Tar Valon, e lo convince ad andare con lui fino a Caemlyn, per portare a Morgase un messaggio di Elayne. I due si spingono in seguito fino a Tear, per cercare di salvare le ragazze loro amiche. Proprio a Tear tutti i personaggi principali, alla fine si riuniscono e Rand è finalmente riconosciuto pubblicamente come il Drago Rinato. In quelle circostanze, Thom aiuta Rand a gestire gli intrighi politici di quella città e sempre laggiù, comincia la sua intesa con Moiraine, che gli promette di rivelare il nome delle sorelle rosse che hanno domato suo nipote.

Thom, assieme a Juilin Sandar, diventa in seguito inseparabile compagno ed assistente di Elayne e Nynaeve, e perciò i due le seguono a Tanchico, in Amadicia, nel circo di Valan Luca, a Salidar e ad Ebou Dar. Inoltre Thom instaura uno speciale rapporto, quasi paterno, con Elayne, la figlia della sua vecchia amante Morgase.

Ad Ebou Dar si separa da Elayne e Nynaeve e resta in compagnia di Mat. Dunque lo assiste e lo segue nella sua successiva fuga dalla città, finché Mat non libera e sposa Tuon. Sempre in Altara, nel corso del Libro XI, si svela il mistero della lettera che Moiraine aveva lasciato a Thom: lei è viva, ma tenuta prigioniera nel mondo parallelo dei 'Finn, solo Thom, Mat ed un altro personaggio sconosciuto, potranno tentare di liberarla. La lettera implica anche che l'intesa tra Thom e Moiraine fosse ben più profonda di quanto era trasparito fino a quel momento.

Nel corso del Libro XII Thom partecipa all'avventura di Mat ad Hinderstap, contribuendo ancora una volta a salvargli la vita. Quindi ritorna a Caemlyn con il resto della Banda della Mano Rossa. Nel Libro XIII Thom, dopo alcune incomprensioni, viene invitato assieme a Mat a palazzo reale, dove viene accolto con molta gioia e commozione da parte di Elayne. Quando anche Perrin visita la città, Thom e Mat lo incontrano e gli raccontano di Moiraine, ottenendo quindi di servirsi di Jur Grady per andare a liberarla alla Torre di Ghenjei. Thom dunque contribuisce a liberarla e dopo la fuga dalla Torre Moiraine gli chiede di sposarla e di diventare il suo nuovo gaidin.

Fonti principali al di fuori della saga[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]